di Carlotta Girola 1 Settembre 2015
Pizza a libretto

Anni di analista e ora salta fuori che bastava una pizza per capire che ho problemi di controllo. A saperlo mi sarei risparmiata dei bei soldoni, dato che mangiare una marinara costa meno che stare seduta nello studio di qualcuno che ti fissa e prende appunti.

Una cosa è certa: anche se non risolverà i vostri problemi freudiani, il modo in cui mangiate una margherita è un indicatore piuttosto certo di quello che siete. Lo scoprite grazie alle nostra ossessione per la pizza che ci fa considerare qualunque notizia le ruoti intorno, compreso l’identikit fatto dalla rivista Cosmopolitan (?!) di diverse tipologie umane classificate in base a come approcciano la pizza che hanno di fronte.

Da italiana, però, mi tocca constatare che si tratta di un lavoro incompiuto, visto che esistono anche altri modi di mangiare la pizza e che lo studio potrebbe essere esteso anche a come la si ordina, e al modo in cui la si considera. Ecco, alla luce di un fugace incontro col pizzaiolo sotto casa, la lista completa del “dimmi come (o quale) pizza mangi e ti dirò chi sei”.

1. INIZIARE DAL CORNICIONE

cornicione pizza

— Sintomo inequivocabile e palese di anticonformismo conclamato.
— Volete essere sempre diversi dagli altri, avete bisogno di distinguervi e richiamare l’attenzione: sempre, anche davanti ad una “semplice” pizza.
— Nell’animo siete degli influencer, quelli che prima degli altri decidono cosa è in e cosa è out, e ci tengono a farsi promotori delle questioni “alternative”.

2. PIEGARE LA PIZZA

pizza piegata

— Vi si potrebbe chiamare “tutto e subito”: andate di fretta, non siete capaci di fermarvi mai, nemmeno a tavola e davanti ad una mozzarella doppia.
— Tecnicamente siete la tipologia “conducente d’auto”, quello che mangia mentre guida perché c’ha da fare e sta già pensando a cosa mangerà tra tre giorni.
— Sicuri che sappiate godervela ‘sta pizza?

3. COLTELLO E FORCHETTA

Pizza forchetta e coltello

— Probabilmente siete metodici e tagliate boccone dopo boccone nello stesso identico modo da sempre.
— Siete anche, con tutta probabilità, quelli che leggono il menu per 20 minuti e poi ordinano sempre la stessa pizza.
— Siete una sicurezza, il vostro approccio alla vita è razionale, controllato e non prevede grandi colpi di testa.
— Forse siete anche quelli che finiscono per ultimi la pizza, con molta calma.

4. AZZANNATORI

Uomo mangia pizza

— Siete quelli che la quattro stagioni non la fanno nemmeno diventare tiepida.
— Appena arrivata è già stata azzannata, perché siete sicuri di voi, sapete alla perfezione cosa avete ordinato (forse perché non cambiate mai) e andate sul sicuro.

5. “AVANZARE” IL CORNICIONE

bordi pizza

— Una cosa è certa: il mitico cornicione, da voi, viene considerato una parte di serie B della pizza.
— Questo può voler dire solo una cosa: un pochino snob lo siete, dai.
— Dopo anni di ricerca, avete capito che vi si nota di più se lasciate solo la crosta, così tutti possono chiedervi “non la mangi più?” e voi potete regalare gioia ai compagni di tavolo, con aria un po’ sprezzante.

6. COSTRUIRSI IL BOCCONE

Pizza forchetta e coltello

— Coltello e forchetta alla mano, pizza farcita in vario modo: voi siete di quelli che fanno di tutto perché ogni boccone abbia tutti gli ingredienti della pizza.
— E allora eccovi lì, peggio che una schiera di ingegneri, alla caccia dell’oliva taggiasca da spostare a piacimento rispetto al vostro boccone.
— Siete dei precisi atavici, maniaci del controllo, fautori della qualità costante e vittime della vostra fobia che prevede lo scarto sistematico dei semi di uva da ciascun acino.

7. IL MEGLIO ALLA FINE

fetta pizza

— Non negatelo: anche se lo fate inconsciamente, ogni volta davanti ad una pizza vi lasciate il boccone più prelibato alla fine, magari quello più carico di mozzarella o ancora quello con la bolla bruciacchiata che vi piace tanto.
— Siete dei procrastinatoti nati, quelli che non indossano il vestito nuovo se non dopo due settimane dall’acquisto.
— Il vostro godimento dell’ultimo boccone, sappiatelo, è chiaro a tutti i commensali.

Abbiamo detto tutto o ci siamo dimenticano qualche altro tipologia umana?