di Manuela 20 Maggio 2020
Alessandro Borghese

Siete pronti per la quinta puntata della nuova stagione di 4 Ristoranti con Alessandro Borghese? Dalla Riviera del Conero questa volta ci spostiamo ad Arezzo. L’appuntamento è come sempre per giovedì 21 maggio alle ore 21.15 su Sky Uno, canale 108 di Sky, su Sky Go e su Now TV.

Qui quattro ristoratori si sfideranno su un tema veramente particolare: il Medioevo. Parecchi piatti della zona, infatti, originano nel Medioevo, soprattutto le zuppe di legumi, i fegatelli, i grifi e il peposo.

Il meccanismo della gara è sempre il medesimo. A turno uno dei quattro ristoratori inviterà a cena i tre rivali e Alessandro Borghese nel proprio ristorante. Qui i rivali cominceranno a giudicare la location e la sala, mentre allo chef Borghese toccherà il compito di ispezionare la cucina. A fine cena bisognerà dare un voto da 0 a 10 a quattro aspetti della serata:

  • location
  • menu
  • servizio
  • conto

Anche Alessandro Borghese darà il suo giudizio e il suo voto potrà confermare o ribaltare il risultato. In aggiunta Borghese avrà a disposizione uno speciale bonus da 5 punti relativo a un aspetto particolare della sfida che varierà di puntata in puntata. In palio ci sarà un contributo economico da 5mila euro da investire nel proprio ristorante e il titolo di Miglior ristoratore.

Questi sono i ristoranti in gara ad Arezzo:

  • Il Ristorante di Mariano (fuori dal centro): Mariano è il titolare e chef del locale. Il ristorante è nuovo, la sua inaugurazione risale all’aprile 2019 (prima si trovava nel centro storico): l’aspetto è elegante e moderno, senza dimenticare qualche piccolo tocco personale (Mariano ha appeso alle pareti quadri con i supereroi Marvel)
  • Osteria Il Grottino di Elisabetta (centro storico): Elisabetta è la titolare e chef del locale. Qui si mangia cucina tipica toscana e aretina, ma con piatti rivisitati. Inoltre il menu cambia a seconda della stagione e dei prodotti reperibili di volta in volta. La location è quella di una tipica osteria dove si respira un tocco più femminile. Anche se non è una location storica, il tocco medievale è dato dai dipendenti vestiti a tema
  • La Lancia d’Oro di Maurizio (Piazza Grande): Maurizio è il titolare del ristorante. E’ una location storica nota perché durante La Giostra del Saracino organizza banchetta a tema. La cucina è di stampo tradizionale, ma con tocchi di innovazione, uso di tecniche moderne e impiattamenti curati. E’ un ristorante elegante
  • Vineria Ciao dal Chiodo di Francesco (centro storico): Francesco è il titolare e direttore di sala con la sorella Giulia. La vineria è nata 13 anni fa. Originariamente serviva vino e panini, ma poi la cucina venne presa in mano dalla madre Simonetta (capo cuoca ancora adesso) e da allora qui vengono preparati classici piatti toscani. La cucina è di stampo tradizionale, quindi non mancano grifi di vitella e ribollita. Il locale è abbellito da oggetti medievali tipici della Giostra del Saracino