Diciassettesima e diciottesima puntata: tutti i drammi di Masterchef 3, Twitter Edition

Perché ci piace Masterchef? Perché lo guardiamo dopo cena ovviamente. No sul serio, è uno specchio del paese, un’impietosa lente d’ingrandimento un po’ distorta, ma veritiera. Casi umani, gente dalla lacrima facile, tante (troppo) persone che cercano di risollevare le sorti della loro esistenza spezzata. Ma non necessariamente.

Ricomponiamoci, spegniamo il cervello e impattiamo Rachida e company. Ma partiamo fuori tema – ma nemmeno tanto – con la politica. A proposito di speccio del paese…

Possiamo cominciare. Diciassettesima e diciottesima puntata.

Nella Mystery di oggi c’è lo zafferano.I concorrenti sono liberi di declinarlo come vogliono.

 

I tre piatti migliori sono di Almo, Federico ed Eleonora. Almo ha preparato gamberi con ananas grigliato e zafferano. Fegato di nasello bollito con piccole verdure, altri pesci e acqua di zafferano per Federico. Per Eleonora, invece, hamburger di scampi e gamberi, con spuma di zafferano, zabaione e blinis integrali.

Vince Federico, che però non deve scegliere il piatto dell’Invention Test, già deciso dai giudici: lo scrigno di Venere, un guscio di pasta brisé ripieno di tortellini. Il suo vantaggio sarà avere la spiegazione dettagliata della preparazione da Bruno Barbieri, e formare le coppie (perché lo scrigno si preparerà a coppie) che si cimenteranno nello scrigno.

L’entusiasmo di Barbieri quando parla di tortellini non passa inosservato.

 

Come compagna Federico sceglie Eleonora, ma alla fine il loro scrigno è sciapo. A Enrica affibbia Rachida, e nonostante se la cavino bene fino alla fine, nell’impiattare lo scrigno la nostra eroina marocchina lo rompe. joe bastianich, rachida, masterchef

A perdere la prova, però, sono Michele e Alberto. Il primo si era scordato l’acqua nella pasta brisè, il secondo non era stato un compagno di squadra onesto. Vanno direttamente al Pressure. A vincere sono Almo e Salvatore.

Tutti gli altri, invece, vanno in trasferta in Marocco.

Se già la decisione degli autori di tenere Rachida in gara fino ad adesso era sospetta, la scelta di Marrakech come prova in esterna sa di favoreggiamento spinto.

A meno che, certo …

Lei, intanto, è felice.

rachida, masterchef, marrakech

Divisi in squadre, i concorrenti devono preparare insalata zhalouk con melanzane affumicate, pastiglia con ripieno di piccione, pollo o carne, e tajine di carne a scelta. Dovranno servire la cena agli ospiti del console italiano di Masterchef. La prova viene ovviamente vinta dalla squadra di Rachida (Eleonora e Salvatore) mentre Almo, Enrica e Federico vanno al Pressure Test. Prima, però, Alberto e Michele devono giocarsi l’eliminazione preparando un filetto al pepe verde. Aspettate, qualcuno ha detto filetto al pepe verde? Esce Michele, il cui filetto era stato bucato in cottura e aveva poca salsa.

Momento del Pressure Test: spaghetti ai ricci di mare. Alberto dice che non ce la farà e appare ancora più demotivato di prima. Iniziamo a temere il peggio e, infatti, il concorrente più amato del web praticamente si rifiuta di cucinare. Ed è eliminato.

La rete piange.

Ma a noi piace ricordarlo così, con la sua ultima perla di saggezza.

alberto masterchef, masterchef

[Crediti | Immagine di copertina: @rachidagrazi]

Avatar Giorgia Cannarella

14 Febbraio 2014

commenti (8)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Rachida finirà tra le prime 4, l’odiata da tutti verrà portata fin quasi in finale, esattamente come hanno fatto con l’odiosa Krissi in Masterchef Usa… prevedibile e scontato… la differenza era che Krissi stava sulle scatole a tutti ma era piuttosto brava a cucinare… questa invece l’hanno favorita dal primo momento. A quanti altri concorrenti è stato permesso di andare a casa e ripreparare un piatto da portare alle selezioni perchè quello presentato faceva schifo ? D’altra parte se non ci fosse lei di cosa parleremmo ? perderebbero immediatamente il 50% di share…

    1. Avatar jpjpjp ha detto:

      concordo, la portano avanti il più possibile per avere ascolti alti, poi non potrà vincere anche perchè chi si comprerebbe un libro di ricette di una stordita simile?
      penso finale almo – enrica

  2. Avatar Sakko83 ha detto:

    Non credo proprio che le prove in esterna vengano programmate di settimana in settimana… Sicuramente sono studiate a tavolino PRIMA dell’inizio della gara…

    Per cui imho si può parlare di coincidenza… Certo meritava di uscire rispetto ai due di ieri sera ma vabbè la gente in africa ha votato la sua squadra…

  3. Aumentano gli ascolti e di conseguenza anche le critiche. Masterchef ormai va considerato come uno show. Va difeso il “personaggio” più che la persona capace e creativa. Purtroppo con l’attuale situazione di lavoro in Italia alle selezioni si presentano 15000 persone. Aspiranti chef? No. Semplici disperati in cerca di lavoro e occasioni. La televisione può aiutare. Non importa arrivare primi. L’importante è farsi notare. Ed ormai Bastianich (con esperienza della televisione americana) e Company hanno imparato la lezione. Basta vedere lo scorso anno chi ha vinto per saperla lunga. Quest’anno è la volta di Rachida. Non è brava in cucina. Però attira l’attenzione del pubblico perché sa rendersi “comica” anche piangendo. Che bisogna fare oggi per un lavoro. Buona visione a tutti. Non certo Buon appetito come ci si aspetterebbe da un programma culinario.

  4. Avatar noname ha detto:

    Ma tutti quelli che definiscono 15mila normalissime persone che cercano di trasformare una passione in lavoro come dei “poveri disperati” nella loro vita privata immagino che siano dei realizzatissimi geni candidati al premio nobel, vero?

  5. Avatar Gillo ha detto:

    I quindicimila non si possono criticare perchè sperano in una vita migliore.
    I concorrenti che gareggiano per la vittoria finale(Rachida e gli altri) nemmeno, perchè sperano in una vita migliore.
    Gli ideatori di Msterchef nemmeno, perchè il loro scopo non è di fare un programma di tecnica culinaria, ma intrattenimento.
    I conduttori nemmeno vanno criticati perchè lo scopo è d’intrattenere, non di educare al gusto o alla conoscenza dell’arte culinaria.
    Chi critica o 1 non ha capito che cos’è masterchef o 2 è invidioso.
    E’ semplice, no?
    E se a criticare sono colleghi affermati dei conduttori?
    E’ semplice: sono gelosi.
    Ma allora non possiamo criticare nessuno?
    Un politico, un cantante, un cardinale, un giocatore di calcio, il papa, il presidente, un imprenditore…
    No, perchè ti “stanno intrattenendo”.
    E che vuol dire che questi signori ti “stanno intrattenendo”?
    Che ti stanno prendendo per il c…

  6. Avatar Gio2710 ha detto:

    Ma quale incide di ascolto in crescita? Quando vedo robe del genere mi viene voglia di cambiare canale, peggio anche dello scorso anno. Da oscar la teoria percui il sangue sul piatto con sopra una bistecca viene da un buchetto fatto in cottura e non dai 4 tagli fatti a coltello da parte a parte, fa quasi pari con la polenta cotta in 5 minuti. E vi prego smettetela di dire che un programma che viene seguito nonostante sia oggettivamente brutto lo è perché è lo specchio dell’Italia e il pubblico si rispecchia… Con rispetto verso tutti.

    1. Avatar noname ha detto:

      Ma guarda te, un altro che inorridito dice di volere cambiare canale ma poi, non si capisce come, conosce e si ricorda tutti i dettagli. Magia!