di Cinzia Alfè 28 Aprile 2018

Vi sentite più tranquilli mangiando pomodori bio o acquistando formaggi light?

Giusto così, la tranquillità tuttavia ha un prezzo, visto che per i wurstel light o per le brioche senza lievito, giustamente di moda oggi, spendiamo in media il 47% in più dei loro omonimi tradizionali, come riferisce Repubblica.

Il dato arriva da un recente studio dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, da cui è risultato che tutti questi prodotti sono venduti a prezzi più elevati rispetto a quelli tradizionali, con maggiorazioni che arrivano anche all’82%.

[L’eterna lotta tra bio certificato e fai da te: quali sono le differenze]

Se per esempio si parla di un +53% per i wurstel light, cioè quelli con almeno il 30% di calorie in meno rispetto alla versione comune, per il latte senza lattosio il rincaro è “solo” del 39%.

Mentre si registra un + 23% per i biscotti light, un +20% per la maionese e +25% per le patatine in busta.

I rincari crescono di più nel mondo del bio, dove spicca un +96% per la farina, +87% per gli spaghetti, +58% per il biscotti e, soprattutto, un +116% per la passata di pomodoro, vale a dire più del doppio di quella tradizionale.

Ma sono i prodotti senza lievito a condurre la classifica delle maggiorazioni: le brioche confezionate senza lievito fanno registrare un +141%, i cracker +73%, le merendine +77% e i biscotti +135%.

[Le differenze tra bio, biodinamico, sostenibile e free-range]

La maggiorazione media dei prezzi per questa tipologia di prodotti è dell’82%, più elevata rispetto al 60% medio di aumento fatto registrare dai prodotti biologici, il +29% dei prodotti senza lattosio e il +18% medio dei prodotti light.

Ma l’attenzione per gli alimenti che si portano in tavola, in un’ottica di un’alimentazione sana e corretta, continua  comunque a crescere, senza contare la schiera di coloro che scelgono questi prodotti a causa di allergie o intolleranze alimentari, vale a dire circa 1.800.00 individui nel nostro Paese, secondo i dati del Ministero della Salute.

[Crediti | Repubblica]