di Manuela 27 Marzo 2019
Insalata in busta

Un nuovo test condotto da il Salvagente ha rinvenuto tracce di pesticidi e metalli pesanti nelle insalate in busta. Il Salvagente non è certo nuovo a queste inchieste: tempo fa aveva rintracciato la presenza di glifosato in sedici marche di pasta. Adesso, invece, il Salvagente si è concentrato sulle insalate in busta. Dal test è emerso che le insalate in busta non hanno problemi dal punto di vista batteriologico: niente E. coli, Salmonella, Listeria o altri patogeni.

Se è vero che ogni tanto torna in auge qualche fake news dei patogeni nelle insalate in busta , presa di mira un po’ troppo spesso, un fondo di verità parrebbe esserci, nella brutta considerazione che i consumatori nutrono nei confronti delle insalate confezionate.

Nel test del Salvagente sono stati trovati livelli minimi di pesticidi, piombo e metalli potenzialmente cancerogeni.

Insalata in busta: quali metalli e pesticidi sono stati ritrovati?

E’ innegabile che le insalate in busta siano comode: sono già pronte, lavate e basta solo condirle. L’ideale per chi ha poco tempo per fare la spesa e per cucinare. Tuttavia il Salvagente ancora una volta mette la pulce nell’orecchio: sono poi così salubri da mangiare? Il test ha interessato dieci tipi di lattughini in busta, visto che è il tipo di insalata in busta preferito dai consumatori.

Se dal punto di vista batteriologico tali insalate sono risultate esenti da patogeni, non così a livello residuale. Dal test, infatti, solamente due lattughini non hanno rivelato tracce di residui chimici. In tutte le altre erano presenti residui di trattamenti fitosanitari, con anche quattro tipologie di molecole diverse nella medesima busta. Fra i pesticidi maggiormente presenti soprattutto i fungicidi. Tuttavia bisogna precisare che, nonostante siano stati ritrovati tali residui nelle insalate, questi rientrano comunque nei limiti dei parametri di legge. Non dobbiamo preoccuparci? Non proprio.

Da un lato bisogna considerare l’effetto cumulativo di tali sostanze: è vero che erano tutte entro i limiti di legge, ma bisogna sommarne gli effetti, dato che non è stato ancora quantificato (almeno per ora, ben presto l’EFSA – Autorità Europera per la Sicurezza Alimentare introdurrà anche questo aprametro). In secondo luogo, fra i metalli pesanti ritrovati c’era anche il cadmio, una sostanza cancerogena. In due insalate le concentrazioni di cadmio, pur essendo entro i limiti del range, sfioravano quello superiore. Secondo il Salvagente, tali livelli di cadmio non si sono mai trovati prima, neanche nel riso e nel pesce. Se è vero che questo metallo lo si trova in natura nel terriccio, è anche vero che l’accumulo nei campi è provoato dall’utilizzo di fertilizzanti fosfatici.

Ma quali metalli e pesticidi sono stati ritrovati? E in quali insalate in busta? Eccoli:

  • Bonduelle (il lattughino): cadmio (mg/kg): 0,04; piombo: non presente. Pesticidi: non presenti
  • Carrefour (lattughino): cadmio (mg/kg): 0,09, piombo: non presente. Pesticidi (mg/kg): Boscalid: 0,012, Cyprodinil: 0,171, Mandipropamid: 0,018, Metalaxyl: 0,043
  • Conad (lattughino percorso qualità): cadmio (mg/kg): 0,10, piombo: non presente. Pesticidi (mg/kg): Fludioxonil: 0,899, Cyprodinil: 2,112, Fosetil: Al 0,200
  • Coop (insalatina): cadmio (mg/kg): 0,04, piombo (mg/kg): 0,02. Pesticidi (mg/kg): Boscalid 0,017
  • Dimmidisì (lattughino): cadmio (mg/kg): 0,16, piombo (mg/kg): 0,01. Pesticidi (mg/kg): Boscalid: 0,010, Abamectin: 0,014, Fludioxonil 0,1107
  • Ecor – NaturaSì (insalatina biologica): cadmio (mg/kg): 0,02, piombo: non presente. Pesticidi: non presenti
  • Esselunga (lattughino verde): cadmio (mg/kg): 0,05, piombo: non presente. Pesticidi (mg/kg): Boscalid: 0,096, Mandipropamid: 0,948
  • Eurospin (foglia verde lattughino): cadmio (mg/kg): 0,02, piombo: non presente. Pesticidi (mg/kg): Boscalid: 0,073, Mandipropamid: 0,035, Metalaxyl: 0,139, Chlorantraniliprole: 0,028
  • Lidl (Vallericca lattughino): cadmio (mg/kg): 0,15, piombo (mg/kg): 0,01. Pesticidi (mg/kg): Boscalid 0,133
  • Selex (natura chiamata lattughino): cadmio (mg/kg): 0,13, piombo: non presente. Pesticidi (mg/kg): Boscalid: 0,463, Pyraclostrobin: 0,034

Come possiamo vedere, le uniche due insalate con assenza di pesticidi si sono rivelate essere quelle della Bonduelle e quella della Ecor – NaturaSì. Inoltre in queste due il piombo era anche assente, mentre il cadmio era a livelli sensibilmente più bassi rispetto alle altre marche.