di 1 Luglio 2012
pie mash liquor Eels, londra

A inizio Aprile è scomparso Ermanno Nuonno di Agnone, affezionato lettore di Dissapore. Lo conoscevamo come un commentatore accurato e garbato. La ricchezza di dettagli dei suoi interventi racconta il signorile innamoramento per la gastronomia, in particolare per un approccio scientifico e senza pregiudizi alle tradizioni culinarie del mondo.

Ermanno ci ha regalato una dilettevole Fenomenologia della prenotazione al ristorante e con alcuni di noi, poco prima di morire, aveva iniziato un fitto scambio di idee. Non era il tipo che teneva per sé segreti e consigli.

Dopo la formazione in Italia, Ermanno aveva completato gli studi in Gran Bretagna con un PhD in Microbiologia all’Università di Cambridge. Per poi fondare, qualche anno più tardi, la ENDA consultants, una società di consulenza in sicurezza alimentare che ha ottenuto risultati brillanti.

C’è voluto un po’ per elaborare la scomparsa di Ermanno e ancora oggi mi capita di pensare come avrebbe commentato i post più recenti, perché quel modo fermo ma elegante di condividere i suoi pensieri con noi, sempre sottilmente ironico, mi manca moltissimo.