Benvenuto colesterolo: giro del mondo in 6 patatine

Libertà assoluta di farsi del male con infinite possibilità di scelta ma non comodamente, attaccandosi chessò a Pai o San Carlo. Ennò, con queste patatine fritte ci si sporcano le mani sul serio. E per quelli che non comprendono in nessun caso i piaceri del cibo spazzatura, vale l’invito a incanalarsi tra le corsie dei supermercati per scoprire queste delizie sottovalutate, autentiche nella loro sofisticazione alimentare. O in alternativa, ad affrontare una volta per tutte la botteguccia del bengalese.

Con la collaborazione della rivista americana Saveur, ecco scodellato un tour mondiale di pura delizia per infornatori di patatine che dopo essere arrivati al fondo del sacchetto, lo rivoltano e suggono avidamente gli angoli della confezione (cit.)

Patatine TyrrellsINGHILTERRA: Tyrrell’s.

Cotte a mano e inglesi, confezionate in un sacchettino di delizioso humour, si fanno beffe dell’uso, tristemente comune a casa nostra, di proporre il cibo spazzatura come parte di una dieta bilanciata. Il sapore? Peccaminose salsicce di maiale speziate e aromatizzate alla senape. Perfette con una pinta di Ale.

Patatine LaysINDIA: Lay’s.

Fatte per essere vendute esclusivamente in India, con il moltiplicarsi dei generi alimentari etnici fanno timidamente capolino anche in Italia. La promettente combinazione di zenzero, aglio e coriandolo conferisce alle chip un tentacolare fascino indiano.

Patatine CalbeeGIAPPONE: Calbee.

L’origine del sapore misterioso che ha decretato il successo delle croccanti patatine giapponesi Calbee è quanto meno inaspettata: alghe stagionate. Il modo migliore per apprezzare l’umami stando a uno spot trasmesso nel Sol Levante, riferito al sapore che si è aggiunto ai quattro più noti. Ma direi che a questa cosa qui possiamo anche non credere.

Patatine Darling SpudsINGHILTERRA: Darling Spuds.

Scomoda pietra di paragone per qualunque altra patatina nel sacchetto. Croccanti, sapide e non solo salate, mai unte, tagliate molto più spesse delle chip a cui siamo abituati, si mangiano una per volta. Immancabile il côté responsabile: le Darling Spuds sono tutto-friendly: cotte a mano, senza glutine, senza OGM e con il 20% di grassi in meno rispetto alle patatine tradizionali.

Patatine Mary's con salsaMESSICO: Mari’s.

Nel sacchetto insieme alla salsa piccante, le Mari’s Potato Chips sono la risposta confezionata alle patate fritte che è possibile comprare dai proprietari dei chioschi lungo le strde di Città del Mexico, con ovvio supplemento di “hot sauce” ultra piccante.

Patatine Hwa YuanTAIWAN: Hwa Yuan.

Queste patatine dalle curiose increspature orizzontali imitano il sapore dello snack-food preferito dai taiwanesi, vale a dire ostriche e uova fritte nello strutto. Di conseguenza sanno di pesce ma con il bordo piccantissimo e un tocco di dolcezza.

[Crediti | Link: Dissapore, Saveur. Immagini: Saveur.com]

Giorgia Cannarella

31 gennaio 2013

commenti (19)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Manca una patatina belga alla vostra lista… Anche in Belgio, non si scherza con la patata 😉 Esistono per esempio delle patatine al gusto “mozzarella e pesto di basilico” ;-))

  2. Da Xin Shi a Roma, supermercato asiatico, patatine Lay al cetriolo (origine Corea-Singapore-Boh): strene ma buone, fresche come il cetriolo, appunto.

    1. Xin Shi è una miniera. ci vorrebbe un post solo per i piccoli tesori dei supermercati cinesi e polacchi.
      nel mondo delle patatine rilancio anche con il chanachur del Bangladesh, mix indefinibile, ma prepontentemente drogante.

  3. Invece ho assaggiato pochi giorni fa le “Più Gusto” al Lime e sanno di detersivo per piatti.

    1. Ma daaai! Sono le “più gusto2 al lime e pepe rosa che ho assaggiato anch’io? Io le ho trovate buonissime, si avverte tutto il sapore del pepe e delle patate rinfrescati da una nota acidula gradevole…
      piuttosto condannerei alla fustigazione pubblica chi si è inventato l’aroma alle noccioline (arachidi, peanuts) per le patatine…qualcosa di nauseabondo dopo due mozzichi.
      Personalmente amo le Kettle nei vari gusti http://www.kettlechips.eu/our-hand-cooked-chips/SharingBags
      e da Eataly al Lingotto, tempo fa, avevo apprezzato molto delle patatine inglesi, rustiche, tagliate spesse, con una nota spiccata piccante-agra di zenzero, non ricordo il nome del produttore ma erano ottime!

    2. Buondì,
      incuriosita da un vostro vecchio post sulla prova di assaggio delle patatine ho girato mezza provincia per trovare alla fine due marche (le più quotate) rare: Tyrrell’s e Kettle.
      La mia preferenza va alle Kettle (gusto classico,solo salate).

    3. le più gusto2 al lime e pepe rosa sono spettacolariiii!!! si sente davvero il pepe rosa e la nota fresca del lime…. divorate in tempi record…. le tyrrell’s le ho viste al super, mi avevano incuriosito e adesso le voglio proprio provare…

  4. Dimenticavo…ma vogliamo tralasciare le inconfondibili Nuvole di Drago? Si trovano sia confezionate già pronte che da preparare fritte o al microonde…restano comunque una pietra miliare nel panorama della “patatina” alternativa…

  5. Non mi piacciono le patatine aromatizzate, solo patate e sale.
    Mai provate le Eldorado di Amica Chips? Difficile tornare alle patatine “normali”, dopo …

    1. Posso dare uno spassionato consiglio assolutamente non motivabile causa probabile querela immediata? Avendo lavorato 3 anni alla Amica Chips Spa di Castiglione evitate come la peste i suoi prodotti! XD

    2. Le Amica Chips le ho eliminate dalla mia lista personale da tempo perché sono pessime nel gusto.Sarà perché avranno speso tutto il budget per la famosa pubblicità con Rocco Tano

  6. Forse è una provocazione degli autori, non so… ma mangiare patatine fritte con oli vegetali, gli unici adoperati dall’industria alimentare, non apporta nemmeno un picogrammo di colesterolo.

    1. Stimolato dal tuo commento controcorrente,ho fatto una ricerca e ho trovato questo:
      http://www.google.it/url?q=http://www.lastampa.it/2012/11/28/scienza/benessere/alimentazione/patatine-fritte-non-fanno-male-946vffZFh7CJGTq0uZwzjP/pagina.html&sa=U&ei=7DINUajhNYqptAbfn4DoAg&ved=0CB4QFjAB&usg=AFQjCNE1oHGz2x0Ue2ythJEMt7D3tmXeig
      PS.Quando McD (con le patatine) si convertirà completamente alle hamburgher vegetariane,e quando faranno bere bevande con pochissime calorie(le stanno studiando),andare da loro sarà un’esperienza di salute.
      Perchè così saranno le hamburgherie del 2153.

    2. Be’, ero ben al corrente dello studio riportato nell’articolo: sono uno studente del professore citato. Tuttavia, il mio commento non faceva riferimento al presunto effetto “benefico” della patate fritte, ma ci tenevo semplicemente a ricordare che gli alimenti vegetali sono del tutto privi di colesterolo, dato che questo è uno sterolo di esclusiva provenienza animale.

  7. Però per me n1 sono le patatine di ikea…!!!
    Ma che vuol dire cotte a mano? Che le tengono in mano nell’olio bollente?

  8. Vi mancano le nostre migliore patatine della Spagna. SAN NICASIO che nel 2012 ha ricevuto la medaglia di oro a la qualità e il sapore per curata volta consecutiva nel ‘Monde Selection’ de Bruxelles. Patatine non transgeniche, fatte col sale rosa del Himalaia e olio extra vergine di oliva. Un vero piacere!!!

  9. Amo le patatine confezionate, anche troppo, fortunatamente smaltisco bene. Questo post è abbastanza inutile, per farlo basta girare il web e fare cut and paste. E’ anche impreciso, comunque a mio parere le migliori patatine, commerciali, sono le “Eldorada” di Amica Chips, nelle due versioni attualmente in commercio. A proposito delle San Carlo “lime e pepe rosa”, citate in un commento, non sono male ma saranno sicuramente più apprezzate in primavera estate.

«
Privacy Policy