di Gaia Magenis 10 Marzo 2020

Il pesce è alla base di ogni buona dieta, dire il contrario è impossibile. Tra le possibilità da mettere in tavola, sicuramente, rientra il tonno che oltre essere un pesce perfetto per essere gustato crudo, cotto o scottato è anche ricco di proprietà.

I benefici del tonno, infatti, sono tantissimi e vanno da una ricca fonte di proteine agli omega 3 che aiutano l’umore fino alla gestione del colesterolo.

La regola base, dettata anche dal buon senso, ci ricorda di non assumerne troppo per evitare le controindicazioni che caratterizzano qualsiasi tipo di alimenti. Curiosi di scoprire di più? Qui troverete i benefici del tonno che ve lo faranno apprezzare ancor di più.

Benefici: fonte di proteine

Il tonno è un alimento ricco di proteine e, per questo motivo, è un alimento fondamentale all’interno di una dieta pensata per chi pratica sport. Le proteine, infatti, aiutano la formazione della massa muscolare e facilitano la perdita di grasso.

Migliora l’umore

Il cibo influisce sull’umore e non vale solo per i carboidrati che sono una vera fonte di felicità. L’omega3 contenuta nel tonno fresco hanno la capacità di migliorare l’umore combattendo anche ansia e depressione.

Abbassa il colesterolo

I pesci come il tonno contengono grandi quantità di grassi buoni presenti soprattutto nella ventresca, la parte più pregiata. Assumere, una o due volte a settimana, una porzione di tonno permette di ridurre i livelli di trigliceridi e di colesterolo “cattivo”.

Il ferro

Chi soffre di carenza di ferro, oltre a supporti esterni, può assumere alcuni determinati alimenti per aumentarlo. Tra questi rientra anche il tonno che, oltre al ferro è ricco di selenio, fosforo, magnesio e sodio.

Un aiuto per le ossa

tartare di tonno con cipolle e capperi

Il modo migliore per rallentare l’osteoporosi e l’assunzione del calcio e, per farlo, si può benissimo ricorrere a qualche ricetta a base di tonno. Come si dice in questi casi: unire l’utile al dilettevole.

Riduce il rischio di malattie

tonno crudo

Patologie cardiovascolari e malattie degenerative possono trovare un valido alleato nel tonno, recenti studi infatti hanno dimostrato come questo pesce riesca a rallentare alcuni disagi della salute. La cosa importante è sapere come cucinare il tonno nel modo giusto.

Un alleato contro il cancro

Una buona salute passa, anche, da una valida alimentazione specialmente quando si parla di tumori. Inserire all’interno di una dieta bilanciata e ben studiata anche del tonno può aiutare ad allontanare il cancro grazie al consumo degli acidi grassi contenuti nel pesce.

Contro: troppo sale

Specialmente quando si parla di tonno in scatola, uno dei rischi è l’eccesso uso di sale presente nel prodotto stesso. Ma se si usa con cautela non si corre alcun rischio e qui potete trovare delle buonissime ricette con il tonno in scatola.

La cattiva conservazione

Inserirlo tra i contro forse è un po’ azzardato da parte nostra, ma è un dettaglio da non sottovalutare. Quando si consuma tonno crudo è bene fare attenzione che questo sia abbattuto nel modo corretto evitando così l’anisakis, un parassita del pesce.

Il mercurio

tonno benefici

Nonostante l’elevata presenza di mercurio non sia un problema rilevante per la maggior parte della popolazione, è bene evitare di assumere tonno (ovviamente cotto) durante la gravidanza per evitare danni al feto.