Lievito di birra scaduto: si può usare?

Può essere ancora usato il panetto di lievito di birra ormai scaduto da un po'? Dipende da molti fattori... ma tranquilli, ve li elenchiamo tutti.

lievito birra scaduto

Avete fatto scorta senza pensare di congelarlo, e ora vi trovate mezzo chilo di lievito di birra scaduto, in fondo al frigorifero. Se fresco, il lievito di birra non ha mai tempi di conservazione lunghissimi e capita spesso di acquistarlo e poi dimenticarselo: durante il lockdown c’è stato l’assalto ai supermercati, dove il lievito era la preda più ambita… talmente introvabile che noi di Dissapore ci siamo anche adoperati per farvelo fare in casa. Chissà se tutto quel lievito è stato usato, se è ancora congelato, o se è stato buttato perché non sapevate se si può usare ancora oppure no post scadenza.

Facciamo chiarezza: vi elenchiamo qualche inequivocabile caratteristica per farvi capire se il vostro lievito è ancora buono o ha il destino segnato. Ricordatevi comunque che è un alimento naturale e “vivo”:  fate attenzione e non sfidate eccessivamente la sorte, valutate le sue condizioni solo se la scadenza è superata da 2-3 giorni al massimo e non oltre.

Colore

Il panetto di lievito di birra fresco si presenta color marroncino chiaro, omogeneo e senza macchie né aloni. Se notate angoli ossidati color grigio o marrone scuro, non usatelo. Ovviamente, non usatelo nemmeno se verificate la presenza di muffa o macchioline verdi, anche se piccole e superficiali.

Superficie

Toccandolo, un lievito di birra fresco e sano risulta asciutto e non lascia traccia sulle dita. Se scaduto, può accadere che diventi unto e viscoso in superficie (controllate bene ogni lato): in questo caso va buttato.

Consistenza

Se provate a spezzare un panetto di lievito, questo si romperà in maniera netta e tenderà a sbriciolarsi un po’. Se vi risulta invece elastico e colloso, e fatica a spezzarsi, non è più un lievito da usare.

Odore

Dry yeast crumbled and yeast block for baking.

L’odore del lievito di birra fresco è l’aspetto più ambiguo da valutare. Tendenzialmente, dovrebbe avere un odore quasi neutro oppure vagamente di “formaggio”. Non deve essere un sentore pungente o fastidioso, non si deve sentire a distanza. In caso contrario tuttavia, non è detto che il lievito sia da buttare. Continuate a leggere!

Nessun sintomo? Fate la prova del nove

Sorpresa: se il vostro lievito di birra scaduto non dovesse presentare nessuna delle caratteristiche d’allarme elencate, non date per scontato che possa essere usato. Se sembra sano e intatto, potrebbe comunque essere inattivo, “morto”. Potete procedere alla prova definitiva:

  • in un bicchiere versate un po’ di acqua tiepida (tiepida, non bollente e nemmeno troppo calda)
  • sciogliete al suo interno un cucchiaino di zucchero
  • sciogliete al suo interno anche un pezzetto di lievito
  • attendete un’oretta senza mai toccare la miscela né mescolare

Un lievito ancora vivo e attivo, dopo un certo lasso di tempo fa un effetto leggermente effervescente: dovreste notare, quindi, delle bollicine vivaci emergere timidamente in superficie. Se tutto tace e tutto rimane immobile, seppellite il vostro defunto lievito.

Potrebbe interessarti anche