di Marco Locatelli 18 Giugno 2020

Cambia nome e logo il marchio di sciroppo per pancake (e altri prodotti per la colazione) Aunt Jemima, molto popolare in USA. Secondo i piani alti dell’azienda produttrice, la Quaker Oats, il volto della “zia Jemima” – che pure si è evoluto negli anni – continua a rappresentare uno stereotipo razziale e va quindi cambiato.

L’annuncio arriva sulle pagine di USA Today nella persona di Kristin Kroepfl, vicepresidente e direttore marketing di Quaker Foods North America, che ha dichiarato una certa apertura per questo rebranding del marchio, che vuole rinnovarlo nel modo giusto.

“Continueremo la conversazione raccogliendo diverse prospettive sia dalla nostra organizzazione che dalla comunità nera per far evolvere ulteriormente il marchio”, ha dichiarato Kristin Kroepfl.

Ancora non è chiaro quindi quale saranno le nuove fattezze del logo e quale sarà il nuove nome, ma una cosa è certa: il volto di Zia Jemima abbandonerà le scatole del popolare sciroppo d’acero made in USA. Dopo 131 anni dalla sua fondazione. E la novità entrerà in vigore già a partire dall’autunno di quest’anno.

In seguito alle proteste divampate in USA in risposta all’uccisione di George Floyd da parte di un agente di polizia, sono diverse le aziende – anche alimentari – accusate di razzismo nel veicolare l’immagine dei propri prodotti, come i Coco Pops o i Moretti. Visto il periodo, evidentemente Quaker Oats ha voluto giocare di anticipo.