Nestlé venderà il caffè di Starbucks: accordo da 7,15 miliardi di dollari

Nestlé venderà il caffè di Starbucks e altri prodotti della catena americana: accordo da 7,15 miliardi di dollari

Nestlé si rafforza ulteriormente nel settore del caffè istantaneo e porzionato.

La multinazionale svizzera dell’alimentare già proprietaria dei marchi Nescafè e Nespresso, ha appena acquistato dall’americana Starbucks i diritti per vendere in tutto il mondo i prodotti della nota catena di caffetterie che tra pochi giorni aprirà il suo primo punto vendita in Italia.

L’accordo di licenza è costato a Nestlé la bella cifra di 7,15 miliardi di dollari, che il gruppo statunitense intende impiegare nel riacquisto delle proprie azioni.

[Inizia l’avventura di Starbucks in Italia: apertura a Milano il 6 settembre]

[Come sarà Starbucks in Italia? Indizio: ci sono gli alcolici]

[La forma del Kit Kat non può essere un marchio registrato]

Per contro, il gigante svizzero assumerà 500 dipendenti Starbucks, sia negli Stati Uniti e in Europa, in particolare con base a Seattle e Londra. L’espansione internazionale del business sarà gestita dal quartier generale di Nestlè a Vevey, in Svizzera.

In un comunicato Nestlé informa che le due compagnie lavoreranno insieme sulla gamma esistente di caffè torrefatto e macinato a marchio Starbucks, sui grani interi così come sui caffè istantanei e porzionati”.

[Crediti | Reuters]

in breve nestlè starbucks
Potrebbe interessarti anche