di Giorgia Cannarella 22 Marzo 2013
Beppe Grillo, Fortunato al Pantheon

La carne è debole: nessuno meglio di noi impuniti golosi sa quanto il proverbio sia vero, e quanto sia facile lasciarsi trascinare dalla gola, anche quando lo spirito, il cervello o i propositi del dietologo ci imporrebbero di non farlo. Nessuna sorpresa quindi, che in questi primi giorni di Parlamento le eccezioni dei grillini siano principalmente di natura gastronomica.

Dopo i senatori del Movimento 5 Stelle paparazzati da Chi mentre pranzavano alla buvette della Camera, ora arriva la notizia che alcuni grillini sono stati pizzicati durante una cena da Fortunato al Pantheon, il ristorante simbolo della casta vorace e spendacciona di cui i grillini vogliono essere i più feroci censori. A pizzicare i neoletti del Movimento 5 Stelle nell’antro del peccato (gastronomico), dove per inciso è esposta una foto con dedica di Beppe Grillo, anche lui cliente, è stato il senatore Lucio Barani del Pdl.
[Adnkronos]