Cuba libre cocktail, la ricetta con pochi ingredienti per un drink facile da fare

La ricetta del Cuba libre, il cocktail inventato per celebrare l'indipendenza di Cuba dalla Spagna e perfetto da fare a casa, senza strumenti particolari.

Voto medio lettori:
cuba libre cocktail ricetta

Il Cuba Libre, o Cuba libera, è un cocktail che era molto in uso negli anni Novanta, e che oggi è andato un po’ perdendosi, probabilmente per la presenza della cola, un ingrediente pop, che non si sposa bene con la renaissance del mixing raffinato a cui stiamo assistendo in questi anni. Cuba Libre è un cocktail di origine cubana, come il mojito, il celebre pestato che tra gli ingredienti conta rum bianco e lime, proprio come il Cuba Libre.

La leggenda dice che il Cuba Libre sia stato inventato da un soldato mercenario, accorso a Cuba per partecipare alla guerra di indipendenza dell’Isola dalla Spagna, e che, per festeggiare la vittoria, entrò in un bar e chiese un bicchiere di coca e rum; tuttavia questa leggenda è quasi certamente un falso, perché la Coca Cola fu importata sull’Isola qualche anno dopo la fine della guerra di indipendenza.

Il Cuba Libre è uno di quei cocktail che funziona bene a casa: ha pochi ingredienti e non necessita di nessuno strumento per essere preparato, nemmeno dello shaker. Per questi cocktail, che vengono “costruiti” direttamente nel bicchiere, si parla di tecnica “buit”; e per ottenere un risultato egregio ci sono pochissimi trucchi: raffreddare bene il bicchiere e non mescolare, in modo che il frizzante della cola rimanga il più possibile integro.

Per quanto riguarda il rum da usare, si può spaziare abbondantemente, approfittando per conoscere meglio questo distillato, tipico di Cuba e particolarmente amato negli ultimi anni, soprattutto nelle versioni “agricole”, che a differenza del rum industriale, fanno macerare l’intera canna da zucchero e poi ne distillano il risultato; mentre il rum industriale parte da un macerato di melassa di canna da zucchero.

Oltre alla differenza tra rum agricolo e industriale, il rum può essere invecchiato in molti modi: il rum bianco e il “primo livello”, ottenuto dalla distillazione del fermentato di canna da zucchero; poi ci sono i rum ambrati e scuri che invece, dopo la distillazione, eseguono un invecchiamento in botti di quercia, o in botti precedentemente usate per l’invecchiamento del bourbon, il whisky americano. Infine esiste la varietà dei rum speziati, non particolarmente adatti per questa ricetta, che vengono preparati con l’aggiunta di spezie e frutti alla macerazione (in genere vaniglia, cannella e limone).

Se amate i cocktail built, provate anche la nostra ricetta del Gin tonic.

Cucina: Cubana
difficoltà-ricetta Difficoltà: Facile
tempo-preparazione Preparazione: 5 Minuti
porzioni Porzioni: 1 Persona
prezzo Prezzo: Basso
kcal Calorie: 149 Kcal
opzione-alimentare Vegano
opzione-alimentare Vegetariano
ingredienti

INGREDIENTI

  • Rum bianco 5 cl
  • Cola 10 cl
  • Lime il succo 1 cl
  • Lime 1
  • Ghiaccio q.b.
copia-ingredienti COPIA LA LISTA

Come preparare il Cuba libre cocktail

ghiaccio nel bicchiere
1
rum versato nel bicchiere
2
cola per cuba libre versata nel bicchiere
3
 
1
 

Raffreddate il bicchiere riempiendolo di cubetti di ghiaccio, roteatelo leggermente perché tutti i lati siano ugualmente freddi e lasciatelo riposare 1 minuto.

 
2
 

Dosate il rum e versatelo nel bicchiere con il ghiaccio. Aggiungete anche il lime, spremuto e filtrato.

 
3
 

Aggiungete ora la cola velocemente, e senza mescolare per non permettere alla bevanda di sgasarsi. Servite subito con qualche fetta di lime come accompagnamento.

Risultato

cuba libre finito

Come conservare il cuba libre cocktail

Il Cuba Libre, come tutti i cocktail, non può essere conservato. Questo è ancora più vero perché si tratta di un cocktail frizzante, che con il passare del tempo perde la sua frizzantezza e va dunque consumato immediatamente.

Consigli e varianti

Questo cocktail può essere preparato, in una versione più mediterranea, con il limone al posto del lime. Tra l’altro, qui da noi, è più semplice trovare il limone biologico che non il lime, e dovendo aggiungere anche la scorza, quella del limone bio è forse una scelta migliore.

Se volete, potete sostituire il rum bianco con il rum ambrato o il rum scuro, che sono normalmente più pregiati e che hanno un gusto più pieno; si consiglia tuttavia di usare un rum bianco perché le altre versioni del rum sono migliori se sorbite in purezza.

Ti piace questa ricetta?