di Francesca Romana Mezzadri 31 Luglio 2015
zucchine, fritte

Abbiamo parlato di peperoni, melanzane, pomodori. Mancavano solo loro all’appello dell’orto d’estate: le zucchine. Chiare, scure, striate e persino gialle, lunghe o a palla, piccine, grandi o grandissime come le trombette liguri, che sono propriamente zucchette, ma assimilabili per forma e utilizzi, deliziose per la loro dolcezza e il vago sentore di frutta secca.

Insomma, ne esistono tante varietà e l’estate è davvero il momento di preparare ricette con zucchine anche perché, a differenza di altri ortaggi, hanno polpa morbida che richiede cotture piuttosto rapide e, dato il caldo e la poca voglia di stare ai fornelli, questa è una qualità apprezzabile.

A onor del vero, in città faccio fatica a trovarne di buone: il più delle volte le zucchine acquistate sanno di niente, sono acquose, quando non sviluppano addirittura un leggero sentore di ammoniaca o, peggio ancora, un amaro intenso. Mamma mi aveva insegnato ad assaggiarne un pezzetto, man mano che si affettano: si evita così di rovinare l’intero piatto per una zucchina dal sapore cattivo.

Detto questo, quando mi capita la fortuna di scovarne di buone, non hanno rivali. Almeno in queste 5 idee di ricette con zucchine buonissime.

Zucchine fritte

zucchine marinate alla scapece

Sì, fritto è buono tutto, ma qualcosa lo è di più. Le zucchine affettate a rondelle sottili o a bastoncini, lasciate nature o semplicemente infarinate e fritte, quanto sono buone?

In una vacanza al mare di tanti anni fa, mia nonna ci accoglieva a mezzogiorno, di ritorno dalla spiaggia, con una pasta condita con le zucchine fritte e il loro olio di cottura: non un piatto leggerissimo, ammetto, ma delizioso.

Se poi avete voglia di fare una semplice pastella di acqua e farina (versione pro con l’uovo), la goduria raddoppia. Non è un caso che tra i miei fritti più gettonati dell’estate ci sia quello di gamberi, calamari e zucchine.

Zucchine ripiene

zucchine in fiori

In questo sono maestri indiscussi i liguri. Del resto la polpa di sapore delicato e, tutto sommato, neutro si presta benissimo a fare da contenitore anche di ripieni corposi, a base di carne, formaggio, persino salsiccia.

Per questa categoria di ricette va molto la zucchina tonda, da cui è facile ricavare scodelline regolari, anche se io preferisco la barchetta.

In entrambi i casi, la polpa tolta (al netto dei semi, se abbondanti) può essere sminuzzata e unita alla farcitura: fate solo attenzione che non sia troppo acquosa e, in tal caso, optate per una salatura preventiva, un riposo in un colino e un’energica strizzata.

Zucchine crude

zucchine aglio e fiori di zucca

Qui entrano in gioco mandoline e lame affilate perché la zucchina cruda deve essere finissima, preferibilmente a julienne. No, non acquistate quelle pretagliate in busta al supermercato, poltiglia verdastra poco invitante.

La zucchina da mangiare cruda in insalata deve essere fatta rigorosamente al momento, per rimanere croccante.

Se deve aspettare, lasciate i bastoncini a bagno in acqua ghiacciata: scolateli e asciugateli solo pochi istanti prima di condirli e portarli in tavola.

Frittata con zucchine

zucchine alla scapece marinate

L’abbinamento con le uova è un classico. Io le zucchine le preferisco a rondelle, prima rosolate, poi intiepidite, aggiunte alle uova sbattute e insaporite a piacere (solo sale e pepe, oppure grana grattugiato, noce moscata, erbe tritate). Versate il tutto in padella e, se avete voglia, disponete le zucchine in un bello strato regolare prima che il composto inizi a rapprendersi. Se li avete, potete mettere a raggiera anche dei fiori, che daranno un bell’effetto decorativo. Con la stessa logica, potete preparare anche una torta salata, aggiungendo alle uova un filo di panna fresca o latte, come fanno i francesi.

Zucchine trifolate

zucchine marinate

A fette, dadini, bastoncini spessi un dito da saltare in padella con un buon filo d’olio. Di rigore l’aglio, il prezzemolo della versione più casalinga può farsi da parte a favore di altri aromi: fresca e intrigante la menta, perfetto e profumato il basilico, ottimi anche maggiorana, melissa, timo (quest’ultimo, da aggiungere a metà cottura, anziché alla fine).

Non ci sono dubbi che la zucchina trifolata sia, nella sua semplicità, un gran piatto. Ancora più delizioso se usate le trombette di cui sopra.

Contorno ideale di carne e pesce dalle cotture semplici (piastra, padella, griglia), si presta anche a condire una pasta veloce, persino fredda.

E voi, come fate e cosa fate con le vostre zucchine buonissime? Me lo raccontate?

[Crediti | Link: Dissapore, immagini: Rossella Neiadin]