di Valentina Dirindin 4 Febbraio 2021
masterchef italia 10

Il problema, sedendosi a guardare l’ottava puntata di Masterchef Italia 10, è grande. Intanto perché ho esaurito i pop corn. Me li sono sgranocchiati uno via l’altro mentre mi godevo l’avvincente querelle scoppiata tra Ernst Knam e Iginio Massari sul temperaggio del cioccolato, dopo la fallimentare prova proposta dal Maestro alla Masterclass nell’ultima puntata.

Una guerra a colpi di Instagram stories che, più che come si tempera il cioccolato, ci ha insegnato che per diventare il re dei dolci la dolcezza te la devi proprio dimenticare.

Ma torniamo a Masterchef. Che ne sarà del mio programma preferito, adesso che ha raggiunto l’apice e non può che andare verso una lenta e inesorabile discesa? – pensavo mentre accendevo svogliatamente la tivù.

E poi, in una puntata che mi butta pure lì l’eliminazione di due dei miei concorrenti del cuore (attenzione SPOILER), Cavolini e Valeria, arriva alla fine, meravigliosa e inaspettata, la notizia che il protagonista della prossima puntata sarà Jeremy Chan. L’ultrafigaggine fatta chef. Uno che, quando gli chef hanno improvvisamente iniziato a essere catalogati come nuovi sex symbol, s’è guardato intorno e s’è fatto una risatina e ha pensato al suo futuro con la stessa ansia da prestazione che deve avere Mario Draghi all’idea di sostituire Di Maio e Toninelli.

Grazie Masterchef Italia, per questo super TOP al novantesimo. Ora vado a dormire felice, e mi sa tanto che a sto giro non mi sogno Locatelli.

TOP

Aquila superstar

aquila masterchef italia 10

Aquila l’equilibrato. Era fuoco, ma ha imparato a dominarlo, dice. Il problema è che non l’ha fatto sapere alle altre tredici personalità che abitano il suo corpo. Aquila il diabolico, che depista Francesca che tentava di copiarlo nell’Invention Test, facendo dei passaggi del tutto inutili alla ricetta che lei inevitabilmente ripete, sbagliando.

Aquila il magnanimo, che aiuta i compagni quando c’è bisogno: un po’ di carota qui, un po’ di bastone là, senza mai esagerare.
Non smetterò mai di ripeterlo: ‘sto qua s’è presentato fingendo di essere un fenomeno da baraccone, uno di quelli che fanno tanto colore durante le selezioni, e invece, zio bricco cantautore.

Eh?

masterchef italia 10

“Ma non ti conviene nappare la carne?”
“Cos’è che c’è intorno ai fagioli? La bufala??” “Noo, la muffa!”

Questa è stata la puntata delle facce di chi non capisce quel che gli si dice. Ma nessuna faccia è eloquente come le mille espressioni di Francesco mentre lo chef Giacomello gli spiega i suoi piatti.

Maxwell “Jep” Gambardella

masterchef italia 10

Ce lo immaginiamo, il caro vecchio Maxwell, a fare il barbecue sul terrazzo della sua casa di Roma. Lui non vuole solo partecipare alle esterne, lui vuole avere il potere di farle fallire.

Eduard

eduard masterchef italia 10

Come si fa a non volere bene a Eduard? Uno di quelli che ce la sta facendo. È stato attento, non s’è perso in beghe – a differenza di Iginio Massari ed Erns Knam, per dire – , ha studiato e ora sta andando alla grande, prendendosi più di qualche soddisfazione.

L’erba della giovinezza

masterchef italia 10

Tra le erbe ed erbette usate dallo chef Terry Giacomello, ce n’è una un po’ sospetta, fa notare Cannavacciuolo. E fu così che si scoprì che il laboratorio del Ristorante Inkiostro altro non era che una copertura alla Walter White.

Gli scagliozzi

masterchef italia 10

Mio marito, pugliese, insiste da mezz’ora perché io scriva che a far vincere l’esterna alla squadra rossa sono stati gli scagliozzi di Jia Bi, che in questa prova ha ritrovato la sua anima barese.

Monir

masterchef italia 10 monir

Ho seriamente temuto di perderlo, in questa puntata, Monir, il marocchino che parla marchigiano e che tanto mi ricorda mio figlio quattrenne piemontese che parla marchigiano. E invece lui, con una buona dose di faccia di tolla, s’è offerto volontario per salire in balconata, e i colleghi così hanno fatto, votando tutti per la sua salvezza prima del Pressure Test. “È la prima volta che vedo il capitano che affonda la barca e poi si salva”, dice Locatelli, dimenticandosi di un celebre precedente di nome Schettino.

FLOP

Suicidio di massa

masterchef italia 10

Un astuto venditore offre a Peter Griffin una barca o, in alternativa, una “scatola misteriosa”. “È impazzito?”, gli dice Lois, “certo che prendiamo la barca!”. “Non precipitiamo le cose, Lois. Certo, una barca è una barca, ma dentro la scatola misteriosa può esserci qualsiasi cosa, pure una barca: lo sai quanto ci piacerebbe avere una barca!”, dice Peter rinunciando alla barca per “due stupidi biglietti per uno spettacolo di cabaret”.
Ecco esattamente quello che mi è venuto in mente quando l’80% della Masterclass ha deciso di suicidarsi scegliendo la Mistery Box a sorpresa.

La saggezza popolare

bruno barbieri masterchef italia 10

“Non hai messo sale?” “No, non ho messo sale!”. Voi forse non ci crederete, ma questo scambio di battute tra Eduard e Jia Bi si è ripetuto all’infinito a mo’ di disco rotto. Comprensibilmente, una cinese e un dominicano che parlano in italiano possono avere qualche problemino di comunicazione. Ma qui la faccenda mi sa che è più grave. Mancano le basi, ragazzi. Statemi ad ascoltare, che ora vi insegno una cosa. Io che arrivo da una famiglia numerosa, a prevalenza femminile, sono abituata alla cucina che diventa un caos di chiacchiericci, bicchieri da sorseggiare e ricette a otto-dieci mani. E la regola, sulla pasta, è una e una sola: sala chi cala.

Cristiano

i masterchef italia 10 cristiano

“Con tutti gli ingredienti che lo chef Giacomello ti ha dato, come hai fatto afare un piatto che non sa da niente?”. Eh, signori giudici, mancava la besciamella.

Don’t mess with Napoli

masterchef italia 10

“Ascolta Antonino – dice Locatelli quando Cannavacciuolo trasforma il “jai ho” di Jia Bi in “ vuagliò” – Napoli fa parte del mondo ma non tutto il mondo gira intorno a Napoli”. Tranquillo Giorgio, nulla di grave. Si sa che i Napoletani non sono per niente permalosi.

Valariaaaa

valeria masterchef italia 10

Mi mancarai, Valaria.

La carne

masterchef italia 10

La prova con la carne, a Masterchef, fa storicamente più danni che quella con Iginio Massari. D’altronde così li confondete, se prima gli dite che il futuro della cucina è vegetale e poi gli presentate un manzo gigantesco tagliato in mille pezzi.

Irene

irene masterchef italia 10

A Iridella alla fine vogliono bene un po’ tutti (e come potrebbe essere altirmenti?), e forse, al momento di scegliere chi salvare dal Pressure Test, il suo sarebbe anche stato il nome in pole position. Ma un attimo prima, del tutto inaspettatamente, non s’è morsa la lingua, giocandosi l’appoggio dei compagni. Ma come? Non hai mai detto una parola contro nessuno e un momento prima del voto che potrebbe salvarti decidi di inimicarti improvvisamente tutti. Quando si dice tempismo.

Federica

 masterchef italia 10

Ammettiamolo: abbiamo sperato tutti che il carré d’agnello di Federica non si cuocesse. In una parola: SIMPATICA.