di Manuela 15 Gennaio 2021
aperitivo

Spostiamoci a Reggio perché qui un negozio di cibo etnico è stato chiuso e multato in quanto al suo interno era stato organizzato un aperitivo con assembramenti con più di 10 persone.

Tutto è accaduto giovedì pomeriggio, sul tardi. La Polizia locale, condotta dal comandante Salvatore Zucco, ha sorpreso più di 10 persone, tutte dell’Est Europa, che dentro a un negozio di cibo etnico stavano mangiando e bevendo durante un vero e proprio aperitivo, in aperta violazione delle norme anti diffusione Covid-19.

Non appena la Polizia è arrivata sul luogo, l’aperitivo è stato bruscamente interrotto. Il risultato è stata l’immediata chiusura del locale per cinque giorni, così come previsto dalla normativa in materia di contenimento dell’epidemia da Coronavirus. Inoltre il titolare del negozio è stato multato con la prevista sanzione, così come cinque dei clienti partecipanti all’aperitivo si sono visti comminare uguale multa.

In aggiunta, poi, sono attualmente in corso anche verifiche inerenti questioni di regolarità amministrativa dell’attività lavorativa.

Casi del genere continuano a essere segnalati un po’ in tutta Italia. Un paio di giorni fa, per esempio, a Monsummano Terme un bar era stato chiuso e multato in quanto al suo interno dei clienti giocavano al bilardino, mentre a Cinquefronti un locale è stato chiuso e multato perché le forze dell’ordine hanno scoperto al suo interno clienti che mangiavano e bevevano oltre l’orario di chiusura.