Covid, zona gialla in Friuli: cosa cambia per i ristoranti

Il Friuli Venezia Giulia torna in zona gialla: vediamo tutte le limitazioni e le misure introdotte nelle ultime ore.

ristorante

A partire da lunedì 29 novembre il Friuli Venezia Giulia è diventato zona gialla e ha, di fatto, anticipato di una settimana le misure rivolte a contrastare la diffusione del Covid: diamo dunque un’occhiata alle nuove restrizioni e cosa significano per i ristoranti e altri locali.

vaccino

Vi ricordiamo, in primis, che le limitazioni introdotte dal decreto sono rivolte ai non vaccinati: coloro che hanno contratto il Covid negli ultimi sei mesi o che si sono sottoposti alla vaccinazione avranno il pieno accesso a locali al chiuso come impianti sportivi, cinema, teatri e discoteche (le cui percentuali di capienza rimangono invariate). Non vige dunque, per chi è in possesso del Super Green Pass, la restrizione a quattro persone non conviventi allo stesso tavolo di un locale; mentre i non vaccinati potranno consumare solamente al banco.

Vige per tutti, invece, l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto. Nell’attesa dell’aggiornamento informatico che, a livello nazionale, introdurrà la possibilità di scaricare la versione potenziata del pass vaccinale, sarà sufficiente esibire il certificato base o quello di avvenuta guarigione in versione cartacea completa. Per accedere ai luoghi di lavoro, infine, sarà sufficiente esibire il Green Pass base ottenibile anche con il tampone negativo.