Carne coltivata, dall’Australia anche quella di agnello

L'azienda australiana di carne in laboratorio Magic Valley si definisce la prima al mondo che sviluppa "agnelli coltivati" e programma il lancio entro 2 anni.

Carne coltivata: un’altra novità. Dopo il pollo in laboratorio che è in commercio a Singapore (Eat Just) e che è prossimo allo sbarco negli Stati Uniti (Memphis meat) mentre in Europa per la carne coltivata dovremo aspettare ancora un po’, una start-up australiana ha annunciato che sta lavorando alla riproduzione in laboratorio di carne a partire da cellule di agnello. L’azienda australiana Magic Valley si è proclamata “la prima azienda al mondo di agnelli coltivati” e ha fornito alcuni dettagli su ciò che ha realizzato dal suo recente lancio. L’azienda è attualmente in fase di start-up e in procinto di raccogliere fondi per avviare l’operatività.

Come scelta di carne, l’agnello si distingue in un mondo in cui la maggior parte delle aziende di carne coltivate sono impegnate a produrre analoghi di manzo, pollo e maiale. Negli Stati Uniti, il consumo di agnello è in calo dagli anni ’60, anche se in realtà si prevede che il consumo in tutto il mondo aumenterà leggermente. Si prevede che la crescita sarà la più alta in Asia, Medio Oriente e Africa.

L’agnello coltivato, creato prendendo le cellule di un agnello e coltivandole in un mezzo ricco di sostanze nutritive, affronta il problema delle risorse quando si tratta di sviluppare un prodotto finale più sostenibile. Magic Valley afferma di utilizzare cellule staminali pluripotenti, altrimenti note come “cellule master”, in grado di creare infinite copie di se stesse. L’azienda non utilizza siero fetale bovino (FBS), il mezzo di crescita costoso e molto controverso, da cui molte aziende di carne coltivata si stanno allontanando. Per iniziare, l’azienda con sede a Melbourne ha affermato che per ora il suo obiettivo è lo sviluppo di prodotti di agnello, tra cui carne macinata, strisce, bistecche e braciole.

L’agnello è in genere più costoso da acquistare rispetto al pollo o al manzo, quindi una delle sfide principali per Magic Valley (e per qualsiasi altra azienda che spera di sviluppare una versione coltivata) sarà raggiungere la parità di prezzo con la tradizionale carne di agnello. Magic Valley non ha concorrenti diretti in questo momento, dal momento che è l’unica azienda nota che attualmente sviluppa agnello coltivato. Tuttavia, un’altra azienda australiana, Vow, è specializzata in carni coltivate “esotiche” e sta attualmente accumulando un “archivio cellulare” che include di tutto, dal bufalo d’acqua al canguro. Magic Valley, nel frattempo, spera di completare il suo prototipo e avere prodotti sugli scaffali entro uno o due anni.

Potrebbe interessarti anche