Potete bere una Coca Cola o un caffè, oppure una Coca Cola al caffè

Ultima idea in ordine di tempo per fermare il declino delle bevande zuccherate che sembra inarrestabile: aggiungere un aroma, in questo caso un aroma che tramonta mai, quello del caffè.

Ci ha pensato Coca-Cola, che ha appena presentato Coca-Cola Plus Coffee No Sugar, che unisce, o meglio, prova a farlo, il sapore della Coca Cola a quello del caffè.

Il lancio in anteprima della bevanda è previsto in Australia, all’inizio della prossima stagione estiva, seguendo l’esempio di Coca Cola Ginger, introdotta lo scorso anno.


Coca cola Life: Prova d’assaggio

Prova d’assaggio: bevande alla Cola


Stando alla multinazionale americana, la nuova nata avrebbe il classico sapore di Coca Cola, ma con in più l’aroma del vero caffè e un retrogusto di caramello.

Introdotta come una bevanda da tardo pomeriggio, che si prende al posto del caffè pomeridiano, con i suoi 14 grammi ogni 100 ml. contiene meno caffeina di un normale cappuccino (43 mg.) ma di più di una normale Coca Cola (9 mg.).

Di cosa sa alla alla prova d’assaggio la nuova bevanda?

coca cola al caffe

Secondo il cronista del sito americano Mashable, che l’ha assaggiata, il primo sorso di Coca Cola Plus Coffee ha il sapore inconfondibile della Coca Cola e il retrogusto di un caffè cremoso, non proprio di un espresso. Anzi, ricorda da vicino il gusto di Kopiko, una caramella al caffè indonesiana presente in molti distributori automatici negli Usa.

Ma in generale la nova Coca Cola al caffè esce con le ossa rotte dall’anteprima per la stampa americana. I giudizi vanno da “finta” a “poco gradevole”, capace di lasciare con la voglia di entrambi, cola e caffè.

Difficilmente andrà bene come Coca Cola Vanilla o la versione alla ciliegia.

La presenza dello zucchero, che inevitabilmente influisce sul sapore, varia di paese in paese, ci sarà in Giappone, mentre sarà assente in Australia e probabilmente anche in Europa, quando la nuova bevanda arriverà dalle nostre parti.

In definitiva una Coca Cola bocciata perché priva di personalità e del vero aroma di caffè. Meglio allora, stando alle prime impressioni, dissetarsi con una normale Coca Cola e soddisfare la voglia di caffè con un classico espresso del bar.

[Crediti | Link: Mashable]

Nunzia Clemente Nunzia Clemente

26 settembre 2017

commenti (6)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. “Difficilmente andrà bene come Coca Cola Vanilla o la versione alla ciliegia” che sicuramente erano per buongustai e fatte con vaniglia vera e ciliege vere messe a macerare nella Coca Cola, e non aromi finti….

    1. Giusta considerazione. Ma va bilanciata con la dura legge della chimica (Bressanini docet) . L’aroma e’ in ogni caso una molecola chimica. Che la ricavi da rarissime bacche raccolte al chiaro di luna da vergini danzanti o la estrai dalle scorie di una centrale nucleare (per dire …) sempre la STESSA molecola e’.

    2. Bravo maurizio.
      Purtroppo la gente questa cosa si ostina a non capirla.
      Per loro la vanillina è un veleno (molecole purissime estratte dalla vaniglia)
      mentre la vaniglia no.

  2. C’e’ un refuso sui 14 grammi di caffeina (dose letale ..) che sono milligrammi. Ma per 100 ml. Considerando che le lattine sono da 330, la dose/porzione e’ 46 mg leggermente di piu’ del cappuccino citato. Per altro perche’ uno di pomeriggio dovrebbe bere un cappuccino e/o una coca al caffe’ ?

    1. Cioè uno di pomeriggio non può avere voglia di un capuccino ? Seriamente?

«
Privacy Policy