La classifica dei ristoranti stellati più costosi d’Europa

Quali sono i 25 ristoranti stellati più costosi di tutta l'Europa? La rivista Chef's Pencil ha stilato una classifica confrontando oltre 500 menu.

Alchemist

Il tema del costo dei ristoranti stellati ha da sempre generato un focoso dibattito. E per molti è fattore discriminatorio fra un ristorante e l’altro. Il fatto che i ristoranti Michelin siano per forza costosi è, tuttavia, un assunto un po’ estremo. Ci sono ristoranti costosissimi che la guida Michelin non l’hanno mai vista neppure in cartolina. Dall’altra parte però, ci sono ristoranti stellati che hanno prezzi da trattoria. Sicuro che non sono la maggioranza però. Ora il prezzo è un tema molto interessante. Per questo Chef’s Pencil, rivista internazionale di cucina lanciata nel 2009 da uno chef olandese con sede a Sydney, in Australia, ha esaminato più di 500 menu per stilare una classifica dei 25 ristoranti Michelin più costosi d’Europa (ma anche dei più economici, ma ne parleremo più avanti).

Un lavoro certosino che riprendiamo qui di seguito (a partire dalla mappa). Come nota a margine, gli editor del report hanno spiegato che per le classifiche dei ristoranti più costosi sono stati tenuti in considerazione i menu degustazione più costosi disponibili nei ristoranti Michelin di tutto il continente, escluso il beverage (per questo per esempio non c’è il menu Barolo di Enrico Crippa che costa 800 euro? La classifica è stata pubblicata a Maggio 2022).

La mappa disegnata da Chef’s Pencil

Per chi vuole arrivare subito alla fine, diciamo che dal lavoro di Chef’s Pencil emerge che i 25 ristoranti stellati più costosi d’Europa si trovano principalmente in Francia. Infatti del totale, ben 14 hanno sede lì. Parigi ha inoltre la maggiore concentrazione di ristoranti costosi: su 25 classificati, 6 sono lì. Segnaliamo che il ristorante Michelin più costoso d’Europa si trova a Ibiza, i due meno costosi tra i più costosi si trovano in Svezia e Danimarca. Il conto più alto è a Ibiza, dove per una cena al Sublimotion si spendono ben 1500 euro. La media tra i conti più alti è di 476 euro circa. I paesi in cui si spende di più sono: Francia, Spagna (ma solo per Ibiza), Olanda, Belgio, Svizzera, Danimarca, Svezia, Regno Unito, Norvegia. Tutti gli altri paesi non sono segnalati. Tutti i ristoranti segnalati hanno chef uomini a presiedere le cucine. Infine, pare che 395 euro sia ritenuta una cifra più che accettabile per un ristorante di alto livello, dato che ben 5 su 25 ristoranti classificati escono con un menu a questo prezzo.

Ma andiamo dritti al punto: quali sono i ristoranti stellati più costosi d’Europa? Eccoli in classifica, dal più economico, se così si può dire, al più caro.

25) Jordnær, Copenaghen, Danimarca | €362

Reastaurant Jordnær

Due stelle Michelin e la capitale della Danimarca come sfondo: la cucina del ristorante è presieduta dallo chef Eric Kragh Vildgaard che basa il suo menu sui prodotti di questa terra. Granchio, astice, ma anche rabarbaro, tartufo e asparagi sono al centro dei suoi piatti. La carta dei vini attinge a piene mani dalla Francia e dal panorama dei vini artigiani con una cospicua selezione di champagne.

24) Frantzen, Stoccolma, Svezia | €362

Frantzen Restaurant

Location eccezionale, per cui vi toccherà spingervi fino a Stoccolma e prenotare in una struttura a tre piani, con 521 metri quadrati di spazio e solamente 23 sedute, per un risultato eccezionale ed esclusivo. Tecniche internazionali e prodotti del territorio si mixano con l’abile utilizzo del fuoco vivo. Un solo menu a degustazione, 3 stelle Michelin, pairing sia con bevande alcoliche che analcoliche. In cucina l’omonimo chef Björn Frantzen.

23) Noma, Copenaghen, Danimarca | €376

Noma Copenaghen

Non ha bisogno di presentazioni. Forse quello che ancora non sapete è che il Noma non è il ristorante più costoso d’Europa, anzi. Il menu cambia stagionalmente. Recentemente è arrivata la terza stella Michelin a confermare la capacità di emergere della cucina di René Redzepi e del suo staff.

22) Geranium, Copenaghen, Danimarca | €376

Geranium Copenaghen

Altra meta eccellente per gli amanti della cucina scandinava, il Geranium è il ristorante dello chef Rasmus Kofoed e si trova all’ottavo piano del Fælledparken. A Novembre 2021 lo chef ha annunciato che il ristorante non avrebbe più proposto piatti a base di carne e ripensato i suoi stessi signature dish. Tre stelle Michelin.

21) Mirazur, Menton, Francia | €380

Mirazur Mentone

La cucina dello chef Mauro Colagreco ha trovato spazio nel ristorante di Mentone, in area francese e a pochi passi dall’Italia. È il territorio la chiave di volta del menu, influenzato da mare, montagna e orto. Lo chef può contare infatti su un panorama di terrazze dove vengono coltivate varietà antiche, erbe aromatiche e prodotti del territorio. Non mancano quindi fiori, piante e radici.

20) Le Louis XV – Alain Ducasse à l’Hotel de Paris, Monaco, Francia | €380

Le Louis XV Alain Ducasse

Ritrovo leggendario per gli esteti e gli amanti del lusso, il ristorante di Alain Ducasse all’interno dell’Hotel de Paris a Monaco è una meta imprescindibile in Costa Azzurra per gli appassionati del mondo gourmet. Altrettanto famigerata è la sconfinata cantina a cui attingere se dotati di generose tasche. Scenografico il servizio per la massima resa estetica dagli antipasti, fino al vino, passando per il burro, l’olio e il carrello dei formaggi.

19) René et Maxime Meilleur, Saint-Martin-de- Belleville, Francia | €389

La Bouitte

La cucina di René et Maxime Meilleur, padre e figlio, con le sue tre stelle Michelin ha sede in una splendida location di montagna. A La Bouitte non c’è solo da mangiare, ma anche hotel e SPA per gli ospiti. Gli chef rendono omaggio nei loro menu creativi agli ingredienti e ai prodotti della Savoia.

18) Le Parc Les Crayères, Reims, Francia | €390

Domain Les Crayeres

Anne-Emmanuelle Thion

Il ristorante è posto all’interno dello spettacolare Domaine Les Crayeres, incredibile tenuta che inneggia al classicismo francese circondata da parchi e giardini. Ospita un hotel con suites e camere. Nel ristorante la cucina è affidata allo chef Philippe Mille che ha fatto guadagnare all’insegna le 2 stelle Michelin con il collega chef pâtissier Yoann Normand.

17) Le Petite Nice, Marsiglia, Francia | €390

Le Petit Nice

Questa piccola Nizza a Marsiglia ha un affaccio sul mare pazzesco, con il ristorante con vista panoramica che si trova all’interno dell’hotel omonimo, anche questo di un lusso e di una bellezza composta e moderna. In cucina lo chef Gérald Passedat ambisce a portare nei suoi piatti una riflessione e una rappresentazione del Mediterraneo.

16) AM par Alexandre Mazzia, Marsiglia, Francia | €395

Restaurant AM

Johnathan Thevenet

Nel ristorante che porta le iniziali del suo nome, Alexandre Mazzia ha impresso le sue esperienze personali, i viaggi e l’audacia. 3 stelle Michelin guadagnate con una cucina identitaria che fonde il pescato del Mediterraneo, l’esaltazione del vegetale e le influenze africane. Lo chef ha infatti vissuto in Congo fino all’età di 14 anni.

15) Epicure at Hotel Le Bristol, Parigi, Francia | €395

Epicure Paris

Ancora un ristorante d’hotel, Epicure si trova nel bellissimo Le Bristol nel cuore di Parigi. Dal 1925 questo ritrovo di eleganza ha sede in Rue du Faubourg Saint-Honoré. Il ristorante 3 stelle Michelin è in mano allo chef Éric Frechon con il suo stile tipicamente francese. Notevole che all’interno della stessa struttura ci sia un altro ristorante, 114 Faubourg, che ha 1 stella Michelin, un giardino francese, il Café Antonia e un cocktail bar, Le Bar du Bristol.

14) Plenitude at le Cheval Blanc, Parigi, Francia | €395

Plenitude

Altro giro, altro hotel di grande lusso. Stavolta è le Cheval Blanc nella sua sede parigina. Lo chef Arnaud Donckele può contrae su 3 stelle Michelin e sul pasticciere Maxime Frédéric. Pur essendo all’interno di una struttura di grande lusso, Donckele ha voluto puntare sulla stagionalità e su succhi, zuppe, brodi, creme, emulsioni e vinaigrette alla ricerca di una vera concentrazione di sapori.

13) Alléno Paris au Pavillion Ledoyen, Parigi Francia | €395

Alléno Paris

Lo splendido padiglione Ledoyen è considerato uno dei ristoranti più longevi di Parigi, aperto per la prima volta addirittura nel 1779. Il posto è inoltre noto per aver accolto gli incontri, i pranzi e le cene di personaggi che hanno fatto la storia come Marat, Degas, Monet, Zola e Robespierre. Oggi la struttura, che si trova nella parte est degli Champs-Élysées ospita il ristorante premiato con 3 stelle Michelin dello chef Yannick Alléno, uno degli chef francesi più famosi al mondo.

12) Le 1947 a Cheval Blanc, Courchevel, Francia | €395

Le 1947 Cheval Blanc

Per Cheval Blanc le stelle Michelin non sono un fattore di poco contro (abbiamo trovato la sede parigina sempre in questa lista, con i menu a degustazione curiosamente allo stesso prezzo). Lasciamo la grande città per trasferirci tra montagne innevate, piste da sci, SPA e camere rivestite in legno. Le 1947 è il ristorante gestito dall’executive chef Yannick Alléno, che ha fatto guadagnare all’insegna le 3 stelle Michelin.

11) Maeemo, Oslo, Norvegia | €400

Maaemo

Lo chef Esben Holmboe Bang ha ricevuto nel 2016 tre stelle Michelin per il suo ristorante a Oslo (anche se lo chef è in realtà di origine danese). Proprio alla Norvegia è dedicata la sua cucina, che punta su ingredienti naturali, crudi e manipolazioni tecniche che puntano a mettere in tavola il meglio di questa terra ancora sconosciuta.

10) The Fat Duck, Londra, Regno Unito | €409

Sound of the sea, Fat Duck

Più che a Londra nel Berkshire, ai confini della capitale inglese, si viene per provare la cucina dello chef star Heston Blumenthal. Il ristorante si trova all’interno di una vecchia casa del sedicesimo secolo che anticamente proponeva una cucina da pub. Il ristorante The Fat Duck è arrivato nel 1995 e si è fatto subito notare per il suo stile creativo e originale. Già nel 2004 raggiunge la terza stella Michelin.

9) Ynyshir, Eglwys Fach, Galles | €409

Gareth Ward Ynyshir

Il nome di un quartiere, di una squadra di calcio e del più importante ristorante del Galles messi insieme: Ynyshir. Il ristorante di Gareth Ward promette scintille, accogliendo pesce e carne di qualità superba e il sapiente uso del fuoco nelle sue cucine. 2 stelle Michelin, si può anche rimanere a dormire e godersi questa parte di Galles a pochi kilometri dalla costa e dal mare d’Irlanda. Per rendere l’esperienza ancora più eccentrica, si può pernottare in un Tipi.

8) Hof van Cleve, Kruisem, Belgio | €410

Hof Van Cleve

Ingredienti locali e freschi ed eccellenti materie prime internazionali si fondono nella cucina di Peter Goossens, 3 stelle Michelin da 18 anni nel 2022. Il ristorante è stato progettato da designer e artisti belgi che hanno lavorato sul concetto di unicità.

7) La Vague d’Or – Cheval Blanc, St-Tropez, Francia | €415

La Vague d'Or

Ancora Le Cheval Blanc, questa volta nella patria del lusso: Saint Tropez. All’interno dell’hotel si trova il ristorante La Vague d’Or dove lo chef Arnaud Donckele omaggia la riviera con un menu dedicato a carne e pesce, mare e terra. 3 stelle Michelin.

6) Alchemist, Copenaghen, Danimarca | €470

Alchemist

Uno di quei posti da “once in a lifetime”, almeno una volta nella vita. La cucina dello chef Rasmus Munk è divenuta famosa in tutto il mondo per la spettacolarizzazione e la struttura narrativa a cui è affidata. In una sala strabiliante viene servito un menu di 50 portate suddivise in 5 atti diversi. La stessa guida Michelin che assegna a Munk 2 stelle sottolinea la complessità esecutiva dei piatti.

5) Le Cinq, Parigi, Francia | €480

Le Cinq Parigi

Si vede che per i francesi il lusso non è mai abbastanza, così quello da offrire ai propri visitatori. Le Cinq è il ristorante che si trova all’interno del Four Season George V Hotel di Parigi, 3 stelle Michelin con la cucina dello chef Christian Le Squer che punta ad offrire il meglio della gastronomia francese nella sua declinazione moderna e classica più pura. In foto uno dei signature dish: gli spaghetti gratin con tartufi e carciofi.

4) Arpège, Parigi, Francia | €490

Arpege Salon

“Per me l’inverno è una cucina a base di sedano, porri, topinambur, zucca, barbabietole e pere” ha detto Alain Passard, che ha messo dal 2000 il vegetale al centro della sua cucina e della sua tecnica gastronomica, sostenuta da due orti proprietari che forniscono il tessuto vegetale della sua gastronomia. Il menu di terra e di mare costa 490 euro.

3) Guy Savoy, Parigi, Francia | €570

Guy Savoy

Guy Savoy è lo chef che dà il nome al ristorante collocato all’interno dell’Hôtel de la Monnaie sulle rive della Senna. Spettacolari le sei sale diverse che ospitano opere d’arte autentiche e da esse prendono nomi specifici. Non stupirà di trovare oltre a menu degustazione composto da 13 portate (o qualcosa in più, scrivono giocosamente sul sito) anche la carta da cui attingere per singoli piatti.

2) Ciel Bleu at Okura, Amsterdam, Paesi Bassi | €595

Ciel Blue Restaurant

La cucina dello chef Arjan Speelman ha trovato casa all’ultimo piano dell’hotel Okura di Amsterdam. La struttura punta all’ipermodernismo, così il ristorante che gode di una vista spettacolare sulla città. Il menu è intriso di varie suggestioni, tra classicismo e influenze da tutto il mondo, per un’esperienza completamente internazionale.

1) Sublimotion, Ibiza, Spagna | €1,500

Sublitomion Ibiza

In cima alla lista dei ristoranti più costosi d’Europa, c’è il Sublimotion di Ibiza. Il ristorante si trova all’interno dell’Hard Rock Hotel di Ibiza e ospita lo chef Paco Roncero (2 stelle Michelin). Riservato a soli 12 posti, Sublimotion promette di stupire unendo la ricerca gastronomica alla tecnologia e alla spettacolarizzazione, per una cena che diventa evento e appuntamento imperdibile.