di Patrizia 3 Maggio 2019
Proteine del futuro insetti

Le proteine della dieta del futuro arriveranno da insetti e salsicce di vermi. Gli scienziati non hanno dubbi. Chi ha dubbi sono i consumatori. Se in alcune parti del mondo, infatti, fa parte della cultura gastronomica cibarsi di insetti e simili, in Occidente le cose non stanno proprio così. E il solo pensiero di averli nel piatto ci fa passare la fame.

Mangiare insetti potrebbe non essere solo una moda. Ma una vera e propria esigenza. Greta Thunberg ci ha svegliati ricordandoci che abbiamo un solo pianeta. E lo stiamo trattando malissimo. L’Inghilterra ha dichiarato emergenza per i cambiamenti climatici. E molti altri paesi dovrebbero farlo. Mentre noi dobbiamo cambiare abitudini. Non solo fare la raccolta differenziata, abolire i prodotti di plastica usa e getta, ridurre gli sprechi, anche energetici. Ma dovremmo cambiare anche la nostra alimentazione. Perché quella che seguiamo ha un impatto troppo forte sul pianeta.

Dito puntato sulla carne rossa, e non solo. Ma da dove prendere le proteine necessarie che attualmente assumiamo mangiano carne bovina, agnello, maiale, pollame, pesce? Dagli insetti, ovviamente. Che non creano tutte quelle emissioni di carbonio provocate, invece, dagli allevamenti intensivi.

Le proteine del futuro, per una dieta sostenibile, sono gli insetti. E ne sono convinti anche gli scienziati dell’Università del Queensland che stanno indagando su come sfruttarli per la nostra dieta. Sia da un punto di vista nutrizionale sia da un punto di vista di gusto. Perché l’aspetto e il sapore potrebbero frenare la nostra voglia di mangiare insetti a pranzo e a cena.

Facciamolo per il pianeta, sembra essere il grido comune. Perché se i bovini richiedono 8 chili di cibo per la produzione di un chilo di carne (quando solo il 40% della mucca si può mangiare), sappiate che per fare un chilo di carne di grillo ci voglio solo 2 chilogrammi di cibo e l’80% è commestibile. Quindi abbattiamo anche gli sprechi.

Louwrens Hoffman, professore all’Università del Queensland, sottolinea che il nostro più grosso ostacolo è preparare questo cibo del futuro a casa. Siamo disposti ad assaggiarlo se qualcuno ce lo fa trovare pronto, ma se gli insetti sono ben visibili potremmo avere qualche problema. Per questo motivo lui e altri esperti stanno trovando un modo per mascherare gli insetti, magari creando salsicce di vermi o gelati di insetti

No, non siamo ancora pronti per il futuro!