di Manuela 20 Novembre 2019
Formaggio di capra

Diversi formaggi caprini sono stati richiamati per la presenza di latte contaminato. Sul sito Salute.gov stanno comparendo diversi richiami di formaggi a base di latte di capra. Oltre al Cuor di Capra – Fiorone e al Caprino Fresco Ciresa, diversi altri marchi e lotti sono stati temporaneamente ritirati dal commercio, sempre tutti per lo stesso motivo.

Questi sono i marchi e lotti richiamati per latte contaminato. Il nome del produttore è sempre Caseificio Cattaneo srl con sede dello stabilimento in via M. Biagi 18 a Lomagna (LC) e marchio di identificazione dello stabilimento/del produttore IT 03 1881 CE:

  • Caprino Fresco Spalmabile Capra – Arrigoni di Arrigoni Battista spa: lotto richiamato numero 2210 con data di scadenza 4 dicembre 2019 e confezione di vendita da 1000 g
  • Caprino Fresco Spalmabile Capra – Arrigoni di Arrigoni Battista spa: lotto richiamato numero 2210 con data di scadenza 9 dicembre 2019 e confezione di vendita da 1000 g
  • Fiordicapra Fiorone 2pz x 75 g – Arrigoni di Arrigoni Battista spa: lotto richiamato numero 2210 con data di scadenza 9 dicembre 2019 e confezione di vendita da 150 g
  • Fior di Capra – Marchio Arnoldi di Casearia Arnoldi Valtaleggio srl: lotto richiamato numero 2210 con data di scadenza 9 dicembre 2019

In tutti e quattro i richiami, il motivo del ritiro dal commercio è la possibile presenza di sostanze inibenti nel latte di capra con cui i formaggi sono stati prodotti. In tutti i casi non bisogna consumare il prodotto e restituirlo al punto vendita.

[Crediti | Salute.gov]