di Valentina Dirindin 6 Marzo 2020
masterchef Italia 9; finalisti

Davide, la sorpresa di Masterchef. Maria Teresa, la cattiva del gruppo. Marisa, la bella e brava: eccoli i finalisti di Masterchef Italia 9. Quest’anno – non ci stanchiamo di dirlo – i personaggi a Masterchef erano perfetti, parte di una narrazione di cui un programma del genere ha assolutamente bisogno. Se gli autori sono stati magistrali nel selezionarli e nel raccontarli, i concorrenti hanno fatto la loro parte.

Parecchi i dissapori tra i concorrenti, Maria Teresa protagonista di (quasi tutti) i battibecchi. Ma non solo. È stata una gara concitata, e uno alla volta i concorrenti emotivamente impreparati sono crollati sotto la scure delle dinamiche televisive. E, sotto i riflettori, se le sono spesso dette di santa ragione. Ma a sentirli oggi, a giochi finiti, tutto sembra più sereno. Davide e Maria Teresa sembrano addirittura aver fatto pace, lui che sostiene di essere uscito anche a causa della strategia di lei, pur ammettendo che “sarebbe da ipocriti dire che io non avrei fatto lo stesso”.

masterchef Italia 9; finalisti

Ma è proprio l’atteggiamento sereno della (finora sempre perfida) Maria Teresa a stupire di più. O in fondo no, perché è quello che abbiamo sempre sostenuto: lei stava giocando una partita. Non era cattiva, era solo competitiva. Partita finita, è il momento delle strette di mano, e di dire addirittura che i tre concorrenti con cui è arrivata in finale erano tutte persone degne di stima, e quindi lei è “comunque contenta” per la vittoria di Antonio. Un po’ come quando stai guidando nel traffico e fai il dito medio al tuo vicino, ma una volta sceso dalla macchina sei quello di sempre, calmo, tranquillo, educato e gentile. Così, d’improvviso, rientrata nel mondo reale, Maria Teresa ha scoperto la diplomazia.

Davide è il più deluso, quello che è uscito prima della finalissima, ma forse questo traguardo, all’inizio, neanche se lo aspettava (nonostante tanti dei concorrenti usciti nelle puntate precedenti lo indicassero come un potenziale vincitore). A lui di questo percorso resta l’affumicatura (che gli ha “aperto un mondo”, a livello di tecnica) e una lezione: “certi atteggiamenti possono essere fraintesi”, in una situazione concitata e competitiva come quella gara, che fa uscire a volte “il peggio di se stessi”.

Il suo menu per la finalissima sarebbe stato incentrato sulla bassa temperatura e sui suoi viaggi, ma purtroppo si è “trovato davanti un dolce che era al di fuori della sua portata”, cosa che lo ha costretto ad andarsene a casa a un passetto da quel traguardo. Perché avrebbe dovuto vincere? “Per la mia passione per la cucina: quello era il mio punto forte”, dice.

masterchef Italia 9; davidemasterchef Italia 9; Maria Teresa

Maria Teresa voleva vincere più di tutti, non lo ha mai nascosto. Non può essere davvero felice, se non per il fatto di essere tornata a casa dal suo maritino e dal suo bimbo in arrivo. Perché perfino quando finiscono le ferie hai un po’ di voglia di tornare alla normalità, figurarsi dopo un tritacarne come Masterchef affrontato sempre a testa altissima. “Eravamo tutti lì per vincere, volevo farcela”, dice, senza mostrare però particolare invidia per Antonio. Maria Teresa al traguardo, come si è visto alla finale, ha tirato fuori il suo lato buono. Perché non si riesce a tenere il coltello tra i denti, se serve per cucinare. Anche se – spiega lei – sarebbero stati proprio la sua determinazione e la sua “voglia di farcela nonostante gli ostacoli” la sua carta vincente.

masterchef Italia 9; marisa

Marisa aveva una voglia di rivalsa: è entrata a Masterchef per dimostrare che non era solo un bel faccino con i capelli biondi. Su questo ci sentiamo di rassicurarla: ce l’ha fatta. A suo sfavore, però, come avevamo previsto nelle nostre scommesse pre-finale, ha giocato l’emotività: “è stato un momento di confusione totale. La voglia di fare tanto non mi ha permesso di essere lucida e di ragionare con istinto, e sicuramente ho sbagliato per questo dei passaggi. Non ho avuto le idee abbastanza chiare, sono arrivata in fondo un po’ troppo stressata e stanca”, ammette. E non è bastato il suo amore per la cucina che, a quel che dice, era il suo asso nella manica per arrivare alla vittoria.