di Valentina Dirindin 16 Giugno 2020
mercato centrale torino

Il Mercato Centrale di Torino perde in un solo colpo due chef stellati: se ne vanno Marcello Trentini, in arte Magorabin, e Matteo Baronetto. Il progetto di Umberto Montano a Porta Palazzo non smette, purtroppo, di lanciare qualche segnale di difficoltà. Nonostante il nostro giudizio sull’offerta gastronomica fosse complessivamente positivo, i problemi nella food hall della costola torinese del Mercato Centrale non sono mai mancati.

Il primo piano, ad esempio, che non è mai partito davvero e che ha visto avvicendarsi diversi progetti in un bar che aveva pure un altissimo potenziale. O la bottega di Davide Scabin, chef superstar della città, che qui al Mercato Centrale aveva deciso di dedicarsi alle uova ma che poi è finito al Mercato Centrale di Roma con un progetto più complesso, dando l’idea di voler gradualmente abbandonare gli spazi torinesi.

Ora il gruppo perde altri due pezzi fondamentali del puzzle: non riaprono più dopo il lockdown né la Fata Verde, progetto veg di Marcello Trentini né la Farmacia del Cambio, bistrot guidato dalla gestione del celebre ristorante di piazza Carignano con l’impronta di Matteo Baronetto. Una delle proposte che ci aveva convinto di più, quest’ultima, tra l’altro. Quindi, una perdita importante per la food hall interna del Palafuksas.

[Fonte: Il Corriere della Sera]