di Chiara Cajelli 24 Agosto 2020
quante calorie insalatone

C’è chi esulta per il nuovo bugigattolo di poké che ha aperto sotto l’ufficio, ignaro dell’apporto di calorie giornaliero che andrà a sommare alla propria dieta e chi ordina un’insalatona, costantemente, privandosi oggi della piadina e domani della pietanza del giorno, in un loop infinito di pause pranzo tristi. Perché le “insalatone” – dove per insalatone intendiamo quel mix di lattughe, proteine e condimenti più o meno leciti che sostituiscono i pasti, definite piatti unici come si fa per la pizza e la parmigiana di melanzane – sono tristi. E caloriche.

Sappiamo bene che le calorie in una dieta sono rilevanti fino a una certa e, soprattutto, conosciamo gli inganni del nostro cervello. Una copiosa coppa di gelato alla frutta non è meglio di una coppetta gusto cioccolato; mettere le verdure grigliate sulla margherita non rende la pizza meno calorica; usare lo zucchero di canna non è più dietetico. Ecco: mangiare un’insalatona con avocado, ceci, mozzarella, alici crostini di pane tostati, semi di zucca e salsina light allo yogurt non sarà d’aiuto per la prova costume né per la fase detox di fine vacanze.

L’insalata – intesa come lattuga, facendo una media tra le sue tante varietà –  di per sé ha qualcosa come 70 kcal ogni 100 gr o giù di li, ma proprio per questo motivo può trasformarsi in una bomba.

Ecco quindi tutti i motivi per cui l’insalatona è una soluzione sopravvalutata, in caso la prepariate o ordiniate rinunciando a cosa ritenete meglio: cerchiamo di capire quante calorie hanno le insalatone, una per una, passando in rassegna i grandi classici.

Insalatona con mozzarella, olive, pomodori

insalatona pane olive

Tra tutte le insalatone esistenti al mondo – e ci vorrebbe davvero un menù di settemila pagine per elencarle tutte – non manca mai quella classica con mozzarelle, olive e pomodori:

  • olive: 140 kcal ogni 100 g;
  • mozzarella di bufala: 290 kcal ogni 100 g;
  • pomodori: 20 kcal ogni 100 g

Certo, in più son da calcolare i condimenti: il minimo sindacale di olio extravergine di oliva – 15 o 20 g – corrisponde a 150 kcal. Quindi, un’umile insalatona classica corrisponde a oltre 400 kcal.

E 80 grammi di spaghetti al pomodoro ne hanno meno… per dire.

Insalata greca

insalata-greca

L’insalata greca contiene cetrioli, olive (vedete sopra), pomodori e cipolle (calorie irrilevanti), parecchio olio extravergine, formaggio feta (250 kcal ogni 100 g). Not bad, simile all’insalatona precedente.

Ma c’è un MA gigantsco: spesso è accompagnata dalla salsa tzatziki a base di yogurt, olio e aglio: 200 kcal ogni 100 g. Quindi, oltre 400 kcal + altre 100 circa se con salsa…Sbam!

Insalata Nizzarda

insalatona crostini

Il concetto di insalata Nizzarda autentico si è un po’ ampliato nel tempo: da insalata semplice a una abbastanza sostanziosa e composta ora da pomodori, tonno, uova sode, a volte mais, verdure fresche. Tralasciamo le verdure fresche, che hanno poche calorie.

  • tonno sott’olio: 190 kcal ogni 100 g;
  • uova sode: 80 kcal ogni uovo medio di gallina;
  • mais in scatola: 90 kcal ogni 100 g

Aggiungiamoci quindi, anche in questo caso, le calorie dell’olio – che dev’essere abbondante – e arrotondiamo per includere insalata e verdure fresche: circa 400 kcal anche in questo caso, non se ne esce.

Caesar Salad

caesar salad

Ecco una delle insalatone più gustose in assoluto al mondo, e anche una delle più pericolose. Si tratta di una pietanza status di ogni Diner statunitense ma di origini italo-messicane: lattuga romana, Parmigiano, crostini di pane soffritti, dressing fatto generalmente con olio, uova, aglio e salsa Worcestershire. Nei tempi moderni è servita spesso anche con pollo alla griglia. O fritto.

  • crostini soffritti: 390 kcal ogni 100 g (in un’insalata ne andranno in media 40 g);
  • dressing: da 200 a 350 kcal ogni 100 g (nella Caesar salad ne vanno 60-80 g);
  • pollo: 100 kcal ogni 100 g grigliato, 500 kcal ogni 100 g da fritto;
  • parmigiano: 370 kcal ogni 100 g

Fa paura, vero, cercare di calcolare le calorie a porzione? Più o meno, tra tutto e NON contando il pollo fritto, siamo sulle 500 kcal.

Insalatona con patate lesse, salumi e carciofini

insalatona

Spesso, nelle insalatone ci mettono anche una patata lessa per rendere la cosa più sostanziosa e farci sentire forti del fatto che “così non mangio il pane”. Di solito, con le patate abbinano prosciutto o speck a listarelle, fagiolini o carciofini anche sott’olio.

  • patate: 80 kcal ogni 100 g circa;
  • carciofini sott’olio: 30 kcal ogni 100 g sgocciolati;
  • speck: 300 kcal ogni 100 g

Nell’insalatona di questo tipo, solitamente si mette anche un po’ di dressing che nella migliore delle ipotesi equivale a 100 kcal per 100 g. Quindi? Quindi, con olio e tutto, siamo sulle 350 kcal circa.

Insalata con salmone affumicato e avocado

insalata salmone avocado

Appagante, saporita, un piatto unico perfetto in ogni stagione… ma attenzione alle quantità, perché salmone e avocado – per quanto contengano grassi ottimi e siano spesso amici delle diete – sono di fatto calorici.

  • salmone affumicato: 180 kcal ogni 100 g;
  • avocado: 230 kcal ogni 100 g

Facendo i conti, anche mettendo circa 80 g di salmone e mezzo avocado (una porzione piccola insomma), siamo già a circa 250 kcal esclusi i condimenti e altri elementi.

Da questi spunti base, ovvero gli ingredienti e le combinazioni standard e più canoniche per le insalatone, potrete calcolare facilmente l’ammontare delle calorie della vostra preferita. Siamo curiosi, fateci sapere se d’ora in poi vi godrete una pizza…