Va bene tutto, ma “Ciccione di me**a” non si può sentire: Il buonappetito

Di gente che sul web mi manda quotidianamente a stendere ne ho a frotte. Anche qui, su Dissapore, ci sono commentatori cintura nera di spernacchio. Ci sta, per carità, siamo in paese libero.

Ma solo ieri mi sono conquistato il primo, vero hater.

[Peggio del foodie, irritante, radical chic e masturbatore, ci sono gli inappetenti che scrivono di cibo]

La vicenda: su Instagram, dove vi segnalo l’account di Dissapore e quello da poco attivo di Massimo Bernardi,  posto un selfie vicino alla sede della Banca Centrale Europea di Francoforte con il commento “Sono venuto a sistemare tutt’iccose”. Non una vera battuta, più una sciocchezzuola leggera, tra l’altro piuttosto bipartisan.

Invece: l’account di tal giovanni_braga87 che corrisponde a tal Giovanni Longo commenta (vado a memoria, perché i commenti non ci sono più): “Ma pensa a mangiare, coglione”. E poi “Ciccione di merda”.

Ora, va bene tutto. Ma “Ciccione di merda” nel 2018 non si può proprio sentire.

Noi diversamente magri abbiamo fatto un lungo percorso di emancipazione per farci accettare dalla società e abbiamo ottenuto tanto: le grandi taglie promosse da Umberto Smaila, i comodissimi vestiti di Marina Rinaldi, anche una certa benevolenza popolare, che vede in noi gente gaudente che s’è liberata dalla schiavitù della taglia 44 (parlo per gli uomini).

Caro Giovanni, insultami quanto vuoi, sono qua apposta.

Ma lascia stare la gente in carne: tanti di loro costituiscono la parte migliore d’Italia. E dell’Europa tutta.

Luca Iaccarino

12 ottobre 2018

commenti (11)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Andrea ha detto:

    Perché la piattaforma ospita fatti privati?
    Mi rendo conto che un post di instagram sia pubblico, ma mi chiedo perché farne un pezzo, anche qui.
    Credo haters siano il contrappasso (più o meno equo) della fama acquisita (con più o meno merito).
    In fin dei conti una volta, potevi mangiare tanto e bene, farne una professione, scrivere libri e essere riconosciuto solo da gasteologo/diabetologo/dietologo ecc. ma senza insulti.
    Su una cosa siamo d’accordo: difficile accettare insulti per quello che sembri. Ma giusto prendersi critiche per opinioni o prese di posizione insulse.

    1. Paolo Parma ha detto:

      Il concetto che qualcuno si meriti gli haters che ha, può valere per vari esponenti razzisti o omofobi del nostro gotha politico, ma sempre in un modo civile. Per quanto riguarda le opinioni, si può essere contrari, anche polemicamente , ma la regola dell’insulto pesante , che possa ferire nel profondo, ha semplicemente stancato, ormai penso che la strada della denuncia penale sia l’unica percorribile…

    2. Valeria O. ha detto:

      Dici bene: una volta, sul tuo peso, aveva da ridire solo il medico. Ora sindacare sul peso altrui sembra diventato dovere morale. Paradossale, poi, che ci siano quelli che ti dicono “Ma è per la salute!”
      Ah sì? E allora, visto che ci siamo, vuoi vedere anche le mie ultime radiografie? Leggere i miei esami? Ma io boh…la gente si sta davvero rincretinendo.

  2. Lucrezia ha detto:

    Solidale con te al 100%. Dopo anni di quotidiana dedizione al fitness, all’età di 55 anni ho 5 ernie inoperabili che cantano in coro in aramaico dopo 1km di cammino e dolori alle anche causa coxartrosi, nonostante una sana alimentazione. Anche il chirurgo ortopedico mi ha detto che devo fare 10 km di corsa al giorno come minimo prima che mi operi, come se I miei dolori fossero immaginari. Non c’è umanità verso le persone in sovrappeso. A Milano, la patria degli anoressici.

    1. Paolo A. ha detto:

      Se il chirurgo ti ha consigliato davvero di correre con 5 ernie per 10km al giorno (e non camminare o fare ginnastica) cambia immediatamente medico.

  3. ricottaro ha detto:

    concordo…
    sono il primo critico di certe cose che scrivete qui sul sito… ma gli insulti gratuiti così non hanno molto senso.

  4. Luca ha detto:

    Non ti preoccupare , e’ tutto relativo .
    Ad esempio se proprio io ti dovessi insultare ti dovrei gridare : dannato anoressico . Infatti rispetto a me sei magrissimo 🙂

  5. Avviatura ha detto:

    Pure coniglio, quindi, questo mio omonimo (solo nel nome, sia ben chiaro).
    Solidarietà anche da parte mia.

  6. colon irritato ha detto:

    Ma poi perché un ciccione dovrebbe essere di merda? E non, che so, di cioccolato fondente, ragù, melassa… poca fantasia questi haters.

  7. Mirko Inglese ha detto:

    Tranchilli !!! …cicciottelo significa : molto piu’ attento agli altri o alle cose; lontano quindi dal narcisismo, nemico dell’intelligenza;buon umore; sa far da magnare; lontani dalla schiavitu’ delle diete che ti rendono una vecchia zitella acida;buon gustaio e soprattutto: Chef di cucina Italiana.
    Fra l’altro il ciccione di merda in generale ha sempre menato gli ‘smilzi’ in classe…

«