di Manuela 27 Agosto 2019
carne

Come previsto, l’epidemia di Listeriosi in Spagna si allarga: confermato il primo contagio fuori dal Paese, colpito un turista inglese che aveva fatto un viaggio in Andalusia. L’emergenza Listeria monocytogenes in Spagna non si arresta: lo stesso ministro della salute spagnolo ha confermato il primo caso di malattia al di fuori dei confini.

Il turista inglese aveva viaggiato in Andalusia, la regione della Spagna dove è stato accertato il maggior numero di casi. Successivamente l’uomo si era spostato in Francia e qui gli è stata diagnosticata la malattia. Secondo quanto riportato da El Pais, il turista è stato ricoverato diversi giorni in ospedale prima di rientrare nel Regno Unito.

Allo stato attuale delle cose, in Spagna si contano più di 532 contagi sospetti e due morti. L’epidemia è stata provocata da alcuni lotti di carni di maiale mechada contaminati da Listeria monocytogenes. Claudio Canali, presidente della Federazione Nazionale di Prodotto Suini di Confagricoltura, ha spiegato che l’allarme mondiale lanciato dalla Spagna è stato fondamentale per individuare e monitorare l’evoluzione di questa epidemia.

Giovanna Parmigiani della Giunta confederale, ha poi rassicurato tutti: in Italia la carne è attentamente controllata dalle autorità, per cui i livelli di salubrità e sicurezza alimentari sono molto alti. L’invito, però, rimane quello a consumare carni italiane.