di Cinzia Alfè 10 Maggio 2018

Ha mangiato 30.000 hamburger (?!) in 45 anni. E, smentendo quel che abbiamo subito pensato nell’apprendere la notizia —noialtri qui ma anche voi, dite la verità— non è nemmeno morto.

Si chiama Donald A. Gorske, vive nel Wisconsin e lo scorso 4 maggio, da fan conclamato dei Big Mac qual è, ha raggiunto il record mondiale degli hamburger spazzolati: appunto 30.000.

“E’ un grande traguardo per me, una meta che ho sempre cercato di raggiungere”, ha detto entusiasta Gorske al quotidiano locale. Una passione, quella per i Big Mac, che gli era valsa una menzione nel Guinness World Record oltre alla partecipazione a Super Size Me, il filmracconto di 30 giorni vissuti a base di solo cibo prodotto da McDonald’s, che nel 2004 fece la fortuna del regista Morgan Spurlock. Ecco la sua apparizione.

Tutto inizia nel lontano 1972, quando Gorske compra finalmente l’auto. La prima cosa che fa è andare in un McDonald’s, scoprendo i Bic Mac e mangiandone tre in un colpo solo. Entusiasta della scoperta, nella stessa giornata Gorske torna altre due volte, finendo per mangiarne nove.

[Quanti chilometri ha percorso il Big Mac che state per mangiare?]

La storia si ripete nei giorni successivi, tanto che in un mese gli hamburger divorati diventano 265, con una media di circa 8 al giorno. E così via per anni, tanto che oggi, è lui stesso a farlo notare, il 90% della sua dieta solida è composta da hamburger.

La passione di Gorske non si ferma neanche dopo il matrimonio, anzi, la proposta di nozze alla moglie avviene proprio nel parcheggio del McDonald’s, sempre lo stesso.

[McDonald’s Single Burger: come ci si sente a essere presi per i fondelli, colleghi gastrofighetti?]

In tutti questi anni, Gorske dice di esser stato soltanto otto giorni senza gli amati hamburger, uno dei quali quando è scomparsa sua madre, contraria alle abitudini alimentari del figlio, che gli aveva fatto specifica richiesta almeno per il giorno della sua morte.

[18 fatti su McDonald’s che forse non sapete]

Ma la cosa interessante è che Gorske, alto circa 1,90 per 83 chili di peso, non ha nemmeno il colesterolo a mille, ma fa registrare un più che onorevole 140-150 e assicura di essere in ottima forma.

Forse perchè in fondo, da 45 anni, le sue abitudini alimentari sono morigerate: con gli hamburger non mangia quasi mai le patatine, e non mangia praticamente altro durante la giornata, ingurgitando alla fine molte meno calorie di un americano medio.

E adesso, vallo a spiegare ai nutrizionisti.

[Crediti | Mashable]