di Chiara Cajelli 4 Maggio 2019
miami-beach-cocktail-spiaggia

L’atmosfera è proprio quella: il sole sta tramontando lasciando respiro dalla calura e lenendo le scottature prese durante la giornata, la spiaggia e il mare davanti a sè. Aggiungetevi palazzi lucenti, palme, accento romano e Carlo Vanzina e avrete ottenuto il set di Miami Beach, disponibile ora su Infinity per un anticipo dell’imminente estate. A proposito di tutto ciò, mi calo nella parte e parlerò di Miami Beach: 5 cocktail da bere in spiaggia.

[In collaborazione con Infinity]

Dato il film in questione, non posso non includere in questa top 5 i grandi classici, quelli anche un po kitsch se vogliamo o che erano in voga nel ’94.

miami-beach-cocktail-spiaggia

Long Island Iced Tea

Il suo nome dipende dall’aspetto finale, molto simile al tè freddo: risultato di un sapiente mix di alcolici quali vodka, rum bianco, gin, triple sec. A completare ci sono cola, succo di limone e sciroppo di zucchero. Non proprio un cocktail leggerino insomma, tuttavia molto interessante e presente sulle scene festaiole dagli Anni Settanta – momento in cui è stato lanciato, a Long Island New York. Per farlo, servono a persona:

  • 1,5 cl vodka;
  • 1,5 cl gin;
  • 1,5 cl triple sec;
  • 1,5 cl rum bianco;
  • 3 cl sciroppo di zucchero;
  • 2,5 cl succo di limone fresco;
  • 1 spruzzo di cola

Si serve in bicchiere alto, con ghiaccio a cubetti.

Cuba libre

Cuba Libera! Questo cocktail è il più classico in assoluto: lo si ama o lo si odia ma è onnipresente se si parla di serata in spiaggia. Si presenta di color scuro ed è a base di succo di lime, rum chiaro e coca cola. Si racconta sia nato durante l’indipendenza di Cuba dalla Spagna con l’aiuto degli States, ecco spiegato il connubio di bevande rappresentativo per entrambi i Pesi. Dosi:

  • 5 cl di rum chiaro;
  • 12 cl di cola cola;
  • 1 cl di succo di lime

Servire in highball e con ghiaccio.

Caipirinha

Un sapore unico, se fatto bene. Con la caipirinha – tipico coktail brasiliano – non potete sbagliare: cacahça, lime, ghiaccio tritato, zucchero di canna. Io l’ho conosciuto grazie a mio papà che, viaggiando per lavoro, tornò dal Brasile con la ricetta per questa alcolica bontà. Farlo è semplicissimo: con un pestello è necessario pestare per bene sul fondo del bicchiere lo zucchero con il lime a tocchetti, quindi si aggiunge il ghiaccio e infine la cacahça. Si serve in un higball oppure in un old fashioned. Le dosi? Eccole per una persona:

  • 6 cl di cachaça;
  • ghiaccio tritato;
  • mezzo lime;
  • zucchero di canna;

Ormai celeberrima anche la caipiroska, sua cugina più nordica dal momento che si sostituisce l’alcolico tradizionale con la vodka. Un’altra differenza è l’aggiunta di fragole al pestato iniziale a base di lime e zucchero di canna.

miami-beach-cocktail-spiaggia

Margarita

Uh che buono mamma mia. La particolarità più evidente e pazzesca di questo cocktail? Il sale sul bordo del bicchiere. Sì perché il sale chiama solo un alcolico: la tequila. Come i precedenti, anche questo cocktail è bello tosto ma è davvero difficile non amarlo. Inoltre, il suo nome significa “perla”. Farlo non è semplicissimo, dal momento che esistono diverse ricette, o meglio diverse proporzioni. Una delle più comuni è:

  • 2 parti di tequila;
  • 1 parte di Triple sec;
  • 1 parte di succo di lime

Prima di versarlo nel tipico bicchiere a sombrero, è necessario inumidire il bordo (tutto il diametro o una parte) con del succo di lime e fargli aderire uno strato si sale fino. Il mio amico Nicola, che ha un locale stupendo qui nel varesotto, fa in assoluto il più buon margarita che io abbia mai bevuto.

Sex on the beach

Un trionfo degli Anni Ottanta, questo cocktail beverino e dolce a base di vodka e di Peach Schnapps (un popolarissimo liquore alla pesca, statunitense). Semplice da realizzare, non fatevi però ingannare dal suo sapore piacevole e fresco: è una piccola bomba a mano, che smorza l’effetto “sex on the beach” sperato. Fatelo, in un tumbler alto:

  • 4 cl di vodka;
  • 2 cl di peach schnapps;
  • 4 cl di succo di cranberry;
  • 4 cl di succo d’arancia

Nel trailer di Miami Beach, se non sbaglio, si intravede anche il cocktail Angelo azzurro, ma direi che è davvero un po’ pesantino per essere incluso in questo novero da spiaggia!