I filetti d’acciughe sono il prodotto migliore del mondo: il Buonappetito

I filetti di acciuga salati sono il prodotto migliore del mondo. Chi lo dice?

Un importante centro di ricerca? Un sondaggio planetario? No, la fonte è: io.

D’accordo, non sono il MIT, non sono la Doxa, ma ne sono arciconvinto: i filetti di acciughe sono l’alimento migliore che ci sia.

Lo dico da piemontese d’adozione, ché non ci sono preparazioni migliori della merenda sinoira – le “tapas” regionali – delle acciughe al verde e dei peperoni con la bagna cauda.

[Acciughe: Prova d’assaggio]

Lo dico da ligure d’origine, ché quando passano i banchi d’alici se ne pescano a tonnellate, le signore le mettono nelle “arbanelle” con il sale e la pietra sopra, per far loro rilasciare i liquidi, ed è un rito meraviglioso. Lo dico da “limontese”, cioè da chi vive tra Liguria e Piemonte, tra le quali anticamente correva la “Via del sale” (cui ancora è dedicata la bella manifestazione omonima: trovate tutto su www.viadelsale.org).

Lo dico da nipote di campani, ché le alici sono la tradizione e non c’è piatto più semplice e squisito d’uno spaghetto con un’acciuga e un po’ della colatura che ha reso celebre Cetara. Lo dico da siciliano per passione, ché secondo me si fa tanto parlar di quelle del Cantabrico ma quelle cresciute tra Trinacria e Calabria sono le migliori del mondo.

[Acciughe: 5 errori che facciamo spesso]

Insomma: l’acciuga salata unisce l’Italia, dal Piemonte fino a Terrasini, dove ieri sera a TEN -Terrasini Event Night, ne ho mangiata una squisita servita su una burrata dallo chef pugliese Felice Sgarra.

Io ne mangio tantissime, almeno una volta la settimana. Ogni tanto qualcuno mi chiede: ma non ti mettono sete? Personalmente rispondo: e il vino cosa l’hanno inventato a fare?

Luca Iaccarino

10 luglio 2018

commenti (12)

Accedi / Registrati e lascia un commento

    1. Festano ha detto:

      Ci sono gli haters anche contro le acciughe!

    2. Andrea ha detto:

      “haters”… esistono persone con gusti diversi e le acciughe NON rappresentato ogni regione d’Italia.
      Inoltre, noto dai commenti che nemmeno favoriscono l’intelligenza delle persone

    3. Festano ha detto:

      Ma per carità…ci mancherebbe.
      Non fanno molto per l’intelligenza, ne convengo e ne posso dare testimonianza personale….però hanno effetti percepibili sul senso dell’ironia e la rilassatezza nel confronto dialettico.

  1. Ganascia ha detto:

    Le merende migliori della mia infanzia: pane burro e acciughe portate da una famiglia di genovesi che moaI nonna teneva in un barattolo di vetro al fresco in cantina.

  2. Lucrezia ha detto:

    Quando vado per lavoro in USA e sento, in pizzeria, “No anchovies” li guardo come alieni. Da piemontese/napoletana, il mondo non sarebbe lo stesso. Pane burro e acciughe sono il nirvana

  3. Emanuela ha detto:

    Ho sempre tentato di mangiarle, ma niente, ogni volta mi trovo costretta a sputarle. All’inizio credevo fosse un fatto di qualità delle acciughe, poi ho scoperto di non tollerare nemmeno quelle cantabriche, per cui è accertato che le acciughe proprio non fanno per me.
    Il problema è che se finiscono sulla pizza o altrove, poi non riesco a mangiare neanche quel piatto

  4. wana58 ha detto:

    Sono, d’accordo, una cosa davvero sublime; un panino morbido e tiepido, burro d’alpeggio e filetti d’acciuga…what else? (cit.)

  5. Orval87 ha detto:

    Concordo, un ingrediente unico e versatilissimo, oltre che buono (quando di qualità).
    Io le ho sempre in casa, pure la colatura (solo quella di Cetara, ultimamente nei supermercati ho visto alcune bottigliette fatte in Croazia…)

  6. renato angelillo ha detto:

    da sole o come esaltatore di sapore per piatti di pesce in particolare, sono il sale organico più buono che esista.

«