Il mito di Happy Days non tramonta: la catena di ristoranti si chiama Fonzarelli’s

Era il 1977 e l’Italia stava per conoscere Howard, la moglie Marion, oltre ai figli Chuck, Richie e Joanie. Parliamo della famiglia Cunningham, e con lei del mondo di Happy Days.

Una serie cult tra le più amate di sempre il cui vero protagonista era Arthur Herbert Fonzarelli, vale a dire Fonzie (l’attore Henry Winkler), sciupafemmine e finto “sbandato” con l’eterno giubbotto di pelle, che lavorava come meccanico e viveva sopra il garage dei Cunningham.

Un mito, quello di Fonzie, che non è mai veramente tramontato.

[10 ristoranti immaginari da film o serie tv che ci piacerebbe provare]

E guarda caso un’azienda vicentina che opera nel campo della ristorazione, la Brisbane, ha chiamato “Fonzarelli’s” una nuova catena di ristoranti, con punti vendita sparsi in tutto il Veneto.

In settembre, per il locale di San Donà –il secondo dopo quello di Limena, in provincia di Padova, che aprirà i battenti a fine maggio–  è prevista anche, per il giorno dell’inaugurazione, la presenza di Fonzie in persona, dopo l’okay dato da Henry Winkler all’utilizzo del nome del suo personaggio.

[Se amate i personaggi delle serie tv, da Twin Peaks a Friends, cercate subito questi ristoranti]

“Il progetto che gli abbiamo inviato gli è piaciuto molto, e ha garantito la sua presenza”, dicono entusiasti i rappresentanti della società di ristorazione, in effetti i numeri sulla carta fanno ben sperare: una superficie di 400 metri quadrati, 250 posti a sedere e uno spazio ricreativo per i bambini. Inoltre, il nuovo locale darà lavoro a 12 persone residenti nella zona.

Sull’eventualità che Fonzie faccia partire un juke-box (ebbene sì, ragazzi, sono esistiti veramente) con un leggero colpo di mano si accettano scommesse.

[Crediti | La Nuova Venezia]

Anna Silveri

16 maggio 2018

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento

«