Come conservare il basilico fresco

L'estate regala sempre sapori e profumi meravigliosi e il basilico è uno di essi. Tra le piante odorose, è il più amato e conosciuto, e qui vi spieghiamo come conservarlo in maniera perfetta.

In estate l’orto ci regala prodotti meravigliosi, profumati, unici che ci aiutano in cucina in modo incredibile. Il basilico fresco è uno di essi. Se avete un piccolo balcone potreste anche piantarlo in vaso tramite i semi, ma sappiate che anche una semplice piantina può essere sfruttata a lungo. Il basilico può essere consumato in molte specialità tal quale, come il famoso pesto, ma è di certo un grande alleato come pianta aromatica indispensabile in molti piatti. Se volete mantenere più  a lungo il suo potere aromatico, ecco per voi alcuni suggerimenti per conservare il basilico fresco più a lungo.

In freezer

Di certo usare il freezer è tra i modi più semplici e se volete sperimentare questa tecnica semplicissima, sappiate che dovete prestare alcune accortezze affinché sia tutto perfetto.  Le foglie di questa pianta, vanno pulite e asciugate per bene. Per sciacquare per bene il basilico potete aiutarvi con uno scolapasta oppure un lava insalata. Una volta lavate le foglie potete metterle su un panno pulito per asciugarle.  Quando le foglie sono asciutte mettetele in un piatto distanziate l’una dall’altra e una volta fatte rigide possono essere trasferite nei sacchetti per il sottovuoto. Si può congelare il basilico sotto forma di pesto aggiungendo un po’ di olio in superficie.

basilico

Un altro metodo per congelare il basilico e quello di preparare una base per il pesto. Se scegli questa strada, sistema una o due manciate di basilico nel frullatore, tritalo o trasforma il tutto in poltiglia, utilizzando dell’olio extravergine d’oliva e un po’ di sale. Questo accorgimento ti aiuterà a preservare colore e sapore della pianta aromatica. Trasferisci dunque la purea in piccoli contenitori per il sottovuoto e aggiungi un po’ di olio per coprire il tutto. Una volta scongelato, potrai realizzare un ottimo pesto aggiungendo gli ingredienti mancanti, passando di nuovo tutto al frullatore.

Sottolio

Ancora più semplice è mettere il basilico sottolio, per far ciò bisogna pulire le foglie e farle asciugare. Una volta perfettamente asciutte si devono mettere in un contenitore cosparse di sale, e poi devono essere ricoperte di olio.  Con questo metodo possono essere conservate 3 mesi. Quando vi serviranno le foglie basterà estrarre e utilizzarle come fresche.

Sotto sale

Tra i metodi classici più antichi c’è  di certo quello sotto sale. Realizzare questa tecnica è molto semplice. Bisogna fare uno strato di sale alto un centimetro sul fondo di un contenitore di ceramica. Una volta pulite e asciugate le foglie si possono mettere dentro facendo fari strati, dove su ciascuno di essi verrà fatta una spruzzata di sale. Una volta fatti 10 strati bisogna schiacciare un po’ con la punta delle dita e proseguire fino alla fine delle foglie.

Disidratato

Qualora ne abbiate la possibilità potete anche essiccare il basilico. Tramite questa operazione, c’è da dirlo, che si perderà un po’ del suo aroma però più sarete veloci nell’essiccazione più il vostro basilico manterrà le sue proprietà.

Avatar Francesca Pace

20 Agosto 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento