di Riccardo Campaci 17 Marzo 2015
Come aprire una birra con un foglio di carta

Rhys Morgan è entrato nel mito. Lo studente 21enne di Cardiff è asceso all’Olimpo mediatico vincendo quello che potremmo definire il trofeo MacGyver 2015, dopo aver diffuso un video dove mostra a noi comuni mortali come aprire una bottiglia di birra (speriamo) artigianale con un semplice foglio A4.

Non c’è trucco e nemmeno inganno: nel video si vede il ragazzo piegare svariate volte un foglio A4 verticalmente fino ad ottenere una lunga striscia di carta, che viene poi ripiegata su se stessa in una posizione a V ed utilizzata come leva sulla mano per aprire una bottiglia di birra con il classico tappo a corona.

Morgan ha “inventato” questo metodo ingegnandosi durante un party che stava per tramutarsi in tragedia, essendosi ritrovato con l’apribottiglie rotto.

Dopo lo sconforto iniziale non si è dato per vinto e ha fatto di necessità virtù, sfruttando un foglio di carta A4: la carta piegata riesce a generare sufficiente forza per far saltare il tappo.

Come aprire una birra, foglio di cartaCome aprire una birra con un foglio di cartaCome aprire una birra con un foglio di carta

Ora lo sapete: se non trovate l’apribottiglie, non rassegnatevi a dover riporre la vostra bottiglia di birra artigianale scelta tra le migliori del 2014 nel frigorifero.

Basterà la copertina dell’ultimo numero di Novella 2000 per dimostrare che finalmente riviste di quel tipo hanno trovato la loro reale missione editoriale.

Quello di Morgann non è l’unico metodo strampalato o ingegnoso per aprire una bottiglia di birra; la sete (o l’alcolismo) giocano brutti scherzi, ma spesso tirano fuori il meglio che è in noi.

Ecco dunque una carrellata di metodi per non restare a secco di fronte ad una bella birra ghiacciata senza apribottiglie a portata di mano.

2. ACCENDINO

Intramontabile, l’accendino è uno dei classici metodi alternativi, in grado di coniugare tabagismo e alcolismo in maniera perfetta: con un lato ti accendi una sigaretta, con l’altro ti stappi una bella birretta.

Inoltre come apribottiglie non si scaricherà mai. Qui di seguito l’immancabile tutorial.

3. DENTI

Una birra val bene una dentiera, giusto? Perché non rischiare l’effetto Kukident addentando un tappo e rosicchiandolo fino alla sua apertura?

C’è chi probabilmente è dotato come un castoro e non si fa problemi a stappare birre con i canini, se proprio volete provarci ecco il tutorial di MonkeySee.com, ma noi non ci riteniamo responsabili per eventuali dentiere scheggiate.

4. ORBITA

Dopo aver perso un canino, forse vi piacerebbe provare a rischiare un occhio. Sdentati e con la benda da pirata, non sarebbe male come effetto per una bevuta estrema, ma effettivamente c’è chi suggerisce di aprire una bottiglia di birra usando la propria orbita oculare.

E’ proprio il caso di dirlo: birre di questo genere rischiano di costarvi un occhio della testa. Anche per questo metodo non può mancare il tutorial, con tanto di primo piano del tappo a corona che vortica nell’orbita.

5. CHIAPPE

Non potevano mancare i glutei maximi, altra parte anatomica che sembra prestarsi particolarmente per stappare le bottiglie di birra.

Nel video qui di seguito vediamo un esemplare di essere umano che mostra a questa pratica, il cui successo sfocia in un’entusiasmante mix di ilarità e pazzia generale. Lui c’è riuscito calzando un paio di jeans, non vogliamo immaginare l’effetto se c’avesse provato in “presa diretta”.

6. AVAMBRACCIO

Anche il bistrattato avambraccio ha il suo momento di riscossa; la parte anatomica meno considerata da chiunque non si chiami Popeye (che avrebbero dovuto chiamare Avambraccio di Ferro) ha il potere di svitare un tappo a corona come se si trattasse di una vite spanata.

Basta spingere molto forte la testa della bottiglia e girare. Molto forte però, altrimenti “rischiate di farvi malissimo”. Buona fortuna.

7. MOTOSEGA

L’attempato signore nel video qui di seguito è diventato il mio idolo immediato quando l’ho visto aprire una bottiglia di birra con la stessa maestria che avrebbe avuto Edward Mani di Forbice: il tappo a corona schizza verso l’alto dopo essere stato sfiorato dalla catena della motosega su di giri.

Se ci provate, attenti al circondario, potreste rischiare di uccidere qualcuno conficcandogli un tappo di birra vagante in mezzo agli occhi.

8. COLTELLO

Avete sempre sognato di aprire una bella bottiglia di champagne con la sciabola, vero? Come, c’è la crisi e non avete lo champagne? E non avete nemmeno la sciabola?

Niente paura, basta una bottiglia di birra e un coltello, e potete provare pure voi a tagliare il collo di bottiglia con un fendente. Ah, procuratevi anche un bel paio di guanti anti-taglio. E un secchiello. E un telo da stendere a terra. Vi serviranno.

9. iPHONE

Non penserete mica che Apple abbia inserito nel suo iPhone il sensore di impronte digitali, per dimenticarsi la funzione di apri-bottiglie?

C’è una app pure per quello, anzi non c’è; basta girare l’iPhone, usarlo come leva e stappare una bottiglia di birra alla salute di Tim Cook, come fanno questi ragazzi nel video qui di seguito. Occhio però se usate un iPhone 6 Plus, rischiate di trovarvi l’iPhone piegato e la birra tappata.

10. CD

Massì, a che servono i CD oggi, con iTunes, Spotify, Beats Music o Google Music. I CD sono roba vecchia, superata, giurassica, non li usano nemmeno più come dissuasori appesi ai rami degli alberi per scacciare i pennuti.

Sta’ a vedere che li possiamo usare per un secondo scopo: dicesi riqualificazione, un rapido movimento del polso, come il lancio di un frisbee, per far saltare via il tappo di una birra. Un apribottiglie digitale.

11. PORTA

“Porta in alto la tua sete” potrebbe essere lo slogan. La porta di casa vostra nasconde un segreto; di preciso la serratura della vostra porta nasconde un segreto e da oggi in poi lo conoscerete anche voi che state per cimentarvi nell’apertura della birra sfruttando la serratura della porta.

Forse non tutte le serrature sono ufficialmente omologate per stappare le birre, e se ci provate, potreste dover essere costretti a chiamare un buon fabbro e magari offrirgli una birra.

12. BANANA

Senza ombra di dubbio il mio metodo preferito, anche perché il risultato, nel mio caso, è identico a quello che riesco ad ottenere con tutti gli altri metodi appena elencati.

Provate, non ve ne pentirete.

[Crediti | Link: Daily Mail, Dissapore, Telegraph, YouTube]

1