di Manuela 14 Maggio 2021
ristorante

Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo economico, non ha dubbi: spera che il prossimo Decreto Sostegni bis vengano corretti sia il sistema dei codici ATECO, sia quello relativa alla cessione del credito d’imposta per i ristoranti.

Tali meccanismi devono, infatti, cambiare in modo da essere adattati alle reali esigenze dei ristoratori. È quanto ha dichiarato Giorgetti durante l’evento “Cibo a regola d’arte” del Corriere della Sera. Inoltre Giorgetti ha anche aggiunto che, probabilmente, il Decreto Sostegni bis vedrà la luce lunedì prossimo. O forse martedì.

In teoria il testo del Decreto Sostegni bis doveva essere approvato a metà maggio. Tuttavia ci sono alcuni nodi su cui le forze politiche non hanno trovato accordi, motivo per cui i tempi di uscita del provvedimento si stanno allungando.

Per esempio, il Movimento 5 Stelle vuole che nel Decreto Sostegno sia inserita nuovamente la norma per la cessione a terzi del credito d’imposta sui beni strumentali delle imprese, cosa che era stata eliminata dal precedente decreto in quanto mancavano le necessarie coperture.

Il PD, invece, sta chiedendo altre misure di sostegno per l’occupazione, mentre si parla anche di come erogare i ristori. Al momento sembra che tali ristori arriveranno in due rate. La prima arriverà subito per le imprese e le partite IVA con fatturato massimo di 10 milioni di euro e si baserà sui parametri decisi in precedenza, mentre la seconda arriverà entro fine anno e si baserà sulle perdite effettive.

Inoltre si sta anche pensando a un’ulteriore indennità per tutti quei locali del settore della ristorazione che in questo mese di maggio sono rimasti chiusi perché sprovvisti di spazi all’aperto.