Il buonappetito: chi fa biscotti all’ipercacao vuole che mangi mele a colazione

Io sono schiavo della colazione al bar, ma la mia famiglia la fa a casa. I figlioli, in particolare, prediligono alcuni biscotti zeppi di cacao —sono al cacao con dentro gocce di cacao, li chiamerei all’ipercacao— che sbranano come orsetti lavatori.

Non bisogna essere nutrizionisti come Federico F. Ferreo per capire da soli che questi biscotti all’ipercacao sono evidentemente delle bombe: infatti permettiamo loro di mangiarli solo una volta ogni tanto.

Poi, un giorno, così, tanto per curiosità, mi sono fermato a guardarne i valori nutrizionali. Che, come prevedevo, erano quelli di un fritto misto alla piemontese.

[Il Buonappetito: i popoli inconciliabili della colazione dolce e salata]

Ci sta, spesso le cose buone sono impegnative.

Ma invece no, quelli dell’azienda di biscotti vogliono dimostrarti che il loro ipercacao è perfetto per la nostra vita quotidiana. Dunque sul lato della confezione c’è scritto: per una colazione perfetta mangia tre biscotti all’ipercacao, una tazza di latte e una mela.

Passi la tazza di latte, ma la mela? TRE BISCOTTI?

Chi ca**o mangia tre biscotti a colazione? TRE? Io mangio tre biscotti PRIMA di fare colazione.

E così fanno i miei figli, la cui media si assesta tra il doppio e il triplo della dose consigliata.

Chi riesce a far mangiare ai propri figli UNA MELA A COLAZIONE? Tutti i giorni? Alle sette di mattina???

[Il Buonappetito: colazioni da incubo in hotel, è non solo in Italia]

Tanto amo i biscotti all’ipercacao, tanto odio l’ipocrisia la mattina presto. Diamine, fai dei biscotti buonissimi, lascia stare la salute!

Chi vuole stare in forma, inizia la giornata con le fette biscottate, non con l’ipercacao. O almeno non dovrebbe: è pieno di gente che si dice un sacco di bugie, mia nonna addirittura amava il gorgonzola con il mascarpone e mangiandone tre etti commentava “è così fresco… È leggero!”.

Un’azienda seria e sicura di sé sulla confezione dovrebbe scrivere: “i nostri biscotti fanno godere! Non statevela a menare: mangiateli senza pensieri!”

Così bisognerebbe fare. Non consigliare tre biscotti a colazione.

Ridicoli.

Luca Iaccarino

11 aprile 2018

commenti (7)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Era da molto tempo che non ero così d’accordo con quanto scrive dissapore.

  2. Il mercato offre né più né meno quello che il consumatore medio chiede, niente di cui – purtroppo – scandalizzarsi.
    Tutto ciò è in linea con centinaia di massaie-blogger che fanno dolci con olio e farina integrale etichettandoli come “light”.

    E comunque suvvia, non raccontiamoci frottole : si potrebbero anche mangiare 10 biscotti al mattino ; l’importante è bruciare calorie con una regolare attività fisica.

    È un articolo piuttosto ipocrita questo.

    1. Ipocrita può essere la tua risposta,

    2. In cosa lo sarebbe ? Nel dire che se non bruci calorie sicuramente ingrassi ? Potresti articolare la tua risposta ?

  3. Mia figlia mangia mela / kiwi / fragole a colazione la mattina. E poi latte con biscotti rigorosamente al cioccolato, con gocce di cioccolato etc.

    Di biscotti ne mangerà effettivamente 3 o 4, ma ha cinque anni. Penso che a 10 ne mangerà decisamente di più.

    Quella della frutta al mattino è un’abitudine che abbiamo in famiglia, lo facciamo sempre.

    Detto questo, condivido l’ipocrisia della scatola dei biscotti. A cui aggiunto l’ipocrisia degli special K, che ti vendono la barretta dicendo che uno spuntin con quella e la mela sono solo 25o calorie (certo 200 per la barretta e 50 per la mela!). e l’ipocrisia di tutte quelle che fanno le torte con olio di semi e zucchero di canna e farina integrale e pensano siano “sane”: ma fate le torte “buone”, e mangiatene poche, che è meglio.

«