Palermo: guardate cosa succede all’Eurospin per il pandoro in offerta

In un supermercato di Palermo succede di tutto per il Pandoro Bauli in offerta: ressa, spintoni e botte, tutto impietosamente ripreso dalle telecamere a circuito chiuso

Un magma umano mostruoso e indistinto, composto di gambe, teste, soprattutto di braccia protese.

Questo l’impietoso spettacolo offerto il 19 dicembre scorso dalle telecamere interne di un Eurospin supermercato palermitano, che hanno documentato cosa può succedere pochi giorni prima di Natale se un discount mette in offerta il pandoro Bauli.

Pochi secondi e inizia l’assalto senza ritegno alla mole di pandori.

[Melegatti: l’unico pandoro che riesce a mangiare il panettone]

Chi ne acchiappa due, chi tre, chi quattro, chi nella foga butta tutto a terra, pandori e struttura assieme, chi raccoglie quelli finiti a terra, chi fa l’indifferente mentre acchiappa il quarto pandoro e chi si butta letteralmente sulla dolce montagna di dolci, nel tentativo di afferrarne il più possibile con il proprio corpo.

In un paio di minuti, della montagna di pandori in offerta non resta nulla, e tutti riprendono a fare la spesa come se nulla fosse accaduto.

[Il meglio che si compra da Eurospin in 10 prodotti gourmet]

C’è chi scomoda paragoni colti con la scena madre di Miseria e Nobiltà, quella in cui Totò e compagni si lanciano sugli spaghetti, ma a noi, francamente, ha ricordato più Commando d’assalto, dove l’obiettivo dei “Navy Seal” palermitani, più che i criminali di guerra, è una piramide di maledetti pandori.

[Crediti: Il Corriere del Mezzogiorno]

Cinzia Alfè Cinzia Alfè

28 Dicembre 2017

commenti (19)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Duccio ha detto:

    vorrei sapere se siano stati mossi più dalla miseria o dall’ingordigia….ma soprattutto a quanto lo vendevano???

    1. Avatar Orval87 ha detto:

      Duccio, non è notizia nuova che quando ci sono le elezioni da quelle parti vendono il proprio voto in cambio di una borsa della spesa….quindi non mi sorprende.

  2. Avatar Orval87 ha detto:

    Gente da Eurospin , non è un caso. Anche le immagini all’estero delle follie da Black Friday sono quasi sempre video girati in negozi con clientela di quel tipo , gente che venderebbe anche la madre per risparmiare mezzo euro , ovviamente questi non hanno alcun concetto di qualità. Perchè conosco gente coi macchinoni che ne è cliente fisso.

  3. Avatar Emiliano ha detto:

    Sembra di assistere ai buffet quando apre qualche nuova attività.

    1. Avatar Gaetano ha detto:

      Mi sembra improbabile trovare Bauli all’Eurospin! Credo si tratti di Lidl o similia.

  4. Avatar Micaela Accordini ha detto:

    Spero Eurospin vi denunci. Visto che neanche si sogna di vendere Bauli.

  5. Avatar Micaela Accordini ha detto:

    Eurospin non vende Bauli. Che giornalisti preparati complimenti.

    1. Avatar mr ha detto:

      Se uno fa una figuraccia, sparando un nome che non c’entra nulla nel titolo, invece di dire in modo ironico “grazie per…” potrebbe correggere l’errore e chiedere scusa ai lettori; non è che siccome hanno sbagliato altri più titolati allora va bene.

      Un inciampo capita a tutti, e a meno che non sia troppo frequente, non è certo per questo che si distingue un contaballe da un professionista. Quest’ultimo, casomai, si riconosce da come gestisce i propri errori.

    2. Cinzia Alfè Cinzia Alfè ha detto:

      Come riportato nel post, per la notizia abbiamo consultato le fonti del Corriere e Huff Post (e non tutti i media cartacei o online che riportavano la notizia), che riportavano entrambi la marca Bauli. Grazie comunque per l’attenzione e per gli utilissimi consigli.

  6. Avatar Giuseppe ha detto:

    il supermercato è della catena “Paghi Poco”, che è una catena presente in tutta la Sicilia, non si tratta di un Eurospin. Il logo con l’indicazione del supermercato è ben visibile sul cartellone giallo in alto, al centro del video

    1. Cinzia Alfè Cinzia Alfè ha detto:

      Come riportato nel post, per la notizia abbiamo consultato le fonti del Corriere e Huff Post (e non tutti i media cartacei o online che riportavano la notizia), che riportavano entrambi la marca Bauli. Grazie comunque per l’attenzione.

  7. Avatar Mau ha detto:

    Dopo essere stato testimone di tre incidenti (leggasi 03) che io definisco vomitevoli (rispettivamente in una torta, una merendina e un pandoro) non li vorrei nemmeno in regalo questi prodotti vestiti di rosa confetto. Sarò stato sfortunato io, ma tre prodotti diversi con lo stesso marchio, fanno davvero tremare i polsi.