di Manuela 14 Gennaio 2020
borsa

La carne non carne di Beyond Meat vola di nuova in Borsa. Le azioni sono un’altra volta in crescita, grazie soprattutto al parere espresso da alcuni esperti del settore che, la settimana scorsa, hanno detto che le carni finte su base vegetale sono più di una semplice opzione per i consumatori.

Il titolo nel giro di tre giorni è aumentato del 30% (del 42% se consideriamo la settimana). E questo nonostante il diretto rivale, Impossibile Foods, abbia annunciato che stava aggiungendo alla sua offerta anche la carne di maiale e la salsiccia vegetali. Secondo Technomic, esperto di analisi e dati, le alternative vegetali alla carne sono diventate mainstream e sono sempre più gradite dai consumatori, diventando così un prodotto di moda.

Nel corso degli ultimi tre mesi, il titolo aveva perso il 19%, complici anche diversi esperti delle lobby della carne che avevano messo in guardia sull’apparente salubrità di questo tipo di carne vegetale. Ma adesso altri esperti hanno detto che queste carni finte sono una valida alternativa, per cui ecco che il titolo è salito di nuovo. Almeno fino a quando qualcuno non dirà nuovamente che fanno male e allora scenderà, in una sorta di altalena infinita di studi e relative smentite.