Come cucinare il radicchio: 5 ricette

Che bontà il radicchio, perfetto letteralmente in tutte le salse! Ecco ben 5 ricette: dal risotto, alle crespelle, ad un contorno succulento!

Voto da 1 a 10 per la bontà del radicchio? Così caratteristico, amarognolo ma intenso, versatile, croccante… ecco tutte per voi 5 ricette e idee per cambiare la routine e cominciare ad omaggiare l’autunno e il bel freschetto. Troverete dal classico risotto (intramontabile ma con nuova chiave di lettura) all’idea per un contorno semplice a base di funghi.

1. Semplice alla piastra

Mai sottovalutare il potere di una piastra rovente e di un condimento semplice ma azzeccato: il radicchio (lungo) alla piastra è un’idea velocissima e sempre apprezzata, da presentare come contorno sia durante un pasto più formale che in occasione di grigliate o pranzi veloci. Una volta pulito e tagliato a metà per il lungo, dividetelo a coste e ponetelo sulla piastra ben arroventata. la parte tagliata va ovviamente a contatto con il calore. Salate leggermente e condite:

  • olio extravergine di oliva;
  • pepe nero o peperoncino;
  • aceto balsamico proprio un goccio;
  • se volete una spolverata di pangrattato

2. Risotto al radicchio

Il risotto è sempre buono, non ce n’è, ma con il radicchio è particolarmente apprezzato. In questa nostra ricetta abbiamo usato il radicchio di Verona tardivo ma potete scegliere la varietà che amate di più. Ad accompagnare il radicchio, nulla oltre al classico soffritto con scalogno e una mantecata con grana grattugiato. Gli abbinamenti tuttavia sono molti, ecco i due evergreen (che potete aggiungere tanto singolarmente quanto insieme):

Con anche speck

Lo speck può essere tagliato a listarelle o a dadini, ma in ogni caso va cotto prima: padella rovente senza condimento e lasciar rosolare fino a completa doratura. Potete eliminare il grasso di cottura, oppure usarlo al posto dell’olio per il soffritto del risotto.

Con anche gorgonzola

Il gorgonzola e il risotto devono essere stati per forza creati insieme, sennò non ci si spiega la loro sintonia assoluta. Con il radicchio, poi… e con lo speck, mioddio. Scegliete un gorgonzola a voi gradito, ma consigliamo uno di media stagionatura e quindi a pasta consistente: incorporatelo all’ultimo, per mantecare.

3. Spadellata di funghi e radicchio

Funghi champignon, un goccio di vino rosso, radicchio tondo: ecco cosa vi serve per fare questo ottimo contorno. Pulite i funghi, quindi tagliateli a fette non troppo sottili. Lavate e pulite il radicchio, quindi riducetelo a tocchetti. In una padella fate rosolare per bene olio con – se volete – uno spicchio di aglio privato dell’anima (la parte dell’aglio più intensa e invadente, quella che germoglia). I funghi vanno buttati per primi, a fuoco vivo e nell’olio molto caldo: solo così la loro superficie si cauterizza, si cuoceranno bene senza assorbire troppo condimento e senza rilasciare eccessiva acqua. Una volta fatti saltare 5 minuti aggiungete il radicchio, sfumate col vino rosso e cuocete per 5 minuti.

Idea in più

Frullate una parte di condimento e usate la salsa per condire della pasta, mantecandola in padella con un po’ di acqua di cottura. Il contorno rimanente potete usarlo per decorare il piatto.

4. Lasagne al radicchio

Già alla parola “lasagne” si accende la magia e ci si emoziona. Il bello delle lasagne è che sono buone anche (e soprattutto) con gli ingredienti poveri – proprio come la cucina italiana antica e della tradizione. Il radicchio è un ingrediente umile, ma regale quando si tratta di prendere qualcuno per la gola. In queste lasagne è associato a mozzarella e besciamella, ma potete aggiungere prosciutto cotto oppure salsiccia sbriciolata. Noi abbiam preferito lasciarlo protagonista, per godere di tutto il suo carattere.

5. Crespelle con formaggio e radicchio

Amanti della crespella, prestate attenzione. Radicchio trevigiano, gorgonzola, burro… tutto insieme a una crespella gialla e soffice. Fate le crespelle con un impasto a base di farina 150 g, uova (2 per circa 8-10 crespelle, di solito), latte intero 150-200 ml, burro fuso 30 g e se volete un pizzico di sale. Cuocete la pastella a disco e piegatelo a portafoglio. Riempite così una teglia, da infornare irrorandola con burro fuso e arricchendola con formaggio grattugiato. In una padella ammorbidite gorgonzola e latte, per poi condire con pepe e aggiungere tanto radicchio a tocchetti. Versate il condimento sulle crespelle e servite.

Che meraviglia, non avete fame? Se avete altre idee oppure delle ricette del cuore che prevedono radicchio, questa pagina è un libro aperto!

Avatar Chiara Cajelli

8 Settembre 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento