Peste suina africana: nel decreto sostegni 50 milioni per gli allevamenti colpiti

Due fondi nel Decreto sostegni appena approvato destinano 50 milioni di euro alla crisi della Peste suina africana e agli indennizzi degli allevamenti colpiti.

maiali

Cinquanta milioni di euro: è quanto è stato stanziato dal Governo per indennizzare gli allevamenti colpiti dall’epidemia di Peste suina africana. I due Fondi ad hoc sono contenuti nel Decreto Sostegni Ter appena approvato dal Governo Draghi e sono stati richiesti dal ministero delle politiche agricole con l’obiettivo di risarcire gli operatori della filiera danneggiati dal blocco alla movimentazione degli animali e delle esportazioni di prodotti trasformati, che rischiano di vedere un danno di 1,7 miliardi di euro da questa situazione.

cinghiale

Solo pochi giorni fa il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore all’Agricoltura Marco Protopapa si erano ufficialmente appellati al Governo Draghi perché stanziasse immediatamente risorse a sostegno dei comparti danneggiati. Qualcosa si è mosso, anche se – bisogna dirlo – 50 milioni probabilmente non saranno sufficienti a coprire i danni. Infatti la Regione Piemonte ha già chiesto al Governo un primo stanziamento di 100 milioni di euro da destinare nell’immediatezza a chi avrà delle ripercussioni negative sulla propria attività.

Intanto, in Piemonte si sta procedendo con il monitoraggio a tappeto delle carcasse di cinghiale. La priorità, in questo momento, è definire con la migliore precisione possibile l’effettiva area di circolazione del virus, in modo da procedere con le misure di isolamento della zona interessata.