di Chiara Cajelli 19 Dicembre 2019
dieta-dei-legumi-5-kg-in-una-settimana

Premetto immediatamente che in questo articolo non si intende minimamente screditare l’importanza dei legumi nell’alimentazione, né le loro proprietà. Si intende semmai screditare la dieta dei legumi, l’ennesima che promette 5 kg in una settimana e che non è supportata da chissà quale argomentazione medico-scientifica. Quindi sì: i legumi sono perfetti per una dieta sana e bilanciata e seguita da un nutrizionista; tuttavia, al contempo, no: i legumi, per quanto siano un cibo spettacolare, non possono portare a simili risultati.

Legumi: proprietà

I legumi sono alleati del nostro benessere e sono fondamentali per trovare una valida alternativa alla più classica fonte proteica costituita da carne e pesce. Inoltre, sono ricchi di sali minerali , di ferro e calcio. Forniscono molta energia anche in previsione di attività sportiva. Per integrarli in maniera corretta (che siate onnivori, vegani o vegetariani) è però necessario farsi consigliare da un nutrizionista, essendo i legumi anche ricchi di amido e zuccheri.

Le regole

Una dieta in cui i legumi son protagonisti può essere piuttosto facile da seguire, se settata da un nutrizionista che abbia valutato prima le condizioni fisiche del paziente. In ogni caso, nessuna dieta al mondo è in grado di far perdere in modo sano 5 kg in una settimana (laddove sarebbe forse troppo perderne 5 in un mese). Comunque, le “regole” legate a questa fantomatica dieta dei legumi sono:

  • 130 g di legumi al giorno farebbero perdere circa 350 g al giorno (non si sa secondo quale principio scientifico o rituale sia possibile);
  • oltre ai legumi – che sono comunque un’eccellente fonte proteica – è necessario seguire una dieta ipocalorica che non escluda carboidrati né carne (ok, quindi alla fine è un’altra dietona ipocalorica)

I chili non si riprendono

La cosa che alletta ancor di più lettori e lettrici è che la dieta dei legumi non solo permette di perdere una marea di chili (di grasso? Di acqua? Di muscoli? Di cosa?) in pochi giorni, ma promette anche di non far recuperare i chili persi. Questa è un’altra cosa che si fonda sul nulla, non tanto perché non possa essere vera in senso generale (non sono un medico, quindi mi appello a chi lo è) ma perché si parla di tempistiche davvero troppo corte per ottenere anche il risultato più piccolo.

Il senso di sazietà

Più leggo articoli che elogiano la dieta dei legumi, più mi accorgo che, alla fine, si arriva sempre allo stesso punto: i legumi saziano, quindi hai meno fame, quindi mangi meno, quindi dimagrisci. Quindi è tutto qui? Potrei dunque ottenere lo stesso effetto bevendo 6 litri di acqua se lo scopo è sentirsi più sazi per tener chiusa la bocca.

Alla fine, è una dieta iperproteica

Una cosa che mi ha stupito molto è che questa dieta suggerisce spesso, nello stesso pasto, due o tre fonti proteiche diverse: legumi e carne o pesce. Non sono nessuno – per carità – ma che io sappia non è mai tanto utile unire due fonti proteiche diverse… inoltre, alla fine, non è altro che una scelta volta all’iperproteico.

Menù di esempio

In un giorno, ecco un esempio di dieta dei legumi per perdere 5 kg in una settimana. Ribadisco che è un esempio generico, elaborato prendendo a riferimento diversi articoli di costume e bellezza che sul web parlano (purtroppo) in modo molto positivo di questa dieta:

  • colazione: yogurt magro + 1 frutto;
  • pranzo: insalata + uova sode + tonno + fagioli
  • cena: carne bianca con piselli + verdure salatate + fagioli o ceci

I vostri reni ringrazieranno.