Carne vegana nei fast food: salvati più di 600 mila animali negli Stati Uniti

Secondo uno studio l'introduzione di prodotti a base di carne vegana nei fast food in America ha salvato più di 600 mila animali.

Carne vegetale

Se non avete letteralmente vissuto sotto una roccia avrete notato che sono sempre più i brand di fast food che, negli ultimi tempi, hanno tentato di approcciarsi al mercato della carne vegana (McDonald’s e Burger King, tanto per fare due esempi a caso), strizzando l’occhio soprattutto a chi è effettivamente carnivoro ma che – per sensi di colpa o per motivi di salute, noi non giudichiamo – vorrebbe provare una dieta senza carne.

Carne vegetale

Ebbene, stando a un report redatto dall’organizzazione no-profit World Animal Protection, questa nuova tendenza ha già contribuito a salvare più 630 mila animali nei soli Stati Uniti, tra cui ” più di 211.000 maiali, 77.000 mucche e 350.000 polli”. In più va sottolineato che la valutazione di WAP “non tiene conto dell’intero mercato dei prodotti a base vegetale”, come i sostituti di uova e latticini. Per avere un quadro più completo occorre rivolgersi a Zero Egg, azienda specializzata nella produzione di uova a base vegetale: secondo i loro calcoli, le galline ovaiole salvate dallo sfruttamento sono circa 4300 (i dati, ancora una volta, sono inerenti agli States).