Mappa: 22 bacari per non farsi spennare a Venezia

Venezia e i bacari: un connubio inscindibile. Per i gourmet ovviamente, non per chi “ama” farsi spennare a Piazza San Marco, o impattare ristoranti raccapriccianti, accecati dalla bellezza della città.

Vale una sola regola: abbandonate leggermente le strade del potere turistico e perdetevi nelle calli alla ricerca delle fioche luci dei bacari più sperduti. Tra un cicheto (piccolo spuntino economico a base di pesce, carne o verdure, stile tapas), uno spritz o un bicchiere di buon vino per ritemprarsi dalle lunghe camminate, potreste riscoprire una genuinità insospettabile.

Temete troppo di prendere “la sola”, che a Venezia va per la maggiore. Non c’è pericolo: grazie alla nostra mappa saprete visitare i veri bacari, le osterie tipiche di Venezia (alcune sono anche trattorie con bancone per cicheti), dove combattere il mito della città spenna-turisti.

All’Arco

osteria all'arco bacaroA due passi dal mercato del pesce di Rialto trovate alcuni tra i cicheti più famosi di Venezia, da accompagnare a ottimi vini (facciamo discreti), conditi dalla simpatia di cordiali osti.
Difficile, ma non impossibile, ordinare i famosi panini caldi con la senape e salsiccia di manzo bollito.

All’ArcoSestiere San Polo, 436, Venezia – 041 520 5666.

Al Mercà

osteria al mercàMinuscolo bacaro situato nella modaiola piazzetta ai piedi di Rialto è costituito da un bancone che dà direttamente sulla strada.
Ordinate polpette e bocconcini da innaffiare con una ricca selezione di etichette, specie venete, o con una bella birra fresca.

Al Mercà213, San Polo Fondamenta Riva Olio, Venezia – 346 8340660.

Al Timon

al timon bacaroPiccolo locale (a due passi dal Ghetto) diviso tra l’anima di bacaro (cicheti da urlo) e quella di ristorante, con la possibilità di offrire dei tavoli all’aperto e anche alcune sedute su un barcone strategicamente ormeggiato  nel canale di fronte all’ingresso. La sera gustatevi la cucina casalinga veneto-toscana, dove il pesce si accompagna a bistecche alla fiorentina preparate con tutti i crismi.

Al TimonSestiere Cannaregio, Fondamenta Ormesini 2754, Venezia – 041 524 6066.

Bacareto da Lele

bacareto da leleStorico locale per veneziani, mignon di nome e di fatto. In piedi davanti al bancone, opure sugli scalini di fronte alla chiesa dei Tolentini, si possono gustare mini-panini e vinelli sinceri, senza essere in un locale, ma con tutta Venezia intorno.
Super economico ma chiuso la domenica e i festivi.

Bacareto da LeleCampo dei Tolentini 183 – Santa Croce, Venezia.

Bacaro Risorto

bacaro risorto veneziaA un volo di piccione da Piazza San Marco un piccolo ambiente con pochi posti a sedere, dove è possibile ordinare abbondanti porzioni di baccalà fritto, e soprattutto una combinazione che non delude mai: spritz (ottimi) e sarde in saor. Affollatissimo anche la sera.

Bacaro RisortoCastello 4700, Fondamenta Osmarin, Venezia – 340 301 7047.

Bar ai Nomboli

bar ai nomboliBacaro sui generis, perchè qui si viene soprattutto per assaggiare i famosi tramezzini alla veneziani e gli inimitabili panini caldi, che hanno fatto entrare questo locale nella classifica delle migliori paninerie d’Italia. Ottima anche la cordialità del servizio.

Bar ai Nomboli – San Polo 2117c,  Calle dei Nomboli, Venezia – 041 523 0995.

Cantina Do Mori

cantina do moriLuci soffuse lungo bancone in legno antico a cui appoggiarsi per ordinare i ‘francobolli’, tramezzini dalle piccole dimensioni farciti con granchi, gamberetti e molto altro. Leggenda vuole che persino Casanova fosse un habitué di questo che è considerato uno dei bacari più antichi.
Arrivate presto all’ora dell’aperitivo perchè il locale non ha tavolini all’aperto.

Cantina Do MoriSestiere San Polo, 429, Venezia – 041 522 5401.

Cantina Do Spade

cantina do spade bacaroAntica e famosa osteria che serve fegato alla veneziana,  sarde in saor, baccalà mantecato e le rinomate seppie da accompagnare con un vino bianco o rosso, oppure con un fresco boccale di birra veneta com’è la storica Pedavena.
È possibile fermarsi per assaggiare i piatti di cucina seduti ai tavoli.

Cantina Do Spade
San Polo, 859, Venezia – 041 521 0583.

Cantina Vecia Carbonera

cantina vecia carboneraGià vecchia bottega di carbone, oggi è un bacaro veneziano con ottimi prezzi dove provare i carciofini e i cicheti (come quelli al gorgonzola con mascarpone o porro) abbinati a un bicchiere di Merlot.
Comodo da raggiungere a ridosso di Strada Nuova.

Cantina Vecia Carbonera2328, Cannaregio, Venezia – 041 524 2388.

Cantina di vini già Schiavi (Al bottegon)

canrtne del vino già schiavi al bottegonCicheti curatissimi, con cruditée e ostiche che occhieggiano sornioni da dietro il bancone.
Un’istituzione veneziana, tramandata da due generazioni dei membri della famiglia Gastaldi, abili osti che propongono più di 30 etichette indicate sulla lavagna appesa ai muri.

Cantina di vini già Schiavi (Al Bottegon)Fondamenta Nani, 992, Dorsoduro Venezia – 041 523 0034.

Enoteca Do Colonne

enoteca do colonneImponente la vetrina di questa enoteca che strabocca di cichetti di ogni tipo: ci sono baccalà fritto,  piccoli panini e tramezzini. Atmosfera tipica associata a un prezzo contenuto, persino il vino della casa è piacevole e gustoso.

Enoteca Do Colonne
Sestiere Cannaregio 1814, Venezia 041 524 0453.

La Cantina

la cantina bacaroSosta perfetta sulla strada che porta dalla stazione ferroviaria (Piazzale Roma) a Piazza San Marco dove bere vini e ingurgitare piacevoli cicheti di pesce serviti da un oste di livello, rude al punto giusto come vuole la tradizione. È possibile anche sedersi per assaggiare una solida cucina espressa, con cappelletti, vellutate di zucca e piatti di pesce e carne dai prezzi equilibrati.

La CantinaStrada Nuova, Cannaregio 3689, Campo San Felice, 30121 Venezia – 041 522 8258.

Muro Venezia Rialto

muro rialto veneziaBacaro moderno nell’animata movida di Rialto (con alcuni tavoli sulla piazza), dove potersi fermare per uno spritz o un cicheto circondati da buona musica e atmosfera cordiale. Al piano superiore c’è  il ristorante, chiuso durante il periodo invernale.

Muro Venezia Rialtovia San Polo 222, Venezia – 041 241 2339.

Naranzaria

naranzariaStrategicamente posizionata in campo Erberia nei pressi di Rialto, è uno dei bacari con la vista più bella che spazia direttamente sul Canal Grande. Cicheti di tutti i tipi (2 euro l’uno), al salmone, baccalà e tonno, sorseggiando un buon spritz o una fresca birra.

Naranzaria Sestiere San Polo, 130, Venezia, Italia.

Osteria Al Ponte ‘La Patatina’

osteria al ponte la patatinaUno de bacari più famosi che è anche trattoria di pesce ad un prezzo umano per i canoni veneziani. Qui non si viene solo per i cicheti, ma per assaggiare la mitica frittura. Di mare e non.

Osteria Al Ponte ‘La Patatina’ – Calle Testa, Venezia, Italia  – 041 528 6157

Osteria Al Portego

osteria al portego bacaroTrattoria con banco cicheti di classe (da degustare in piedi, i tavoli sono riservati alla cucina) declinati sia nell’ambito pesce che carne. Locale per giovani, con piacevole sottofondo musicale, ma dove la qualità della cucina non abdica.

Osteria Al Portego – Calle della Malvasia, Castello San Lio 6014, Venezia – 041 522 9038

Osteria Alla Ciurma

osteria alla ciurma bacaroA due passi da Rialto (lato Piazzale Roma) notevole varietà di cicheti  da abbinare a leggeri fritti e bruschette con pesce. Validi i vini sulla lavagna,  ma la menzione d’onore va alle polpette di tonno: assolutamente da provare!

Osteria Alla Ciurma – Calle Galeazza 406, San Polo, Venezia – 340 686 3561

Osteria Alla Staffa

osteria alla staffa bacaroPiccola trattoria con pochi posti a sedere, dove ci si ferma anche per un buon cicheto (1,50 euro l’uno, con proposte come nervetti, spienza, baccalà, salumi e formaggi) da accompagnare ad un calice di vino. Soprattutto a un Prosecco.

Osteria Alla Staffa – Sestiere Castello, Calle Ospedale 6398, Venezia – 041 523 9160

Osteria Alla Vedova Ca’ D’Oro

osteria alla vedova d'oroOggi si chiama Ca’ D’oro ma per tutti rimane Alla Vedova. In pieno centro uno dei bacari più conosciuti da veneziani e non, dove ci si ferma per assaggiare le mitiche polpette calde, croccanti ma allo stesso morbide. Arredamento classico con legno a profusione e paioli in rame che penzolano dal soffitto, per una trattoria con banco di cicheti, dove poter ordinare anche alcuni piatti. Su tutti gli spaghetti alla busara o le sarde in saor

Osteria Alla Vedova Ca’ D’oro – Cannareggio, 3912, Venezia – 041 528 5324

Osteria Bancogiro

osteria bancogiroRistorante moderno sorto ai piedi del ponte di Rialto sotto i portici del ‘Bancogiro’, dove i ricchi veneziani mandavano i servi a pagare e incassare i debiti per non dover maneggiare loro il vile denaro.
È possibile assaggiare al bancone i ricercati cicheti preparati dallo chef  Jacopo Scarso o dedicarsi ai piatti della cucina, seduti comodamente ai tavoli.

Osteria Bancogiro – Campo San Giacometto, San Polo 122, Venezia  – 041 523 2061

Ostaria Do Zemei

osteria dai zemei bacaroOrdinate uno spritz (abbondante) insieme a qualche cicheto (al costo di 1,80 -2 euro l’uno) o a qualche piccolo panino e soffermatevi a osservare le foto appese alle pareti, scoprirete il perché del nome nell’insegna. Sono tutte foto raffiguranti coppie di gemelli, che qui ovviamente si sentiranno a casa, allietati da un offerta gustosa sulle note della musica classica.

Osteria Dai Zeméi – San Polo, 1045, Venezia, Italia  – 041 520 8596

Trattoria Da Fiore

Fiore, veneziaTrattoria con banco cicheti dove le sarde e il baccalà valgono una sosta. In ogni caso è possibile trovare tutto il repertorio classico veneziano con fritture di pesce e verdure, polipetti, spienza, e altre bontà di stagione.

 

 

 

Trattoria Da Fiore – 3461 Calle De Le Botteghe San Marco, Venezia

[Crediti: venezia today | immagini: restaau, venezia today, venice daily photo, nanmcelroy,  alloggi barbaria, bamini a venezia, 2spaghi, globOblò, yelp, italia straordinaria,   i sapori di b.files, in venice, food lovers odyssey, wedding bee]

Andrea Soban Andrea Soban

4 marzo 2014

commenti (19)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Post tra i più interessanti, utili e piacevoli che ho letto su Dissapore. Grazie, perché tra non molto mi devo recare proprio a Venezia.

    1. il paradiso perduto e al remer è d’obbligo una tappa!

    2. il paradiso perduto è più trattoria però

  2. “Fritolin Haute Cuisne” potrebbe essere il nome di “Acqua & Mais” sul percorso che collega campo san Polo con Rialto.
    Street food … finger food … ma che classe nella scelta degli ingredienti e nella raffinatezza delle preparazioni.
    Un pasticcio di pesce sublime e persino quaglie ripiene, ma volendo leggerissimo e croccante ‘scartosso de pesse e verdure’. Non economico, però eccezionale.

    1. Ops, qui sopra erore di stOmpa. “Fritolìn Haute Cuisine” : è corretto, suona meglio. E fa persino rima 🙂

    2. Fantastico Acqua e Mais, ci sono stato giusto qualche giorno fa!

  3. Meritano attenzione anche l’osteria al Vecio Marangon, la Bifora, il Remer (nascostissimo ma vicino a Rialto, dà su un campiello affacciato sul Canal Grande, forse merita più il posto del cibo, che comunque è nella media), e El sbarlefo.

  4. al prosecco in campo san giacomo , spritz fantastico,piatti con degustazione di formaggi , salumi o pesce di altissima qualita’. ottimi anche i panini e in piu’ posizione meravigliosa.

    1. e che ne dite de “ai osti”? Si trova in Corte dei Pali Testori, giusto un pochino all’interno della Strada Nuova. A me piace da matti! Cucina semplice e economica.

  5. Da veneziano confermo in toto: alcuni non sono molto economici, come I Do Mori, ma sono irrinunciabili per atmosfera e storia.

    Aggiungerei Al Diavolo e L’Acquasanta, Ruga Rialto detta Letizia, entrambi in Ruga Rialto, e Promessi Sposi alla Ca’ D’Oro non lontano dalla Vedova.

  6. Dimenticavo: i cicchetti non si mangiano seduti a tavola, ma uno o pochi più alla volta accompagnati dall’ombra de vin.
    A tavola apparecchiata si siedono solo i turisti.

    1. non per niente al Nord Est ci si appoggia al bancone per un bicchiere (di quello che vuoi…vino, spritz, birra o quel che sia) e si muore lì 😉

  7. Prima di tutto, è GRANDE Venezia per questa tipologia di locali che non esiste da nessuna parte.
    Se stessi a Venezia mi farei spesso il giro dei bacari,
    consumando da ognuno quello che mi piace quel giorno e componendo un pasto … a più mani.

    Ai Veneziani: è vero che non tutti i locali sono storici?,
    ma aperti recentemente, con quell’aria di antico ?

    Quanto “questo” può incidere sulla “degustazione” nessuno può dirlo.
    (Perchè la degustazione è “ancora” un “mistero”)(di Gillo)

  8. Con tutti gli altri indirizzi inseriti, in totale quanti bacari ci sono a Venezia?

  9. Questo articolo e´ semplicemente fantastico!! Grazie!! 🙂
    Se posso permettermi…ho bisgno del vostro aiuto!!! Io vivo in Germania (ma sono veneta!! 😀 ) a Dicembre devo venire a Venezia per lavoro con un paio di colleghi tedeschi e giovani che amano scoprire nuovi posti e divertirsi..!!!
    Ho pensato che forse a dicembre il tempo non e´ die migliori e la soluzione “Bacaro”era la piu´ quotata!!
    Ora vi chiedo: Potete, perfavore, indicarmi i 3/4 migliori Bacari non troppo lontani tra loro?

    Se lo fate mi salvate la giornata!! hihi 🙂

    Grazie in anticipo a tutti i veneziani in diretta!!! 😀

    Genny

«
Privacy Policy