di Nunzia Clemente 27 Gennaio 2016
cinema ristorante

Sul grande schermo si consumano pasti memorabili. Alzi la mano chi non ha mai desiderato attovagliarsi con i protagonisti di un bel film, specie quando sembrano godersela abbastanza.

Insomma, non si vive di soli pop corn o dello slurp di un gelato trangugiato di nascosto.

Se siete dell’avviso in alto i calici: il menage à trois tra voi, il cinema e la buona cucina sta per compiersi grazie al restauro del cinema Anteo di Milano, che diventerà il primo cinema-ristorante d’ Italia. Più evoluto rispetto a un progetto precedente realizzato al cinema/teatro HART di Napoli.

Il neonato Palazzo del Cinema raddoppierà gli spazi, per un totale di 5000 metri quadri – passando dalle 4 sale attuali a 10.

La sala-cinema, con venti posti numerati, sarà dotata di servizio ristorante: via del tutto le poltrone per fare spazio ai tavoli. Ancora da decidere se lunghe tavolate ispirate al social food, oppure tavoli più piccoli per favorire l’intimità che il cinema regala.

Ma la sala cinema, per quanto innovativa, non è la sola connotazione culinaria del Palazzo del Cinema, che ospiterà un caffè letterario, un sushi bar e laboratori didattici per le scuole, proprio come accade a Berlino e Chicago.

Il progetto è stato possibile grazie al recupero degli spazi adiacenti al cinema Anteo, con un contratto d’affitto della durata di 28 anni e un canone di locazione di 180 mila euro per i primi tre anni e di 245 mila euro per i successivi.

L’investimento previsto dalla società Anteo per la riqualificazione degli spazi è di 4 milioni di euro, la fine lavori per il Palazzo del Cinema è prevista a settembre 2017. Nel frattempo l’Anteo resterà aperto.

[Crediti | Link: Corriere della Sera]