Graham McTavish di Outlander lancia il suo bourbon The Warchief

Avete presente l'attore Graham McTavish di Outlander, Lo Hobbit e The Witcher? Ebbene, ha deciso di lanciare un suo bourbon. Con un nome molto azzeccato visto i suoi ruoli: The Warchief

Graham McTavish

Un altro attore si dedica al mondo degli alcolici. In senso buono, si intende. In questo caso è Graham McTavish di Outlander a lanciare il suo bourbon invecchiato di sette anni, dal nome di The Warchief. Il che ben si sposa con i ruoli in cui lo abbiamo visto negli ultimi anni.

Graham McTavish e il bourbon The Warchief

Graham McTavish bourbon

Pensiamoci bene. Graham McTavish ha una carriera lunghissima alle spalle fra cinema e televisione. Di recente, però, lo abbiamo visto in ruoli alquanto combattivi: è stato re Atlan in Aquaman, ma è anche stato il nano Dwalin nella trilogia de Lo Hobbit, Dougal MacKenzie/William “Buck” MacKenzie in Outlander, Harrold Westerling in House of Dragons e Sigismund Dijkstra in The Witcher. Quindi è più che plausibile che il suo bourbon invecchiato sette anni si chiami The Warchief.

Sul suo account Instagram l’attore scozzese ha annunciato ufficialmente questa sua nuova avventura, rivelando che ci stava lavorando da un po’ e che è qualcosa che lo ha appassionato parecchio.

The Warchief è un whisky bourbon invecchiato e imbottigliato per sette anni che porta proprio il suo nome (il nome, infatti, deriva dal personaggio di Dougal MacKenzie in Outlander, un “capo di guerra” del clan MacKenzie). Rappresenta uno dei sogni che si porta dietro sin da quando era giovane, quando viveva in Scozia e pensava a ciò che voleva fare della sua vita, fra cui andare in America. Dunque questo bourbon rappresenta il distillato delle sue esperienze.

LEGGI ANCHE I Lynyrd Skynyrd lanciano un whisky ispirato alla famigerata Hell House

McTavish ha poi concluso dicendo che spera che il suo bourbon piaccia e che piaccia quello che ci ha messo dentro, frutto di vera passione che è anche “dannatamente” delizioso.

The Warchief ha la particolarità che, probabilmente, è il primo bourbon imbottigliato sostenuto da una celebrità, con tanto di certificazione statunitense introdotta alla fine del XIX secolo e che garantisce che quel whisky è stato prodotto da una singola distilleria, invecchiato per un minimo di quattro anni in un magazzino doganale e poi imbottigliato raggiungendo il 50% ABV.

Il sito web di McTavish, Spirits, parla del suo profilo aromatico come di un “dolce aroma di vaniglia con un pizzico di caramello e cioccolato”, derivante dal mais, mentre la segale fornisce un aroma di “cannella, torta di frutta e spezie da forno”. Sul retro del palato, invece, offre “spezie sottili e ciliegia scura”, con “vaniglia dolce sulla punta della lingua”.

Questo bourbon verrà venduto al dettaglio al prezzo di 75 dollari. Diciamo che dalla serie Outlander arrivano grandi soddisfazioni per quanto riguarda gli alcolici. Sam Heughan, il protagonista della serie, ha lanciato in precedenza il marchio di liquori Sassenach (il soprannome dato alla sua amata nella serie), il quale si è ampliato comprendendo un hisky single malt, una Tequila e un gin.

Inoltre Heughan e McTavish hanno scritto insieme il libro dal titolo Clanlands: Whisky, Warfare, and a Scottish Adventure Like No Other, recitando poi di nuovo insieme nei documentari Men in Kilts.