di Giorgia Cannarella 28 Febbraio 2014
autostrada

Mangiare in autostrada. Ci promettono da lustri che il calvario culinario lascerà il passo a oasi gastronomicamente edificanti. Attendiamo.

Per ora la sosta è:
Un incubo per i gourmet
Un paradiso per gli amanti del Camogli.
Un’opportunità per quelli dotati di abnegazione, tempo e senso pratico, di uscire dal casello e fare qualche km in più. Per approdare a un ristorante di pesce con vista, un’osteria di quelle dure e pure, un bistrot gggiovine e creativo.

Insomma per godere un po’ invece che addentare un panino di plastica con 11 grammi di companatico servito da un poverino/a che deve occuparsi di 16 azioni in contemporanea.

Riprendiamo allora le preziose dritte che sabato scorso il giornalista e nostro lettore Antonio Scuteri elencava su Repubblica, e rimpolpiamole di qualche informazione.

10 uscite dal casello e 20 ristoranti che meritano il pagamento del pedaggio. Leggete, raccontate e suggerite.

A12 – SARZANA

 locanda tamerici

Locanda delle tamerici, Ameglia

Ristorante del lussuoso Locanda delle Tamerici, uno dei migliori modi per smentire lo stereotipo che “nei ristoranti degli alberghi si mangia male”. A proposito di stereotipi: splendida la cornice, uno dei migliori scorci dello spezzino, e splendidi pure i piatti a base di crostacei.

Via Litoranea 106, Ameglia (SP).
www.locandadelletamerici.com

SALA PANZALLEGRA

Panzallegra, Sarzana 

Viva la tradizione, viva il rustico, viva Slow Food, viva le Osterie Slow Food. Cucina di mare e di terra, a chilometro (quasi) zero come i vini. Se dico “trofie al pesto con cozze” è sufficiente a farvi saltare in macchina e imboccare l’autostrada?

Via Mascardi 21, Sarzana (SP).

A4 – ROVATO

lingua-vitello-giardiniera-Osteria-La-Villetta-Palazzolo-600x450

La Villetta, Palazzolo sull’Oglio

Le materie prime sono del territorio (bresciano), i vini della Franciacorta. Le premesse paiono ottime. Pesce di lago, formaggi e salumi nostrani, uso disinvolto del quinto quarto di vitello. Qui trovate un racconto più dettagliato dell’esperienza.

Via Marconi 104, Palazzolo sull’Oglio (BS).
www.osteriadellavilletta.it

dispensa pani e vini

La Dispensa, Adro

Su quel ramo del lago di Iseo, Vittorio Fusari fa una multiforme proposta: bistrot, enoteca, bottega e ristorante. Menù gourmand a 90 euro al ristorante; trippe in brodo a 9 euro all’osteria; hamburger (senape,carciofi,salsa di peperoni,spinaci,salsa di vino rosso) a 8 euro al bancone del bar; spuntini da aperitivo a 4 euro. Decidete voi cosa ne vale più la pena.

Via Principe Umberto, Torbiato Di Adro (BS).
www.dispensafranciacorta.com

A4 – MONTEBELLO VICENTINO

damini&affini

Damini&Affini, Arzignano

La nostra Martina Liverani ne ha fatto una bellissima recensione. Vi metterete in macchina subito dopo averla letta.

Via Generale Cadorna 56, Arzignano (VI).
www.daminieaffini.com

zamboni_arcugnano0091

Zamboni, Arcugnano

Cinquant’anni di attività portati benissimo. Lasciatevi accudire dalla famiglia Zamboni, e orientatevi sulla carne, che sia declinata nei primi o nei secondi: impossibile resistere a un piatto come il pasticcio di anatra e funghi. Cucina solida, porzioni abbondanti e un rapporto qualità prezzo quasi ridicolmente favorevole.

Via S. Croce 73, Lapio di Arcugnano (VI).
www.trattoriazamboni.it

A14 – RIMINI NORD

la sangiovesa

La Sangiovesa, Sant’Arcangelo di Romagna

Genuina e veracemente romagnola. Nelle ennemila stanze della Sangiovesa si possono comprare prodotti tipici come la saba (sciroppo d’uva concentrato) o il savour (una sorta di marmellata) o cenare: impossibile uscire senza aver assaggiato la loro piadina, accompagnata da squacquerone e fichi caramellati.

Piazza Beato Simone Balacchi 14, Santarcangelo di Romagna (RN)
www.sangiovesa.it

Antiche Fosse, Sogliano al Rubicone

Difficile raggiungerlo, facile goderne. Nomen omen: vi trovate il celeberrimo pecorino di fossa. Ovvero formaggio stagionato per più di un mese, chiuso in sacchi di tela naturale, dentro fosse di tufo coperte da paglia e fieno.

Via Roma 67, Sogliano al Rubicone.

A14 – PORTO ASCOLI

espri-vineria-osteria-cucina-naturale-20110309-041418

Espri, Colonnella

Gli amici vegetariani vi ringrazieranno di averli portati in questa osteria-vineria che fa un’ottima cucina definita naturale. Nel locale di Emanuela Tommolini e Fabio de Cristofaro, formatisi rispettivamente da Leemann e Romito) la carne c’è ma è poca. Sperimentazioni crudiste e piatti che – sarà mica una parolaccia? – si possono definire come sani e leggeri.

Via XX Settembre 22, Colonnella (TE).
www.osteriaespri.it

zenobi colonnella

Zenobi, Colonnella

Stessa località, diverso registro. Zenobi è un agriturismo bucolico nel senso proprio del termine. Olio, vino, verdure ed erbe sono di loro produzione. In questa cucina a filiera cortissima Scuteri consiglia di provare l’agnello cacio e ova, e chi sono io per smentirlo?

Contrada Riomoro 132, Colonnella (TE).
www.ristorantezenobi.it

A1 – VALDARNO

uvaspina

Uvaspina, Montevarchi

La partenza è la tradizione, le materie prime sono del territorio, mai guizzi creativi non mancano. Sia ristorante che bar à vin, ovvero … beh, che ve lo devo spiegare io cos’è un bar à vin?

Via del Lungo Isidoro 62, Montevarchi (AR).
www.osteriauvaspina.com

Podere Panzano

Podere Panzano, Bucine

Dalla Sardegna con furore. Caseificio gestito dalla famiglia di origini sarde, che produce pecorino ma anche ricotta, yogurt e formaggi freschi.

Via di Cennina, Bucine (AR).

A1 – ORVIETO

la comitissa

Sala della Comitissa, Baschi

Non c’è solo Vissani in questo angolo d’Umbria, ma anche questa trattoria con “spunti creativi e ottimi vini”. Si passa agilmente dall’hamburger di Mora Romagnola agli umbrichelli all’amatriciana scomposta al crudo di tonno con olio all’avocado.

Via Roma 11, Basci (TR)
www.saladellacomitissa.it

Fratelli Giuliani, Baschi

Da più di 70 anni una garanzia in materia di formaggi. Variazioni sul tema di ricotta e pecorini che attirano in quest’angolo d’Umbria cacio-fissati da tutto il mondo.

A1 – CAIANELLO

Il-contadino-caianello06

Il Contadino, Caianello

Fuori dal casello nel senso proprio del termine. Popolare in tutto: nei prezzi, nella proposta, nell’accoglienza dello chef e patron Berardino Lombardo. Ricette all’incrocio tra Campania, Lazio e Molise: uova a susciello, pane cotto con i broccoli, zuppa di zucchine e salsiccia.

Via Starze 159, Caianello (CE).
berardinolombardo.it

tn_La Fenice5

La Fenice, Presenzano

Azzardarsi a parlare di “vera mozzarella di bufala” è un rischio che non voglio mai correre. Ma pare che, in questo caseificio, si trovi una bufala casertana da menzione. Già che ci siamo, parliamo della differenza tra casertano e salernitano per quanto riguarda la mozzarella di bufala? Il flame è ufficialmente aperto.

Via Boscarelle 1, Presenzano (CE).

A3 – PALMI

palmi stroncatura

De Gustibus, Palmi

Pare stia per spostare location. Affrettatevi finché è ancora a portata di autostrada, e potete godervi la vista sul mare che è uno dei due motivi per cui è famoso. L’altro è la stroncatura, un piatto tipico della valle di Gioia Tauro, fatto con gli scarti del grano e condito con aglio, acciughe, olive, pangrattato e peperoncino.

Viale Rimembranze 60, Palmi (RC).
www.degustibuspalmi.it

chicche taurianova

Le Chicche, Taurianova

Non di soli ristoranti vive l’uomo. A volte, per dire, vive anche di pasticcerie. Questa, gestita da decenni dalla famiglia Taverna, è famosa in particolare per torroni e torroncini (morbidi, friabili, aromatizzati) e per la frutta secca ricoperta di cioccolato. Non mancano excursus nella tradizione calabrese come pitte o pignolata.

Piazza Italia 8, Taurianova (RC).
www.pasticceriataverna.it

A19 – BAGHERIA

pupi bagheria

I Pupi, Bagheria

Spunti di mare e di terra. Qui non va chi è in cerca della cucina tradizionale siciliana. Un esempio? Agnello farcito alla Siciliana con riso Thai e spuma di patate al forno.

Via del Cavaliere 59, Bagheria (PA).
www.ipupiristorante.it

arrhais santa flavia

Arrhais, Santa Flavia

Il tema è la cucina regionale, l’esecuzione è ineccepibile. Giovanni Tarantino propone del pescato sempre freschissimo, direttamente dalla marineria di Porticciolo.

Largo Marino 2, Santa Flavia (PA).

[Crediti | Immagini: Leonardo 3000, cercaristoranti.com, Witaly, Cucchiaio, 2spaghi.it, italiaristoranti.info, mytable.com]