Condimenti insalata di riso

Ai pic nic o nelle pause pranzo si possono capire tante cose. Ad esempio, se più persone portano l’insalata di riso è certo che non ce ne saranno mai due uguali: c’è chi ci mette il mais, chi aggiunge würstel o tonno, chi non rinuncia ai cetriolini.

Succede la stessa cosa tra gli scaffali del supermercato, dove si trovano diversi tipi di condimenti pronti per insalata di riso, ma nessuno somiglia agli altri. L’esperienza insegna, però, che in molti casi la versione personale del piatto nasce da una base comune: quella contenuta nei vasetti.

E’ per questo che nella Prova d’assaggio di oggi, insieme al mio pool di amici-degustatori (nessuno dei quali ha la patente da nutrizionista o tecnologo alimentare) abbiamo deciso di indagare nel B-side dei “condiriso”.

Regno indiscusso del sedano rapa, il preparato per riso è oggetto di pregiudizi trasversali, ma a noi piace combattere contro i mulini a vento. E quindi, eccoci qui.

condimento insalata di riso, marche

CONTENDENTI: 

condimento insalata di riso, assaggio alla cieca

Il test si è svolto alla cieca, scolando il contenuto dei prodotti e mescolandolo con riso bollito. Assaggiare senza riso avrebbe complicato la faccenda, e non saremmo riusciti a capire il risultato finale, visto che il prodotto è studiato proprio per essere mangiato insieme al riso e non da solo.

condimento insalata di riso, degustazione

CRITERI:

#6 DELIZIOSI CONTORNI

deliziosi contorni, condimento per insalata di riso

deliziosi contorni

Confezione da 290 grammi, ingredienti: verdure miste in proporzione variabile (peperoni, sedano rapa, carote, cetrioli, olive, carciofi, piselli, capperi), acqua, aceto di vino, sale, correttore di acidità: acido citrico, antiossidante: acido L-ascorbico.

– Giudizio: il peggior riso in insalata della mia vita (anche dopo l’aggiunta di un filo d’olio a giochi fatti)
– Packaging:
vasetto di vetro trasparente
– Aspetto visivo:
bei colori vivaci, ma asciutto e poco invitante
– Consistenza:
croccante in tutte le sue parti
– Sapore:
il nulla cosmico condito con un pizzico lontano di aceto. 
– Prezzo: 
€ 1,00 ( 290 gr)
– In breve:
come mangiare riso in bianco, una punizione
– VOTO:
3

#5 PONTI

ponti, condimento per insalata di riso

ponti, condimento per insalata di riso

Confezione da 350 grammi, ingredienti: ortaggi in proporzione variabile (peperoni, carciofi, cetrioli, olive verdi, carote, capperi, piselli, olive nere) 54%, acqua, aceto di vino, funghi prataioli coltivati (Agaricus bisporus) 8%, olio di semi di girasole, zucchero, sale, aromi naturali, antiossidante acido ascorbico.

– Giudizio: decisamente non buono
– Packaging:
vasetto basso in vetro 
– Aspetto visivo:
colori vividi, invitante
– Consistenza:
piuttosto flaccida
– Sapore:
oltre all’aceto si sente poco altro (ad esempio le olive un po’ mollicce)
– Prezzo: 
€ 3,25 (350 gr)
– In breve:
era meglio un risotto fumante a 35 gradi
– VOTO:
4

berni, condimento per insalata di riso

berni, condimento per insalata di riso

#4 BERNI

Confezione da 285 grammi, ingredienti: Ortaggi in proporzione variabile 61% (peperoni, carciofi, carote, cetrioli, sedano, funghi prataioli coltivati Agaricus bisporus, funghi di muschio Volvariella volvacea, olive verdi, finocchi, rape, piselli, olive nere), olio di girasole, aceto di vino, sale, correttore di acidità acido citrico (residuo), antiossidante anidride solforosa (residuo).

– Giudizio: poco sapore e verdure dure
– Packaging:
vasetto allungato di vetro
– Aspetto visivo:
un po’ tristerello, meno colorato degli altri
– Consistenza:
verdure molto croccanti, persino un po’ troppo
– Sapore:
poco deciso, un po’ triste e “grigio” 
– Prezzo: 
€ 1,84 (285 gr)
– In breve:
da non offrire alla nonna, causa rottura dentiera
– VOTO:
4 1/2

#3 POLLI

polli, condimento per insalata di riso

polli, condimento per insalata di riso

Confezione da 290 grammi, ingredienti: ortaggi misti in proporzione variabile (cetriolini, peperoni, carote, olive, cipolline, sedano rapa, funghi coltivati ‘Agaricus bisporus’, finocchi, capperi) 52%, olio di semi di girasole, tonno 7%, aceto di vino, sale, spezie, aroma naturale senape, regolatore di acidità: acido lattico, antiossidante: acido ascorbico.

– Giudizio: decisamente meglio dei precedenti, ma non del tiutto soddisfacente
– Packaging:
vasetto oblungo in vetro
– Aspetto visivo:
invitante, con bei colori e diverse dimensioni di verdura
– Consistenza:
ogni verdurina è a sé, così si inizia a ragionare
– Sapore:
vince su tutto il tonno e l’olio residuo. Nonostante questo il tonno è completamente spappolato (non se ne trovano pezzi interi), ma nel complesso è piacevole
– Prezzo: 
€ 1,50 (290 gr)
– In breve:
hai detto “patè di tonno”?
– VOTO:
5+

#2 COELSANUS

coelsanus, condimento per insalata di riso

coelsanus, condimento per insalata di riso

Confezione da 535 grammi, ingredienti: ortaggi in proporzione variabile 56% (peperoni, cetrioli, carote, funghi coltivati ‘Agaricus bisporus’, olive verdi, olive nere (stabilizzante: E579), carciofi, mais, capperi), olio di semi di girasole, aceto di vino, würstel 6% (carne suina, acqua, sale, destrosio, lattosio, proteine del latte, aromi, spezie. Stabilizzant: E450, E451. Antiossidante: E301. Conservante: E250), sale, antiossidante: acido ascorbico, correttore di acidità: acido citrico.

– Giudizio: buono, sapore più deciso
– Packaging:
vasone di vetro
– Aspetto visivo: 
il mais giallo tira un po’ su il morale al resto dei piccoli pezzettini di verdure
– Consistenza:
olive e funghetto un po’ mollicci, il resto croccante
– Sapore:
abbastanza saporito, sarà il funghetto o i capperi, ma ha più carattere degli altri
– Prezzo: 
€ 6,25 (535 gr)
– In breve:
date il via alla ricerca del carciofino!
– VOTO:
6

#1 SACLA’

sacla, condimento per insalata di riso

sacla, condimento per insalata di riso

Confezione da 290 grammi, ingredienti: verdure in proporzione variabile 62% (carote, peperoni, carciofi, cetrioli, cipolle, olive, sedano, funghi coltivati Agaricus bisporus, sedano rapa, mais, piselli, capperi), olio di semi di girasole, sale marino, aceto di vino, olio extra vergine di oliva, zucchero, basilico, antiossidante anidride solforosa (residuo).

– Giudizio: ci siamo! Il migliore tra i condimenti per riso degustati
– Packaging:
vasetto di vetro
– Aspetto visivo:
bei colori, invitante
– Consistenza: 
croccante il giusto
– Sapore:
buono, e finalmente si sente anche il sapore delle carote, che in altri sono un po’ insapori
– Prezzo: 
€ 2,95 (290 gr)
– In breve: 
basta una scatoletta di tonno da rinforzo e il riso in insalata è fatto. 
– VOTO: 7

degustazione

COSE IMPARATE DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO:
Dalla prova d’assaggio ho capito che, se consciamente tutti cercano i carciofini, inconsciamente tutti schifano il sedano rapa, poraccio.

Abbiamo imparato che, in diversi casi, esistono due versioni in commercio dello stesso prodotto: con e senza olio (presentati come classico e versione light).

Abbiamo imparato che, magari con qualche piccola aggiunta, il riso condito con questi preparati non è poi così malvagio.

E per finire abbiamo imparato che si può essere amici, ma ci divideremo sempre tra quelli che aggiungono maionese e quelli che no.

commenti (45)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar exno ha detto:

    Adesso manca la prova di assaggio delle scatolette per cani e poi siamo a posto

    1. Avatar Enrico ha detto:

      Già, un vero orrore.

      Essere obbligati a scrivere sempre e comunque (non oso pensare ad altra spiegazione) porta a questi penosi risultati.

  2. Avatar Giulia ha detto:

    Per me l’insalata di riso é: riso, cubetti di grana o di emmental, cubetti di prosciutto cotto, piselli, talvolta un’altra verdura, origano e filo d’olio. Grazie al cielo i miei genitori non hanno mai usato questi barattoli (mi fanno impressione! Giuro!) e neanche io li utilizzo, e quando da piccola ho scoperto che gli altri bambini avevano ste cose nell’insalata…brr.

    1. Avatar Lidia ha detto:

      per me cubetti di pomodoro e peperone freschi e crudi, carciofini e prataioli sott’olio, tonno invece del prosciutto, olio evo e limone

  3. Avatar msimone ha detto:

    Ragazzi l’ insalata di riso fatevela con verdure cotte da voi. Delresto per l’ insalata russa mica compriamo i vasetti. Piuttosto niente.

    1. Avatar Barbara ha detto:

      No, la compriamo dal banco salumeria del super, dove viene venduta dopo essere stata tolta da una confezione sigillata da un chilo.

  4. Avatar Maddalena ha detto:

    Ho recuperato vecchi articoli su Dissapore scritti da Valeria Brignani (Discount or Die). Lo stile poteva anche non piacere, ma almeno c’era una certa originalità del tema trattato.
    Si parla di sottaceti della mensa e di gelati del bar dell’oratorio quando c’è una straordinaria varietà enogastronomica di cui scrivere, trattare, raccontare. Vero è che si può anche non leggere Dissapore, ma, mi chiedo, perché?

  5. Avatar Enrico ha detto:

    Non credo si possa continuare ad essere amici dopo questo post! :))

  6. Avatar franketiello ha detto:

    sono sorpreso anche io da questa prova assaggio,notoriamente questi condimenti per riso sono prodotti con scarti di altre lavorazioni,quindi e’ un articolo che non si dovrebbe mai utilizzare,basta prendere un buon tonno in lattina,cuocere delle verdurine,foglia di lattuga e colatura di alici per ottenere un insalata di riso eccellente

  7. Avatar bstucc ha detto:

    Il Peccato Originale è alla base: MAI fare l’insalata di riso (o peggio, quella di pasta). Roba anni ’50 (1850?)

    1. Avatar franketiello ha detto:

      non seguiamo le mode sul mangiare,al massimo per i vestiti

    2. Avatar Nome ha detto:

      E’ più che evidente che non hai mai gustato una BUONA insalata di pasta…

    3. Avatar bstucc ha detto:

      Può essere, ma non mi interessa un piatto di pasta fredda a cui si aggiunge tutto il garbage che si trova in frigorifero.

    4. Avatar Nome ha detto:

      Come pensavo. Una “buona” pasta fredda, che significa “a temperatura ambiente”, non si fa con quel che si trova in frigo, ma preparando l’ intingolo. Per esempio, penne lisce condite con un buon olio e.v.o pugliese, pomodorini piccadilli e peperone giallo tagliati sottilissimi e una salsa composta da aglio, basilico e noci finissimamente pestati nel mortaio. A piacere, completare con peperoncino.

    5. Avatar exno ha detto:

      Quotone. Così è buonissima.

  8. Avatar Viola ha detto:

    Quanto disprezzo per questi poveri vasetti!Tutti gourmet qui, vero? Sono d’accordo che con le verdurine preparate in casa sia più buono, ma davvero bisogna fustigarsi se ogni tanto si prepara anche un’insalata di riso usando come base il preparato? Personalmente non mi piacciono le versioni arricchite di tonno/wurstel/ecc… perchè preferisco aggiungerli io, ma la base di verdure non mi sembra un’eresia se torno dal lavoro alle 9 di sera e voglio preparare qualcosa di fresco e veloce per il giorno dopo.

    1. Avatar luca63 ha detto:

      Anche saccente ed antipatica al limite.

    2. Avatar Maddalena ha detto:

      Mi disegnano così (cit.)

    3. Avatar Paolo ha detto:

      E Roger impazzisce quando canti “put the blame on Mame”, immagino.
      Coniglio fortunato!

    4. Avatar VSR ha detto:

      mai quanto quelli che schifano i vasetti pronti

    5. Avatar franketiello ha detto:

      certo non ho detto che vai all’ospedale se usi i vasetti,capisco che se non si ha tempo per la preparazione sono comodi,bisogna decidere solo se vuoi mangiare una buona insalata di riso o una come tante

    6. Avatar gianlù63 ha detto:

      io non sono affatto gourmet, ma quella roba nel riso, nel farro o nella pasta fredda, non ce la metterò mai!
      basta aprire il frigo e infilare nella base quello che si ha in casa, che va sicuramente meglio,
      perchè in casa pomodori, tonno, mozzarella, uova sode, formaggi, acciughine, olive, ecc. ecc. ce l’abbiamo tutti.
      almeno di volta in volta si cambia ricetta

    7. Avatar luca63 ha detto:

      Infatti secondo me va benissimo mettere tutto questo.Ma credo saino ben pochi coloro che non aggiungono un po’ di semplicissimi sottoli e sottaceti e maionese,senza che siano preparati dalle loro manine sante.

    8. Avatar claudio ha detto:

      Giammai io coltivo anche il riso, non vorrai mica usare quel povero riso rimasto sottovuoto chissa’ quanto tempo

    9. Avatar VSR ha detto:

      bah, pivello! Io la maionese la faccio al momento con le uova della gallina che ha razzolato alle pendici del Pelmo e l’olio evo spremuto a freddo da ruote di marmo verde guatemala

    10. Avatar Vanni ha detto:

      “perchè in casa pomodori, tonno, mozzarella, uova sode, formaggi, acciughine, olive, ecc. ecc. ce l’abbiamo tutti.”
      Ma intendi tutte queste cose contemporaneamente?ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah

    11. Avatar Enrico ha detto:

      Siamo su DISSAPORE:niente di sacro TRANNE IL CIBO!?
      Credo siamo pure stati troppo buoni nel commentare questo post.

  9. Avatar Federica C. ha detto:

    sempre fatto tutto e rigorosamente a mano. ed era anche un momento di socializzazione familiare dato che tutti e tre eravamo coinvolti stile catena di montaggio. metto prosciutto cotto, leerdammer, uovo, tonno, wurstel, peperoni, mais, olive verdi e nere.
    e quando si fa, visti i tempi di preparazione…se ne fa tanta!!!