di Manuela 10 Aprile 2020
colomba

Ancora violazioni delle ordinanze restrittive: a Napoli due laboratori continuavano a produrre colombe, pastiere e casatielli nonostante i divieti. Il risultato? Sanzioni e chiusure. Proseguono i controlli delle forze dell’ordine per scovare i furbetti che continuano ad agire in barba alle ordinanze di chiusura e alle norme restrittive.

In questo caso sono due i laboratori colti in flagrante dai carabinieri della compagnia di Marano di Napoli. Le azioni si sono svolte nel più ampio programma di servizi anti-coronavirus.

La prima infrazione è stata rilevata a Mugnano di Napoli. Qui i carabinieri hanno scovato un panificio che produceva e vendeva pastiere, colombe e casatielli.

Il fatto è che in Campania i panifici possono produrre e vendere solo pane e focaccia bianca, mentre è vietato produrre e vendere dolci di qualsiasi tipo e pizza al taglio. Per questo motivo il titolare del panificio in questione è stato sanzionato.

I carabinieri si sono poi spostati a Villaricca. Qui hanno trovato una pasticceria con serranda abbassata come da norma, ma da cui proveniva un sospetto profumo di dolci. Una volta entrati nel locale, si sono trovati di fronte a due persone che stavano preparando infornando pastiere e casatielli. I due pare che si siano giustificati sostenendo che erano destinati al consumo della famiglia.