di Carlotta Girola 27 Luglio 2015
Olio extravergine d'oliva biologico

Quando si parla di vini biologici abbiamo tutti un’opinione a riguardo (tra le più gettonate c’è quella delle “puzze” e di una certa difficoltà di comprensione, in netto miglioramento), ma si parla molto meno delle etichette bio nel mondo dell’olio extravergine.

Se 7 giorni fa con la Prova d’assaggio sperimentavamo le fasce di prezzo della GDO, stavolta siamo andati alla carica dell’olio extravergine 100% italiano biologico.

Durante una prova d’assaggio, anche se si è dei semplici mortali con un palato medio e non un pool di tecnologi alimentari, si cerca di mantenere un grado di concentrazione alto e costante.

Nel momento in cui poi si scoprono le carte e i partecipanti capiscono a quali marche hanno dato i loro spietati voti, ci si rilassa, si sorride.

Noi stavolta ci siamo particolarmente rilassati disquisendo dell’olio di una nota giornalista tv italiana e delle vicissitudini ancora sconosciute che l’hanno portata a non vederci tanto bene nell’atto della spremitura a freddo. (Provateci voi a bere 5 oli dal bicchierino e non delirare).

contendenti prova d'assaggio olio extravergine bio

CONTENDENTI:

Turri – Olio extra vergine di oliva biologico
Frantoio di Santa Téa Gonnelli – Olio extra vergine di oliva biologico
Esselunga – Olio extra vergina di oliva toscano IGT
Cesare Buonamici – Olio extra vergine di oliva biologico
Clemente – Tenuta Paglicci Olio extra vergine di oliva biologico

prova d'assaggio alla cieca olio extravergine bio

Il test è stato svolto alla cieca, assaggiando l’olio in purezza e anche con del pane toscano senza sale.

CRITERI:

Aspetto visivo
Profumo
Consistenza
Sapore

#4: CESARE BUONAMICI

olio bio buonamici

olio bio buonamici

Confezione da 0,75 l, specifiche: 100% italiano – biologico – olio d’oliva di categoria superiore ottenuto direttamente dalle olive e unicamente mediante procedimenti meccanici.

– Giudizio: il peggiore tra quelli provati 
– Packaging: 
bottiglia in vetro 
– Aspetto visivo:
 limpido di colore giallo
– Profumo: molto lieve, quasi nullo
– Consistenza: poco denso
– Sapore: 
piuttosto inafferrabile, blando
– Prezzo: 
10,99 €  (0,75 l)
– In breve: 
sapore? Non pervenuto
– VOTO: 
4

#3 (ex aequo): ESSELUNGA

olio bio esselunga

esselunga olio bio

Confezione da 0,75 l, specifiche: olio extra vergine d’oliva biologico – olio d’oliva di categoria superiore ottenuto direttamente dalle olive e unicamente mediante procedimenti meccanici. Toscano IGP ottenuto principalmente con olive delle varietà frantoio, moraiolo e lecchino leccino.

– Giudizio:  troppo piccante, non bilanciato
– Packaging: 
bottiglia in vetro 
– Aspetto visivo:
 colore vivo e limpido
– Profumo: gradevole
– Consistenza: piuttosto liquido
– Sapore: 
il sapore è abbastanza intenso, ma sul finale è decisamente piccante: troppo. Resta bruciore in gola. 
– Prezzo: 
11,99 €  (0,75 l)
– In breve: 
un impensabile sostituto dell’habanero?
– VOTO:
5

#3 (ex aequo): FRANTOIO DI SANTA TEA 

frantoio santa tea

frantoio santa tea 2

Confezione da 0,75 l, specifiche: olio extra vergine d’oliva biologico 100% italiano estratto a freddo – olio d’oliva di categoria superiore ottenuto direttamente dalle olive e unicamente mediante procedimenti meccanici.

– Giudizio:  troppo amaro, non bilanciato
– Packaging: 
bottiglia in vetro 
– Aspetto visivo:
 limpido e con una nota leggermente verdognola
– Profumo: piacevole, ricorda le olive
– Consistenza: abbastanza denso
– Sapore: 
inizialmente gradevole e intenso, sul finale vince il gusto amarognolo, anzi decisamente amaro 
– Prezzo: 
14,84 €  (0,75 l)
– In breve: 
un inaspettato sostituto del cioccolato nero?
– VOTO: 
5

#2: CLEMENTE

olio bio clemente

olio clemente bio

Confezione da 0,75 l, specifiche: olio extra vergine d’oliva biologico 100% italiano estratto a freddo- olio d’oliva di categoria superiore ottenuto direttamente dalle olive e unicamente mediante procedimenti meccanici. Cultivar prevalente: Ogliarola

– Giudizio:  un olio “deciso” senza estremismi
– Packaging: 
bottiglia in vetro 
– Aspetto visivo:
 colore vivo e con una nota verdognola
– Profumo: gradevole
– Consistenza: denso
– Sapore: 
il sapore è molto gradevole, bilanciato tra un po’ di amarognolo all’inizio e un finale leggermente piccante 
– Prezzo: 
8,99 €  (0,75 l)
– In breve: 
l’insalata ringrazia sentitamente
– VOTO: 
7 1/2

#1: TURRI

turri olio extravergine

turri olio bio

Confezione da 0,50 l, specifiche: olio extra vergine d’oliva biologico ottenuto a freddo 100% italiano – olio d’oliva di categoria superiore ottenuto direttamente dalle olive e unicamente mediante procedimenti meccanici.

– Giudizio:  il più saporito e gradevole dell’intera prova d’assaggio
– Packaging: 
bottiglia in vetro 
– Aspetto visivo:
 colore giallo vivo e limpido
– Profumo: gradevole, ricorda il carciofo
– Consistenza: piuttosto liquido
– Sapore: 
 la tendenza è al piccante, ma senza esagerare e con un sapore piacevole e intenso
– Prezzo: 
9,98 €  (0,50 l)
– In breve:
ennesima bellezza from Cavaion Veronese, mi ci dovrei trasferire…
– VOTO:
8

COSE IMPARATE DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO:

pane con olio

Abbiamo imparato che: nonostante i prezzi degli oli biologici nella grande distribuzione siano tendenzialmente più alti e appartenenti ad una sola fascia di prezzo, ci sono differenze non trascurabili tra i prodotti.

E poi abbiamo capito che  il profumo non è una delle caratteristiche migliori dell’olio biologico.

Inoltre abbiamo capito (dopo le ultime due prove d’assaggio, realizzate con lo stesso pool di degustatori e sempre sull’olio) che gli oli non biologici hanno una personalità più spiccata (almeno alcuni).

Però non abbiamo scoperto cosa sia successo all’occhio di Cesara Buonamici. Eddai, si fa per ridere!