di Chiara Cajelli 27 Febbraio 2020
noci di cocco aperte

Chi non ama il cocco in ogni sue forma? Noi ne siamo decisamente innamorati, anche per la sua incredibile versatilità. In commercio si trova latte di cocco, che è simile alla panna come consistenza, ed è perfetto per essere impiegato sia in pasticceria che nelle pietanze salate; il latte di cocco è spesso confuso con l’acqua di cocco, che è invece il siero che si trova all’interno delle noci di cocco, usato come bevanda rinfrescante. Scopriamone di più!

Latte di cocco

noci di cocco farcite

Si chiama latte di cocco, non è acqua di cocco, e assomiglia in tutto e per tutto alla panna da cucina. Il latte di cocco è venduto o in brick o in lattina, e si trova sia puro che dolcificato (con zucchero). Il latte di cocco è ottenuto da acqua di cocco miscelata a fibre di cocco (polpa) disidratata e resa in polvere. Si tratta di un ingrediente molto versatile in cucina.

Proprietà

Il latte di cocco è un ingrediente certamente nutriente, ma anche molto calorico: circa 190 kcal per 100 g, con alta percentuale di grassi. Tuttavia, in dosi contenute e magari sotto il controllo dietetico da parte di un nutrizionista, può essere tranquillamente introdotto nella propria alimentazione. Se non si intende badare a calorie o grassi, confermiamo quanto anticipato: è versatile sia nei dolci che nelle pietanze salate!

In pasticceria

noce di cocco aperta

Abbiamo specificato che il latte di cocco è venduto sia puro che dolcificato. Noi consigliamo sempre di partire da quello puro, da zuccherare eventualmente in un secondo momento. In pasticceria può essere usato per un’infinità di dolci:

  • “panna” cotta con latte di cocco;
  • praline fredde di ricotta, latte di cocco e cocco rapé: basta miscelare gli ingredienti per ottenere un impasto malleabile;
  • gelato con latte di cocco;
  • “panna”montata di latte di cocco;
  • per sostituire la panna classica nei dolci

In cucina

Se non avete mai assaggiato il latte di cocco abbinato a un primo un secondo piatto, sappiate di esservi persi bontà uniche, qualche esempio?

  • riso cotto nel latte di cocco;
  • una bella zuppa thai con carne, gamberi, cipollotti;
  • pollo o gamberi al cocco;
  • vellutate

Acqua di cocco

acqua di cocco

Si chiama acqua di cocco il liquido che si forma e accumula naturalmente all’interno della noce di cocco da un certo punto di maturazione in poi. In commercio, solitamente, si trovano noci di cocco intere ma molto probabilmente prive di acqua all’interno, ma non è raro trovarne di piene. L’acqua di cocco è una fresca bevanda dal sapore delicato e dolciastro, ed è ormai venduta anche a parte in brick.

Le proprietà

L’acqua di cocco è apprezzata non solo come bevanda alternativa ma anche per le ottime proprietà nutrizionali: è infatti ricca di minerali, potassio e magnesio, vitamine. C’è chi la usa come ricostituente e integratore quotidiano, soprattutto dopo una terapia a base di farmaci.

Anche per cocktail

L’acqua di cocco può anche essere usata come ingrediente per freschissimi e originali cocktail sia alcolici che analcolici, magari a base di frullati di frutta tropicale. Una bontà!