di Giorgia Cannarella 15 Novembre 2012
Alessandro Fullin

Aspettando di aprire alle nozze tra persone dello stesso sesso, sembra necessario aprire alla cucina gay. Quella vera, però. Come puntualizzato nel titolo del ricettario di Alessandro Fullin (autore teatrale e comico televisivo – ricordate la professoressa di tuscolano a Zelig?) e Stefano Chiara, esperto di cucina e marketing, vale a dire: “Pomodori sull’orlo di una crisi di nervi – La vera cucina gay italiana”.

Immancabili i riferimenti alle icone del mondo gay (Arancia Lear, Coscette di pollo alla Kessler), molta autoironia (Tacchino in foulard, Travestita di kiwi), anche qualche doppio senso (Invidia di piselli).

Resta da capire, come già per Gay men don’t get fat, il libro del giornalista di moda Simon Doonan che ha dato il via al filone, se ricette come Tiramigiù (…i calzini?) e Tacchino in foulard, oltre che simpatiche, siano anche buone.
[Gay.it]